Fra Emiliano Antenucci ed il Sorriso

Fra Emiliano Antenucci – Non sapremo mai quanto bene può fare un semplice sorriso.(Madre Teresa di Calcutta)
Un camorrista nel carcere mi dice: “Padre, grazie del tuo sorriso che è bello, contagioso e mi dona la pace”. Quanto bene può fare un semplice sorriso. Credo che dobbiamo fare tutti il voto della gioia, anche se non è semplice essere felici,ma è testimonianza di un cuore in pace e di Gesù Risorto. Il sorriso è gratuito, illumina il mondo, parla di Dio senza parlare di Dio, scalda il ghiaccio per far sorgere la primavera. Il sorriso è la testimonianza concreta che Gesù’ è Vivo e Risorto, confonde le malelingue, spaventa il diavolo e dona tanta luce agli altri. Per una risata ci vogliono 12 muscoli, ma è più forte di un’intera palestra. Una risata risuona nel cuore più di un’intera orchestra. Un sorriso può cambiare il viso degli altri. Un sorriso ti fa avvicinare al cielo e ascoltare la musica degli angeli. Non perdere mai il sorriso! La vera povertà è la mancanza di sorrisi, di sguardi, di parole piene di speranza e di Dio. Saper sorridere davanti alla realtà che alle volte è noiosa e ripetitiva. Saper sorridere della gioia degli altri, senza essere gelosi e invidiosi. Saper gioire nelle avversità e nelle persecuzioni. Saper gioire è l’arte per essere cristiani che hanno scoperto la vera gioia della vita. Saper gioire per combattere la tristezza, lo scoraggiamento e i nemici che ci contrastano nelle opere di Dio. Il sorriso ti rende figlio della luce e generoso verso gli altri. Non essere mai avaro di sorrisi, ma dispensatore divino di gioie. Un canto di Renato Zero, intitolato “Sorridere sempre”, dice: “Sorridere sempre/Ostinatamente/L’ottimismo serve/E’ quella spinta in più/Se il volto si accende/è un fatto è importante/Il mondo si arrende/Se sorridi tu/Abbasso i malinconici/Il pianto dei nostalgici/I pessimisti cronici/E chi non si ama più/La vita cambia/Se c’è chi cambia/Tira fuori la grinta/Un bel respiro tu/Rispondi a quei problemi/Con la serenità/La forza di un sorriso”. Papa Francesco ci ricorda: “Il sorriso sempre è un ponte, ma è un ponte dei grandi, perché il sorriso va da cuore a cuore, è un ponte così. Non dimenticate il sorriso. Chi si comporta così diventa contagioso perché il sorriso è contagioso”. Concludo con uno scritto famoso e bello sulla gioa: Il valore di un sorriso Donare un sorriso rende felice il cuore. Arricchisce chi lo riceve senza impoverire chi lo dona. Non dura che un istante ma il suo ricordo rimane a lungo. Nessuno è così ricco da poterne far a meno né così povero da non poterlo donare. Il sorriso crea gioia in famiglia dà sostegno nel lavoro ed è segno tangibile di amicizia. Un sorriso dona sollievo a chi è stanco rinnova il coraggio nelle prove e nella tristezza è medicina. E se poi incontri chi non te lo offre sii generoso e porgigli il tuo: nessuno ha tanto bisogno di un sorriso come colui che non sa darlo. (Padre Frederick William Faber)
fra Emiliano Antenucci



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *