F1 – Motori – Prima fila tutta Ferrari a Montecarlo

427

F1 – Spettacolo doveva essere e le premesse sono state mantenute. A Montecarlo si profila un GP ad alto contenuto tecnico ed emotivo nella corsa valida come settima prova del Mondiale 2022. A partire davanti a tutti sarà la Ferrari di Charles Leclerc, alla quarta pole position della stagione, la terza consecutiva.

Per il pilota della Rossa sarà soprattutto la seconda volta di fila in cui avrà l’occasione di partire dalla pole nel GP di casa, anche se in realtà 12 mesi fa Charles Leclerc vide sfumare il sogno prima ancora di partire, dovendo rinunciare a prendere il via a causa del problema al semiasse accusato sabato.

Quest’anno la musica sembra completamente diversa, perché completamente diversa è la forza e l’affidabilità della Ferrari, che a Montecarlo ha stampato la seconda doppietta della stagione in qualifica: al fianco di Leclerc, che ha strappato l’eccezionale tempo di 1’11″376, in prima fila partirà infatti l’altra Rossa, quella di Carlos Sainz, pur distanziata di due decimi e mezzo.

Lo spagnolo ha approfittato del clamoroso incidente subito dalla Red Bull Sergio Perez proprio nell’ultimo giro lanciato: il messicano è andato a muro andando successivamente a colpire proprio Sainz.

F1, a Montecarlo solo seconda fila per le Red Bull

Nessuna conseguenza, comunque, per i piloti. Perez partirà terzo confermandosi quindi più veloce rispetto al compagno di scuderia Max Verstappen come accaduto durante le tre sessioni di libere tra venerdì e sabato.

Il campione del mondo in carica e leader della classifica del Mondiale partirà solo dalla quarta posizione, con un distacco di tre decimi da Leclerc. Secondo, terzo e quarto sono racchiusi in 60 millesimi, ma Leclerc sembra avere un altro passo.

F1, GP Monaco: Mercedes ancora deludenti

Ancora deludenti le Mercedes di Lewis Hamilton, solo ottavo, e George Russell, sesto, bene invece l’Aston Martin di Sebastian Vettel, che ha chiuso nono. In top ten anche le due Alpine e la Mercedes di Lando Norris.

Tra le delusioni della giornata, oltre a Mick Schumacher, rimasto ancora fuori dal Q1, l’altra Mercedes di Daniel Ricciardo e le Alfa Romeo di Valtteri Bottas, che non è mai riuscito a trovare il feeling giusto con la pista.

F1, GP Monaco, i primi 10 in griglia

1 C. Leclerc (Ferrari) 1’11″376

2 C. Sainz (Ferrari) 1’11″601

3 S. Perez (Red Bull) 1’11″629

4 M. Verstappen (Red Bull) 1’11″666

5 L. Norris (McLaren)1’11″849

6 G. Russell (Mercedes)1’12″112

7 F. Alonso (Alpine) 1’12″247

8 L. Hamilton (Mercedes) 1’12″560

9 S. Vettel (Aston Martin) 1’12″732

10 E. Ocon (Alpine) 1’13″047

Charles Leclerc, sul tracciato di Montecarlo, da sempre ostico per i sorpassi. “L’approccio sarà lo stesso di sempre, indipendentemente dalla posizione che occupiamo in campionato – dice il monegasco -. Sappiamo che ogni punto conta, che i nostri rivali sono fortissimi e che pure un piccolo errore qui fa una grande differenza.”

Per rimediare al ritiro del Montmelò il Cavallino dovrà dare ancor di più il massimo: “Abbiamo visto che solo il team che fa tutto alla perfezione può riuscire a vincere: a Monaco faremo di tutto per essere noi quel team. Vincere su una pista così è sempre molto difficile ma ho piena fiducia nella squadra e questo è sempre il miglior requisito di partenza per raggiungere l’obiettivo”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *