Calcio femminile – Serie A Tim Vision Il Sassuolo centra la sesta vittoria e torna in vetta con la Juventus

50

Calcio femminile – La Juventus chiama, il Sassuolo risponde. Le neroverdi di Piovani fanno sei su sei e tornano al comando della classifica insieme alla Vecchia Signora. Al “Ricci” Cantore sblocca il punteggio dopo cinque minuti con un gran tocco sotto che supera Capelletti. Dopo il vantaggio delle padrone di casa la squadra di Ulderici prova a reagire ma non riesce ad affondare e all’intervallo il parziale non cambia. Nella ripresa invece torna a fare pressing la formazione emiliana: al 52’ annullato il raddoppio a Dubcova per fuorigioco, ma dopo appena sei minuti la ceca va a bersaglio in posizione regolare su una respinta del portiere toscano e questa volta il gol del 2-0 viene convalidato. Al 64’ altra giocata e altra rete di Cantore, che sigla la sua doppietta personale e il momentaneo 3-0. L’Empoli però non demorde e in quattro minuti segna due reti spaventando le emiliane: al 70’ Bardin realizza l’1-3 sugli sviluppi di un calcio d’angolo, al 74’ Cinotti approfitta di un’uscita errata di Lemey e accorcia ulteriormente le distanze. Il Sassuolo di Piovani si chiude e l’Empoli sfiora il 3-3 al 91’ con la traversa colpita da Mella – decisiva Orsi con un salvataggio sulla linea – ma al triplice fischio le neroverdi festeggiano la sesta vittoria e il primato ritrovato, accanto alla Juventus.

Alle spalle delle prime della classe, a quota 13, c’è il Milan di Ganz, che rimonta lo svantaggio iniziale con la Roma ma che col punto raccolto si allontana di cinque lunghezze dalla vetta. Al “Vismara” partono meglio le undici di Spugna, che al 12’, dopo aver sfiorato il vantaggio con Andressa – provvidenziale la respinta sulla linea di Fusetti – sbloccano il punteggio con Serturini, servita proprio dalla fantasista brasiliana. Le giallorosse comandano il gioco nella prima frazione di gara, mentre il Milan fatica a gestire i palloni soprattutto in uscita. Al 40’ Greggi ha l’occasione per raddoppiare, ma la sua conclusione all’altezza del dischetto è centrale e Giuliani blocca senza problemi. Dopo l’intervallo il fronte si capovolge: le rossonere rientrano in campo con un altro approccio e al 48’ agguantano il pareggio. Thrige serve Grimshaw sulla fascia, la scozzese crossa in mezzo ma il pallone dopo aver baciato il palo si insacca alle spalle di Ceasar. Dopo appena tre minuti l’ex Thomas, servita da una giocata sopraffina di Boquete, si fa ipnotizzare dal portiere giallorosso e spreca un’enorme chance per ribaltare il match. Nella parte finale della gara è il Milan a rendersi più pericoloso e a sfiorare il 2-1; ma né il colpo di testa di Grimshaw al 76’ – alto sopra la traversa – né la conclusione di Giacinti al 90’ – respinta da un’attenta Ceasar – vanno a buon fine. Un gol e un punto a testa per il Milan di Ganz e la Roma di Spugna, con le giallorosse a -3 dalle rivali di giornata, ma con una partita ancora da recuperare (la sfida con l’Inter è in programma il 16 ottobre alle 14.30).

Altri tre punti infine per la Fiorentina di Panico, che vince 3-1 in rimonta sul campo del Verona. Nella sfida delle 12.30 sono le padrone di casa ad andare in vantaggio: al 19’ Cedeño buca la difesa viola e batte Schroffenegger. Le toscane però giocano meglio e al 37’ pareggiano il conto con Baldi: gran cross di Neto su calcio d’angolo e incornata vincente dell’attaccante classe 2000. Il Verona cala e le avversarie al 63’ approfittano dei troppi spazi a disposizione: Lundin sul filo del fuorigioco si invola verso la porta gialloblù, crossa in mezzo e Ambrosi nel tentativo di recuperare il pallone lo spedisce in rete beffando Keizer. Le padrone di casa non riescono più a reagire e all’80’ Lundin mette a referto il 3-1 finale, sul passaggio filtrante di Sabatino. Terzo successo di fila per la squadra di Panico, che ora è quinta in classifica con nove punti raccolti.

Sabato la sesta giornata del campionato di Serie A Tim Vision si er aperta a Bogliasco con la sfida tra la Sampdoria di Cincotta e l’Inter di Guarino. Una sfida inedita nella massima divisione femminile, visto che le blucerchiate sono alla loro prima stagione in Serie A. Dopo 3 minuti arriva il primo tap in vincente di Ajara Njoya ma l’arbitro segnala un fallo in attacco e annulla la rete delle nerazzurre. La Samp allora inizia subito a spingere e al 12′ è Tarenzi a sbloccare la partita: primo gol in stagione con la Sampdoria e 100esimo in Serie A. Nel giro di due minuti poi arriva anche il raddoppio di testa da calcio d’angolo con Re, anche lei alla prima rete stagionale: dopo un quarto d’ora di gioco è già 2-0 per la Sampdoria. Bel momento di gara per le blucerchiate che vanno a un passo dal 3-0 al 21′, ancora con l’ex Tarenzi (ma la segnalazione di fuorigioco annulla la rete) e di nuovo al 44′ sempre da calcio d’angolo. Il tris blucerchiato arriva comunque sul finire di gara e ancora con Tarenzi che fa 101; tre gol all’Inter e tre punti preziosi per le blucerchiate contro le nerazzurre che avevano subìto solo 3 gol nelle prime 4 giornate e mai da palla inattiva. Seconda vittoria in stagione per la Sampdoria dopo il successo nel match d’esordio contro la Lazio ma è la prima volta che le blucerchiate segnano tre reti in una singola partita del torneo.

Alle 14.30 è il turno di Lazio-Pomigliano e Juventus-Napoli. Al Fersini di Formello le biancocelesti del neo tecnico Catini trovano subito il gol al 10′ con il pallonetto di Andersen. E’ Rinaldi però che al 49′ riporta la situazione in parità e ridà fiducia al Pomigliano tanto da andare anche vicino al raddoppio al 65′. Poco dopo però il Pomigliano resta in dieci per l’espulsione di Ferrario ma un autogol di Foerdos regala comunque la vittoria alle ospiti. Le biancocelesti ci provano fino all’ultimo: al 94′ Visentin calcia ma arriva la risposta in due tempi di Cetinja che convalida la vittoria del Pomigliano.

A Vinovo la Juventus contro il Napoli inizia subito forte e nei primi 5 minuti è già 2-0 grazie alle reti di Caruso (dopo appena 26 secondi) e Cernoia. Settimana da ricordare, questa, proprio per Caruso che dopo il rinnovo di contratto firmato lunedì e il gran gol di mercoledì scorso contro il Servette si rende ancora decisiva. La Juventus è alla 30esima vittoria consecutiva e – almeno momentaneamente – riconquista la vetta solitaria della classifica, in attesa di proseguire la sfida a distanza col Sassuolo che sarà impegnato domenica alle 14.30 contro l’Empoli. La Lazio invece rimanda ancora l’appuntamento con la vittoria e resta a 0 punti, ultima in classifica. Situazione complicata anche per il Napoli che resta a quota 4 punti.

La Serie A TimVision tornerà nel weekend del 30 e 31 ottobre, per lasciare spazio alle gare della Nazionale contro Croazia e Lituania, valide per le Qualificazioni al Mondiale del 2023.

Risultati dei posticipi della 6ª giornata di Serie A TimVision 2021-22

  Hellas Verona-Fiorentina 1-3

19’ Cedeño (V), 37’ Baldi (F), 63’ aut. Ambrosi (F), 80’ Lundin (F)

 Milan-Roma 1-1

12’ Serturini (R), 48’ Grimshaw (M)

 Sassuolo-Empoli 3-2

5’ Cantore (S), 58’ Dubcova (S), 65’ Cantore (S), 70’ Bardin (E), 74’ Cinotti (E)

Sampdoria-Inter 3-0
12′, 83′ Tarenzi (S), 15′ Re (S)

Juventus-Napoli 2-0
1′ Caruso (J), 5′ Cernoia (J)

Lazio-Pomigliano 1-2
10′ Andersen (L), 49′ Rinaldi (P), 81′ Foerdos aut. (L)

 

Programma della 7ª giornata di Serie A TimVision 2021-22

Sabato 30 e domenica 31 ottobre

Empoli-Lazio

Inter-Juventus

Pomigliano-Hellas Verona

Fiorentina-Milan

Napoli Femminile-Sampdoria

Roma-Sassuolo




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *