Calcio – Champions League – La Juventus ne realizza tre con un ritrovato Dybala

Champions League – Manca Ronaldo? Nessun problema ci pensa Dybala! Già, proprio così.
Il portoghese squalificato in tribuna ecco l’argentino realizzare la prima tripletta stagionale.

La Juventus impiega infatti 5′ ad andare in vantaggio (piattone sinistro al volo di Dybala su un lancione da dietro di Bonucci) e poi per tutto il resto della gara non va mai in difficoltà, gestendo a proprio piacimento: palleggia per lunghi tratti e poi, quando sembra accontentarsi di far girare la palla, colpisce accelerando all’improvviso. Nasce così il raddoppio, alla mezz’ora, sempre con Dybala (tap-in facile dopo che il portiere non trattiene una conclusione di Matuidi), mentre il tris arriva nella ripresa, a coronare un’azione di squadra, con tocchi tutti di prima al limite dell’area, con gli svizzeri ad ammirare (senza capirci molto) la trama bianconera, chiusa sempre dalla Joya. Primo vero pericolo creato dallo Young Boys (se così si può chiamare un tiro deviato che sfila accanto al palo) dopo un’ora di gioco, giusto per intenderci. Risultato mai in bilico, Juve che senza nemmeno forzare troppo e senza CR7 dà una grande prova di forza. Il modo migliore per approcciare la prossima gara, il 23 ottobre, a Old Trafford, contro il Manchester United.

JUVE-YOUNG BOYS 3-0
Juve (3-5-2): Szczesny 6; Barzagli 6, Bonucci 6,5, Benatia 6; Cuadrado 6,5, Bernardeschi 7, Pjanic 6 (24′ st Khedira 6), Matuidi 6,5 (1′ st Emre Can 6), Alex Sandro 6,5; Dybala 8, Mandzukic 6 (31′ st Kean 6)
A disp.: Perin, Chiellini, Cancelo, Khedira, Bentancur. All.: Allegri 7
Young Boys (4-1-4-1): Von Ballmos 5; Schick 4,5, Von Bergen 5, Camara 4, Benito 5; Bertone 5; Fassnacht 5,5 (25′ st Assalé 5,5), Sow 5,5, Sanogo 5 (1′ st Lauper 5,5), Sulejmani 6 (24′ st Moumi Ngamaleu 5,5); Hoarau 6
A disp.: Wolfi, Nsame, Aebischer, Garcia. All.: Seoane 5
Arbitro: Karasev (Russia)
Marcatori: 5′, 34′, 24′ st Dybala (J)
Ammoniti: Bertone, Sanogo (Y)
Espulsi: 34′ st Camara (Y) – doppia ammonizione

I migliori in campo per la Juventus Dybala e Bernardeschi:
Dybala è stato bavo a piazzarsi tra le linee, a girare attorno al croato e a farsi trovare sempre al posto giusto al momento giusto. Il piattone al volo del primo gol è una giocata speciale. Il secondo e il terzo gol sono guizzi di rapina. Prima tripletta in Champions

Bernardeschi conferma un inizio di stagione molto brillante: corsa, forza fisica e tecnica al servizio della squadra. Allegri lo piazza in mediana e l’ex viola non tradisce le attese, alternando accelerazioni, incursioni e recuperi.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *