Movienerd – Cineteca nazionale – A FIL DI SPADA Alla Casa del Cinema l’epopea dei Musumeci Greco

54

Movienerd – Nel cuore di Roma, a pochi passi dal Pantheon, batte da oltre 140 anni il cuore della nobile arte della lama: cinque generazioni della famiglia Musumeci Greco hanno segnato lo stile della scherma, a cominciare dal fondatore Salvatore Greco dei Chiaramonte (classe 1835). Ma è con il grande Agesilao che la tradizione unisce scherma e cinema, fin dal suo debutto davanti alla macchina da presa nel 1913 con “L’assalto fatale” di Gerolamo Lo Savio. Una tradizione proseguita dagli eredi Enzo e (oggi) Renzo che hanno incrociato le lame con le più grandi star del cinema, talmente tante che l’elenco trasborda: Errol Flynn, Vittorio Gassman, Charlton Heston, Burt Lancaster, Tyrone Power, Gina Lollobrigida, Richard Burton, Orson Welles, Giancarlo Giannini, Domenico Modugno, Max Von Sydow, Ruggero Raimondi, Roberto Bolle, Alessio Boni, Michele Placido…

Dal 17 al 19 settembre, grazie all’iniziativa del CSC-Cineteca Nazionale in collaborazione con l’Accademia d’armi Musumeci Greco e la Casa del Cinema, la rassegna A FIL DI SPADA proporrà alcuni dei grandi film di cappa&spada che portano il marchio dei Musumeci Greco all’arena all’aperto Ettore Scola e in Sala Deluxe. I film in programma fotografano momenti diversi di virtuosismo e spettacolo ma non dimenticano una ricorrenza importante come il centenario di Vittorio Gassman, omaggiato da un capolavoro come “Il deserto dei tartari” di Valerio Zurlini (1976). Tra le altre pellicole in programma “La tempesta” di Alberto Lattuada, “Un’avventura di Salvator Rosa” di Alessandro Blasetti e “L’innocente” di Luchino Visconti.

Le serate saranno introdotte e commentate da Alberto Anile (conservatore della Cineteca Nazionale), Renzo Musumeci Greco (maestro di scherma e presidente dell’Accademia), Giorgio Gosetti (direttore di Casa del Cinema), mentre per l’appuntamento inaugurale è previsto un happening dedicato alle grandi lame tra spettacolo e sport.

“Il più avvincente e cinematografico degli sport” – dice Alberto Anile – è fatto di salti e assalti, di aggressioni impetuose e di prudenti ritirate, emozione pura legata a ferree regole di competizione e d’onore. Sempre ‘in guardia’, la dinastia dei Musumeci Greco ha attraversato la storia del cinema, non solo italiano, donando brividi ed eleganza a ogni genere di film, dalla pellicola d’autore all’opera onestamente commerciale. Questa selezione è solo una delle tante possibili combinazioni fra le decine e decine di film conservati negli archivi della Cineteca Nazionale dentro i quali una famiglia di spadaccini ha tramandato una maestria senza tempo”.

“Il cinema è racconto e spettacolo – osserva Giorgio Gosetti – e il duello ne è sempre un fantastico protagonista: è virtuosismo e illusione, nobile confronto e lotta senza quartiere. Sullo schermo abbiamo amato spadaccini e pirati, soldati e gentiluomini e sempre abbiamo palpitato per i nostri intrepidi eroi o eroine. A dirla così sembra che si parli di un’epoca tanto dorata quanto conclusa del cinema e invece Renzo Musumeci Greco ci accompagnerà in un viaggio attraverso gli anni che approda al presente e ci ridà il piacere assoluto del grande spettacolo da guardare a occhi sgranati come eterni bambini”.

“La Scherma, più di ogni altro sport, è vicina all’Arte, come dimostra la storia della famiglia di cui mi onoro di essere l’erede”, conclude Renzo Musumeci Greco. “Dal 1913 il mio antenato Agesilao, mio padre Enzo e poi io stesso abbiamo intrecciato le nostre vite con armi bianche di tutti i generi, insegnando ad atleti e attori non solo a tirare, ma soprattutto le regole, il rispetto e la magia di questa disciplina, che, anche in forma scenica, è frutto di determinazione, allenamento e, naturalmente, capacità interpretative. Grazie alla Cineteca Nazionale e alla Casa del Cinema chiuderemo l’estate 2022 con una summa di alcuni dei 126 film in cui abbiamo lavorato, stavolta solo italiani. Chi sa se, in futuro, potremo dare spazio anche a quelli stranieri, come Ben-Hur, Cleopatra, Don Giovanni di Joseph Losey, El Cid, La caduta dell’Impero Romano e House of Gucci di Ridley Scott, l’ultima “fatica” da noi compiuta in ambito cinematografico. Chi vivrà vedrà!”

Appuntamento il 17 settembre alla Casa del Cinema la prima di tre indimenticabili giornate “A fil di spada” che vedranno la partecipazione di Jonis Bascir, Carlotta Bolognini, Alessio Boni, Caterina d’Amico, Laura Delli Colli, Angelo Longoni, Andrea Morricone, Evelina Nazzari, Massimiliano Pazzaglia, Carlo Verdone e molti altri.

Di seguito il programma della rassegna alla Casa del Cinema

 

SABATO 17 SETTEMBRE

Sala Deluxe

16:00 È CADUTA UNA DONNA, Alfredo Guarini, Italia, 1941, 71’

18:00 LA TEMPESTA di Alberto Lattuada, Italia, Francia, Jugoslavia, 1958, 100’

Teatro all’aperto Ettore Scola

20.00 Inaugurazione rassegna con ospiti

a seguire IL DESERTO DEI TARTARI, Valerio Zurlini, Italia, 1976, 150′

DOMENICA 18 SETTEMBRE

Sala Deluxe

16.00 AMORE IMPERIALE, Alessandro Wolkoff, Italia, 1941, 97’

18.00 UN’AVVENTURA DI SALVATOR ROSA di Alessandro Blasetti, Italia, 1940, 97’

20.30 IO, DON GIOVANNI, Carlos Saura, AustriaItaliaSpagna,  2009, 127’

LUNEDI 19 SETTEMBRE

Sala Deluxe

18.00 SUL PONTE DEI SOSPIRI, Antonio Leonviola, Italia, 1953, 89’

20.00 L’INNOCENTE di Luchino Visconti, Italia, Francia, 1976, 124’