CALCIO – EUROPEI – I DANESI COSTRINGONO L’INGHILTERRA AL PAREGGIO

183

CALCIO – L’Inghilterra costretta a rimandare l’appuntamento con la qualificazione agli ottavi. Infatti l’Inghilterra non va oltre l’1-1 contro la Danimarca nel match valido per la seconda giornata del Gruppo C di Euro 2024. La nazionale di Southgate la sblocca dopo 18′ con una zampata di Kane, ma al 34′ viene raggiunta dal gran destro da fuori di Hjulmand. In una ripresa a tratti soporifera l’unica emozione è data da un palo colpito da Foden. Anche i cambi dei due ct non sortiscono alcun effetto. Gli inglesi restano al comando del girone con 4 punti, ma rimandano l’appuntamento con la qualificazione agli ottavi all’ultima giornata, quando affronteranno la Slovenia. I danesi si giocheranno tutto contro la Serbia.

LA PARTITA

Southgate conferma in toto il 4-2-3-1 dell’esordio vincente con la Serbia, mentre Hjulmand sceglie di lanciare dal 1′ Maehle sulla corsia sinistra, con l’altro ex atalantino Hojlund come riferimento offensivo. I ritmi in avvio sono piuttosto bassi, la prima occasione se la costruisce da solo Foden al 13′, ma il suo sinistro è sbilenco e alto sopra la traversa. Gli uomini di Southgate tengono il possesso senza grandi idee, ma al 18′ arriva il regalo della difesa danese che sblocca l’incontro: Kristiansen si addormenta incredibilmente su un pallone innocuo facendosi beffare alle spalle da Walker, che crossa in mezzo e pesca Kane dopo un dopppio rimpallo fortunoso, il capitano a quel punto non deve far altro che appoggiare in rete l’1-0. La Danimarca tenta di reagire subito, alza il proprio baricentro e dopo un paio di assalti andati a vuoto trova la rete dell’1-1: l’azione nasce da un erroraccio in fase di disimpegno di Kane, ma il gol è tutto di Hjulmand, che trova l’angolino con un gran destro dalla distanza. La nazionale dei Tre Leoni appare confusa e spaesata, Bellingham non trova mai varchi per gli inserimenti, Foden si accende solo a folate e il primo tempo si chiude senza altre emozioni.

Nella ripresa la musica non cambia, le squadre, anche a causa di un campo in condizioni disastrose, palleggiano entrambe a ritmi molto blandi alla ricerca di spazi che non ci sono. Le azioni più pericolose sono sempre frutto di iniziative personali, come quella di Foden al 56′, che lascia esplodere un sinistro improvviso dalla distanza che si stampa in pieno sul palo. A 20′ dalla fine Southgate rivoluziona un attacco in deficit di idee inserendo Bowen, Eze e Watkins, a cui capita subito la miglior occasione in assoluto dal gol di Kane: il suo destro è però neutralizzato in uscita da Schmeichel. Nel finale è la Danimarca a crederci di più: prima Bah si divora una chance clamorosa in contropiede facendosi recuperare da Guehi, poi Hojbjerg sfiora il palo con un bel destro da fuori. Il risultato però non cambia e ogni verdetto è rimandato all’ultima giornata.

 

IL TABELLINO

Danimarca-Inghilterra 1-1
Danimarca (3-4-1-2)
: Schmeichel 6,5; Andersen 6,5, Christensen 6,5, Vestergaard 6; Maehle 6,5, Hjulmand 7.5 (37′ st Norgaard sv), Hojbjerg 6,5, Kristiansen 5.5 (12′ st Bah 5,5); Eriksen 6,5 (37′ st Skov Olsen sv); Wind 5.5 (12′ st Damsgaard 6), Hojlund 5.5 (22′ st Poulsen 6,5).
Ct: Hjulmand 6
Inghilterra (4-2-3-1): Pickford 6; Walker 6, Stones 6, Guehi 6, Trippier 6.5; Alexander-Arnold 5,5 (9′ st Gallagher 5,5), Rice 6.6; Saka 5 (24′ st Eze 5), Bellingham 5.5, Foden 6 (24′ st Bowen 5); Kane 5,5 (24′ st Watkins 5,5).
Ct: Southgate 5
Arbitro: Dias
Marcatori: 18′ Kane (I), 34′ Hjulmand (D)
Ammoniti: Vestergaard (D), Gallagher (I), Maehle (D), Norgaard (D)




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *