ENERGIA – ITALIA LEADER EUROPEA DEI COSTI

73

ENERGIA –  Nel 2024 Italia, a malincuore, in testa alla classifica per i prezzi dell’energia

Ad oggi, il costo dell’energia elettrica in Italia è calato notevolmente rispetto all’estate del 2022, quando i prezzi hanno raggiunto il culmine a causa della crisi energetica.

Da allora, il prezzo dell’energia in Italia ha infatti subito un calo del 10%, un risultato positivo, ma comunque meno notevole rispetto ad altri paesi europei, in confronto ai quali i prezzi italiani continuano ad essere significativamente elevati.

Andamento dei prezzi dell’energia nei diversi paesi Europei

Ultimi 30 giorni

 – Belgio  – Spagna  – Francia  – Gran Bretagna – Italia – Paesi Bassi

Il costo medio dell’energia nella penisola italiana a giugno 2024 è infatti stato di 78,81€/Kwh, in Spagna di 24,86€/Kwh, nei Paesi Bassi di 26,18€/Kwh, in Belgio di 24,51€/Kwh e in Francia solo di 12,32€/Kwh. Si tratta di un divario da non sottovalutare, che comporta diverse conseguenze svantaggiose per la penisola italiana e per i suoi cittadini. Queste differenze infatti implicano spese in energia superiori sostenuti dalle imprese italiane e mettono a rischio la competitività del nostro paese a livello internazionale.

Valori alle stelle nonostante le rinnovabili

La differenza che emerge da questi dati è notevole e abbastanza allarmante, considerando che si tratta di un momento di forte crescita nell’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili per l’italia.

Infatti, nel nostro paese oltre la metà del fabbisogno energetico è coperta da energie rinnovabili (52,5% nel 2024), con un aumento dell’idroelettrico del 34,7%, del fotovoltaico del 36,3% e un +10,5% per l’eolico, rispetto al 2023.

Risulta necessario investire con convinzione sulle fonti energetiche rinnovabili, semplificando le autorizzazioni e rivedendo le regole di mercato: il prezzo di vendita dell’energia rinnovabile è attualmente troppo alto e questo favorisce solo pochi attori e penalizza pesantemente l’intero Paese.

Una sfida per il paese

L’elevato costo dell’energia elettrica in Italia continua a rappresentare una seria sfida per l’economia nazionale. La competitività delle imprese italiane è a rischio: costi maggiori portano a utili inferiori, prezzi più elevati per prodotti e servizi, minori investimenti e stipendi più bassi.

Questi aumenti non colpiscono solo le imprese, ma anche i consumatori, aumentando notevolmente le spese della bolletta. È dunque estremamente  importante arrivare ad una soluzione a livello nazionale per evitare che i cittadini vengano penalizzati da prezzi della luce svantaggiosi rispetto al resto dell’UE. Nel frattempo per risparmiare in bolletta è importante affidarsi al fornitore più conveniente e scegliere l’offerta più adatta alle proprie esigenze.

Fonte: https://www.prontobolletta.it/news/costo-energia-italia-maggiore-europa/




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *