Movienerd – Cinema – Ecco “Pupazzi alla riscossa” : Moxy e i suoi amici pupazzi sono pronti a vivere una grande avventura

Pupazzi alla Riscossa è un divertente film per tutte le età è nelle sale cinematografiche italiane.

Moxy e i suoi amici pupazzi sono pronti a vivere una grande avventura. In un mondo fantasioso e ricco di colori uno strampalato gruppo di pupazzi, morbidi, soffici e felpati, dovrà affrontare con coraggio e determinazione la prova più importante della loro vita: trovare un bambino a cui dare il proprio amore. Per farlo dovranno sfidare il leader incontrastato dell’Accademia della Perfezione, il pupazzo Lou. Riusciranno i nostri eroici pupazzi nella loro impresa?

Pupazzi alla Riscossa è il nuovo originalissimo film di animazione di STX che prende ispirazione dalle amatissime bambole di feltro lanciate sul mercato nel 2001 e immediatamente diventate un fenomeno di portata mondiale. La storia unisce divertimento, musica e avventura, introduce dei personaggi e dei mondi che gli spettatori non hanno mai visto prima, e celebra tematiche come la gioia, l’amicizia e l’idea che si debba sempre cercare di essere la migliore versione di sé stessi possibile. In un’adorabile città piena di colori, la stravaganza è osannata e considerata speciale, mentre la bellezza non conta, e comunque è considerata come qualcosa che va al di là dell’aspetto esteriore.

 

Qui, Moxy e i suoi amici vivono ogni giorno in un vortice di gioia, celebrando la vita e le sue infinite possibilità. Di tanto in tanto, gli abitanti di questo speciale mondo sollevano gli occhi al di sopra della città in attesa che dal cielo cada giù un nuovo pupazzo che verrà accolto con amore da tutta la comunità. A Moxy piace vivere in questa città, ma la sua inesauribile curiosità la spinge a chiedersi se ci sia qualcosa dall’altra parte delle montagne che circondano il suo universo. E così, un giorno Moxy riunisce un gruppo dei suoi amici più stretti e insieme a loro si mette in viaggio. Durante il loro cammino, Moxy e i suoi amici scoprono l’esistenza di un’altra città chiamata Perfezione, dove dei pupazzi assolutamente convenzionali vengono addestrati secondo dei rigidi protocolli, e solo dopo essersi diplomati vengono considerati sufficientemente meritevoli di essere mandati nel mondo “reale” alla ricerca di un bambino amorevole.

 

Una volta arrivati a Perfezione, Moxy e i suoi amici vengono presi di mira da Lou, il ‘pupazzo perfetto’, che è stato incaricato di addestrare le reclute della città. Qui, Moxy e i suoi amici capiranno cosa significa essere unici, faranno i conti con il desiderio di essere amati, e alla fine scopriranno che non si deve essere necessariamente perfetti per essere straordinari, perché quello che conta davvero è chi sei veramente. Le UglyDolls sono una linea di bambole di feltro create da David Horvath e da Sun-Min Kim. Il marchio UglyDoll si è rapidamente guadagnato un grosso seguito di fan appassionati, diventando un vero e proprio fenomeno di culto di portata mondiale.

 

Nel 2006 questa linea di pupazzi è stata eletta ‘Giocattolo dell’Anno’ dalla Toy Industry Association. I personaggi delle UglyDolls sono molto amati sia dagli adolescenti che dai bambini e dagli adulti, e sono caratterizzati proprio dalla loro tipica ‘bruttezza’ distintiva, che sfoggiano con grande orgoglio, nel loro meraviglioso e coloratissimo mondo, dove le particolarità vengono celebrate e apprezzate.

 

Il film racconta la storia di sei amici che s’imbarcano in un’avventura colorata e formativa, durante la quale impareranno a riconoscere ciò che c’è di speciale e di inimitabile in ciascuno di noi.

 

La protagonista è Moxy (Federica Carta), una vera e propria forza della natura, vivace, piena di energia, determinata, eccentrica e meravigliosamente unica con il suo sorriso a tre denti e quella specie di bizzarro fiorellino in cima alla testa. Moxy non permetterà a niente e a nessuno di impedirle di seguire i suoi sogni. Il suo migliore amico è UglyDog (Shade), un cagnolino blu con un solo occhio giallo, scaltro e simpaticissimo. Del gruppo di amici fa parte anche Ox (Elio) – il “sindaco” non-ufficiale della loro città, oltre che fondatore, figura paterna e protettore di tutto il gruppo di pupazzi – il cui unico desiderio è che i suoi amici si sentano sempre amati e al sicuro.

 

Poi c’è Lucky Bat (Achille Lauro), il pupazzo più saggio della città, peccato che i suoi consigli non funzionino quasi mai come dovrebbero! Tra di loro c’è anche Wage, il cinico del gruppo, la voce della ragione, quello che preferisce sempre andare sul sicuro. E infine c’è Babo, i “muscoli” del gruppo, che con la sua contagiosa positività rappresenta colui che chiunque vorrebbe sempre avere al suo fianco in ogni viaggio. Insieme, i sei pupazzi si imbarcano nel viaggio della loro vita, che li condurrà nella città di Perfezione. Lì, incontreranno dei personaggi memorabili, come Lou, il capo “perfetto” e favoloso della città, Mandy (Diletta Leotta), una bellissima bambola solitaria con un segreto che teme possa compromettere il suo desiderio di raggiungere la perfezione, e il trio di scagnozze di Lou, conosciute come ‘Le Spy Girls’. La personalità scoppiettante di Moxy è amplificata dalla sua intrepida determinazione e dalla sua incrollabile speranza. Moxy è super-ottimista, e come molti di noi desidera trovare lo scopo della sua vita, che nel suo caso è diventare la compagna di un bambino amorevole.

 

Il film descrive perfettamente quello che succede nel mondo di oggi, soprattutto tra i più giovani: viviamo in una società che ruota attorno alla gratificazione istantanea e all’illusione della perfezione. I ragazzi sono sempre più ossessionati dal numero di follower e di like che ottengono. Questo film però non parla di cosa significa avere dei follower o avere dei like, parla di come essere un leader, di come essere unici e di cosa significa essere speciali. Prendiamo ad esempio UglyDog. È un personaggio a cui piace godersi la vita, non gli importa cosa pensino gli altri di lui, desidera solo aiutare il prossimo e trova sempre una soluzione ad ogni problema. UglyDog tende a esagerare e a cacciarsi nei guai, ma è sempre molto sicuro di sé e rimane costantemente al fianco di Moxy, l’accompagna anche in questa avventura, nonostante nutra parecchi dubbi sull’esistenza di qualcosa al di fuori del loro mondo. Ox, in quanto sindaco e protettore, vuole assicurarsi che tutti siano sempre al sicuro, ma spesso questo non è possibile. Ciascuno, infatti, deve correre dei rischi per poter scoprire la sua personale verità. Il personaggio di Wage, al contrario, preferisce non correre rischi, crede che il sogno di Moxy di trovare una città al di fuori del loro universo sia solo un sogno. Eppure non riesce e resistere all’entusiasmo e allo spirito di Moxy, perciò, anche se la critica per la sua tendenza a reagire in modo avventato, c’è una parte di lei che è impaziente di mettersi in cammino. Lucky Bat è profondo, sensibile ed è bravissimo a cantare! In un mondo di vite perfette, photoshoppate e costantemente messe in mostra sui social media è importante ricordare cosa sia reale. Anche noi esseri umani siamo imperfetti, vulnerabili ed emotivi, e sono proprio queste nostre parti la cosa migliore che c’è in noi.

 

Per finire c’è Babo, un personaggio adorabile e con una personalità fuori dal comune. Oltre a questo sestetto di amici, gli spettatori conosceranno anche un nuovo arrivato, Testapiatta, chiamato così per il modo in cui la testa gli diventa piatta, dopo essere precipitato dal cielo e essere atterrata di testa davanti a tutta la comunità di pupazzi.

 

Ogni grande storia necessita di un grande cattivo di turno e i nostri sei protagonisti non saranno da meno, avranno infatti a che fare con il cattivissimo Lou, l’affascinante e minaccioso leader di Perfezione. Bello fuori ma non altrettanto dentro, Lou farà di tutto per ostacolare Moxy e i suoi tentativi di destreggiarsi nel nuovo mondo in cui arriva. Lou si impegna con tutte le sue forze per assicurarsi che la sua illusione di perfezione faccia presa su tutti i suoi seguaci, affinché seguano i suoi precetti e si convincano che non riusciranno mai a finire nelle amorevoli braccia di un bambino senza la sua guida. Lou crede di essersi creato una posizione di potere che nessuno metterà mai in discussione, men che mai i nuovi strampalati pupazzi. Ma sarà assalito da una profonda frustrazione quando attorno a sé vedrà venir meno il suo ideale di perfezione. Lou è un cattivo frustrato, eppure in un certo senso ci si identifica facilmente con lui, perché tutti abbiamo un “Lou” dentro di noi. Nel profondo di sé Lou vuole solo essere amato e accettato per ciò che è, al di là dei capelli e dei vestiti sempre impeccabili. I temi del film sono l’amicizia, la comunità e l’idea che si dovrebbe amare ciò che c’è di speciale in ognuno di noi. Uno dei molti seguaci di Lou a Perfezione è la graziosa Mandy, un pupazzo che però nasconde un segreto: forse, dopotutto, neanche lei è così perfetta come sembra. Inizialmente Mandy cerca in tutti i modi di fare buona impressione su Lou, ma alla fine si rende conto della sua vera natura. Un giorno, infatti, Mandy incontra Moxy e i suoi amici, grazie a loro impara una lezione importantissima e diventa una grande alleata del gruppo dei sei amici. Mandy prova empatia nei confronti dei nuovi arrivati e riconosce qualcosa di speciale in loro, anche quando all’inizio neppure loro se ne rendono conto. Lei sembra una educatrice forte e sicura di sé, ma allo stesso tempo, in alcune occasioni, si rivelerà molto insicura, e sarà proprio grazie al tempo che trascorrerà con le Moxy e i suoi amici che diventerà ancora più forte. Si crea immediatamente un legame tra Mandy e i Pupazzi, Mandy si rispecchia nei Pupazzi perché non si è mai sentita a suo agio a Perfezione, giacché non è perfetta e con loro sente finalmente di poter essere sé stessa. Da questo momento in poi Mandy non è più costretta ad apparire sempre perfetta e può infrangere le barriere che si è creata. Il messaggio che vuoi trasmetter il film è: ciò che è speciale è bello.

 

L’unicità dovrebbe essere celebrata e dovremmo sempre difendere quello che ci rende eccezionali, anche quando questo mette a disagio la gente. Mentre Mandy comincia a prendere le distanze dall’idea di Lou di perfezione assoluta, tre giovani donne, Tuesday, Kitty e Lydia, conosciute come le Spy Girls, leali al loro capo e disposte a fare qualsiasi cosa lui chieda loro, come suggerisce il loro stesso nome, spieranno (e addirittura rapiranno) i nostri ignari Pupazzi




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *