Calcio – Champions League di pareggio per Inter e Napoli

Calcio – Doppio pareggio e con lo stesso risultato per le squadre italiane impegnate nei confronti di Champions League del martedi sera.
L’Inter ha raggiunto un fortunoso ma anche coraggioso pareggio nel finale per merito del solito Icardi ed anche i partenopei hanno dovuto inseguire i loro avversari raggiungendoli grazie ad un calcio di rigore.

La qualificazione nerazzurra passerà ora da Londra, dove con ogni probabilità potrebbe essere sufficiente un punto ai nerazzurri per accedere matematicamente agli ottavi di finale..
Da segnalare che negli iberici era assente Lionel Messi (vantaggio di non poco conto per Icardi e compagni.

Parte bene il Barcellona con un’azione di Dembelè che al 2′ impegna subito Handanovic dopo uno scatto in ripartenza con un sinistro da fuori area. Suarez al 12′ si libera bene in area, ma il suo sinistro finisce alto. Al 24′ Rakitic conclude da fuori, sul fondo. Nella fase centrale del primo tempo i blaugrana insistono: sugli sviluppi di un corner è ancora Suarez a sfiorare il gol dopo una combinazione con Pique, ma il suo sinistro termina sul fondo. Un lampo di Coutinho al 37′: il tiro da fuori del brasiliano diventa pericoloso rimbalzando sul terreno bagnato, ma Handanovic c’è. Al 42′ il portiere sloveno salva ancora su Suarez che colpisce a botta sicura al dopo un rimpallo, e il primo tempo si chiude sullo zero a zero.
Lo avrete capito grande protagonista Handanovic che ancora alcuni tifosi dell’Inter si permettono di criticare.
Nella ripresa il copione non cambia Barcellona all’attacco ed Inter pronta a ripartire in contropiede.
Il Barcellona segna ma il pallone calciato da Suarez infatti era uscito al momento del cross. I blaugrana premono: Coutinho si smarca in area ma il suo destro è respinto in corner ancora da Handanovic al 63′. L’Inter prova a scrollarsi di dosso la pressione avversaria: azione irresistibile di Perisic sulla sinistra, sul cross arriva Politano che colpisce di testa e manda a lato. Dembelè calcia e trova ancora Handanovic, sulla respinta Suarez trova il palo esterno. Il Barcellona passa all’83’: è Coutinho che sguascia via sulla trequarti e serve Malcom che controlla e esplode un sinistro che batte Handanovic. L’Inter però non si arrende, Spalletti si gioca il tutto e per tutto e la mossa paga. Lautaro Martinez entra ed è subito elettrico: si libera con una finta di un avversario e la mette in mezzo, un rimpallo fa carambolare il pallone addosso a Icardi che lo controlla, prende la mira e batte Ter Stegen.
Pareggio importante visto che intanto nell’altra partita del girone gli olandesi si arrendevano, tra le mura amiche, agli inglesi.

(ANSA/AP Photo/Luca Bruno)

Altra battaglia per il Napoli al San Paolo ma il PSG si salva grazie ad un grandissimo Buffon.
Napoli e Paris Saint Germain hanno dato spettacolo ma non sono andati oltre l’1-1 al San Paolo nella quarta giornata del Gruppo C di Champions League. Dopo il vantaggio dei parigini con Bernat nel recupero del primo tempo, gli azzurri di Ancelotti hanno reagito alla grande nella ripresa. Il pari è arrivato con Insigne su rigore, ma prima grande protagonista.
Gli azzurri ora hanno sei punti come il Liverpool, uno in più del Psg e due sulla Stella Rossa e si giocheranno tutti in 180 minuti con l’ultimo baluardo ad Anfield.
I numeri di Neymar e Mbappé da una parte, sostenuti dalla solidità del centrocampo parigino con Verratti, Di Maria e Draxler, si sono spesso scontrati sul muro formato da Koulibaly e Albiol, mentre dall’altra parte il Napoli ha saputo tenere con qualità il palleggio ma senza mai trovare un guizzo importante per spaventare Buffon. Prima dell’intervallo però la giocata di Mbappé ha fatto portato gli ospiti in vantaggio ed ha permesso a Bernat di trafiggere Ospina.
Il secondo tempo è stato a dir poco brillante: iprimi diciotto minuti della ripresa sono stati da manuale dal calcio, quasi da incontro di pugilato con gli azzurri a riempire di colpo i parigini chiudendoli nell’angolo senza dar loro tregua. Gigi Buffon si è superato due volte su Mertens nel giro di pochi secondi, confermandosi poco dopo sul quasi autogol di Meunier in ripiegamento. Al resto ci hanno pensato le deviazioni all’ultimo momento di Kehrer su Callejon a botta sicura dopo un grande contropiede di Mertens e Insigne, e Thiago Silva in chiusura disperata sul belga. Fino al 61′ quando proprio una frittata di Thiago Silva ha mandato il tilt un po’ tutti permettendo a Callejon di conquistare quel rigore che Insigne ha realizzando sancendo il risultato.
Infatti a pareggio ottenuto la sfida si è placata riequilibrandosi, con una sola grande occasione fallita questa volta dal Psg con Mbappé quasi a colpo sicuro a cinque minuti dalla fine che avrebbe potuto inguaiare il Napoli ma il pareggio è parso un risultato che accontentava ed accontenta tutti.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *