Calcio – Il ritorno in campo di Serie A e serie B

Calcio – Il dado è tratto: ci siamo davvero: manca davvero pochissimo al ritorno in campo della Serie A, che segue la ripresa di Bundesliga e Premier. Sabato 20 toccherà invece alle prima partite di Serie A: in campo dalle 19.30, Torino-Parma e dalle 21.45 Verona-Cagliari.

Dal ministero della Salute è arrivato l’ok definitivo alla quarantena soft per le squadre di calcio professionistiche, l’atto che di fatto sana l’incompatibilità tra il protocollo Figc e il Decreto Legge del 16 maggio. Il provvedimento amministrativo ufficializza quanto anticipato nei giorni scorsi dal ministro dello sport, Vincenzo Spadafora; la nuova direttiva prevede, in caso di una positività,  l’isolamento del positivo e dei suoi contratti stretti e un test rapido per tutto il gruppo squadra nel giorno della partita, per consentire ai negativi di prendervi parte, con ritorno in isolamento a fine gara. Il che va a confermare quanto detto dal Comitato tecnico scientifico, che aveva già dato il suo parere positivo.

Con questo provvedimento la volata finale del campionato è praticamente garantita, con ulteriori stop che sono difficili da immaginare: “La circolare che regola la quarantena per le squadre professionistiche, così come da indicazioni del CTS, è un’ulteriore passo avanti per il completamento della stagione sportiva”: lo dichiara il presidente della Figc, Gabriele Gravina, dopo il varo ufficiale del nuovo protocollo anticovid per il campionato. “Ringrazio il ministro Speranza e tutto il Governo – aggiunge Gravina – Auspico adesso un grande senso di responsabilità, a partire dai tifosi che alimentano ogni giorno la passione per il calcio, e che si adottino comportamenti che non vanifichino gli sforzi fatti”.

Ma portiamo la nostra attenzione sul calcio giocato  sul ritorno del campionato con i recuperi della 25esima giornata di serie A senza dimenticare il ritorno in campo anche in serie B.

La prima gara ad aprire questa seconda fase del campionato è la sfida tra Torino e Parma. Se il Parma viaggia in posizioni tranquille di classifica, lo stesso non può dirsi per il Torino che deve guardarsi le spalle per non essere invischiato nella lotta per non retrocedere. Il Torino ha vinto solo due delle ultime 15 sfide contro il Parma nel massimo campionato (4 pareggi, 9 sconfitte), entrambe nella stagione 2014/15, in cui i ducali sono poi retrocessi in Serie B. La squadra di Longo arriva a questa sfida da sei sconfitte di fila in campionato: nella sua storia in Serie A non ha mai perso sette partite consecutive. Tutte le ultime tre partite del Parma hanno visto un solo gol realizzato (una vittoria e due sconfitte per 1-0) dopo che le precedenti sette avevano registrato almeno due reti. Da una parte il Parma non ha ancora trovato il gol su rigore in questa Serie A, dall’altra il Torino è la squadra che ne ha subiti di più dal dischetto finora (sette). Andrea Belotti del Torino ha incontrato cinque volte il Parma in Serie A realizzando una sola rete, nel match più recente. Inoltre, dovesse segnare, diventerebbe l’unico giocatore ad andare in doppia cifra in ciascuna delle ultime cinque stagioni.

A seguire sempre questa sera un Verona-Cagliari in cui i due club si possono dire abbastanza soddisfatti del cammino fatto sinora. Certamente il Verona che è andato oltre le aspettative con l’attuale ottavo posto in classifica. I sardi a quota 32 dormono sonni abbastanza tranquilli. Verona e Cagliari hanno pareggiato 1-1 il match d’andata di questo campionato: in 14 precedenti edizioni di Serie A in cui le due squadre si sono incontrate, solo una volta hanno terminato entrambe le sfide stagionali in parità (nel 1972/73). Il Verona è imbattuto da 10 partite interne contro il Cagliari in Serie A (7 vittorie, 3 pareggi), inclusi quattro successi nelle ultime quattro. Il Cagliari è l’unica squadra che il Verona ha incontrato più di 10 volte in Serie A senza mai riuscire a segnare più di due reti in un singolo incontro. Il Verona ha vinto tutte le ultime tre partite casalinghe in campionato: in Serie A non fa meglio dal 2013 quando raggiunse quota sei, con l’ultimo di questi successi interni proprio contro il Cagliari. Quattro pareggi e sette sconfitte nelle ultime 11 partite di campionato per il Cagliari. Il giocatore del Cagliari, Giovanni Simeone, ha segnato sei gol in questa Serie A, eguagliando il suo bottino di reti dello scorso campionato; tuttavia, l’ultima marcatura esterna dell’argentino risale alla prima trasferta stagionale contro il Parma: 11 partite fuori casa di digiuno, suo record negativo nella competizione.

Domenica sarà la volta di un incontro che prevede “faville”. L’Atalanta vuole proseguire nella sua rincorsa a un posto Champions anche per la prossima stagione, mentre il Sassuolo di De Zerbi vuole migliorare l’attuale posizione di metà classifica. La formazione di Gasperini ha vinto le ultime cinque gare contro i neroverdi in Serie A: il Sassuolo potrebbe diventare la prima squadra a perdere tutte le sei partite disputate nelle ultime tre stagioni contro una singola avversaria nella competizione (in questa giornata potrebbe accadere anche alla Sampdoria contro l’Inter). L’Atalanta va a segno da 13 partite consecutive in Serie A (40 gol): parziale in cui ben quattro volte ha realizzato almeno cinque reti. I bergamaschi hanno segnato 70 gol finora in campionato. Il Sassuolo ha vinto solo una delle ultime 17 partite di Serie A (5 pareggi e 11 sconfitte) in cui ha affrontato una squadra che si trovava nelle prime quattro posizioni in classifica ad inizio giornata: proprio nella gara più recente contro la Roma a inizio febbraio. Duván Zapata è andato a segno in ciascuna delle sue tre presenze di Serie A con la maglia dell’Atalanta contro il Sassuolo; complessivamente ha rifilato cinque reti ai neroverdi: a nessuna squadra ne ha realizzati di più nella competizione.

Domenica alle 21.45 ecco il ritorno in campionato dell’Inter che dovrà riprendere il cammino spedito dopo le sconfitte in campionato  con la Juventus e l’eliminazione dalla Coppa Italia subita dal Napoli neo vincitore del trofeo.

L’Inter ha vinto le ultime cinque partite di campionato contro la Sampdoria; si tratta della striscia di successi in corso più lunga dei nerazzurri contro una squadra attualmente in Serie A. Dopo il successo sul Verona nell’ultima gara disputata in campionato, la Sampdoria potrebbe ottenere due vittorie di fila in Serie A per la prima volta dal marzo 2019. Questa sfida vede affrontarsi la squadra che è rimasta più minuti in vantaggio in questa Serie A (Inter, 1024) e quella che ci è rimasta meno (Sampdoria, 156). Antonio Conte ha perso le ultime due partite di Serie A, contro Lazio e Juventus: solo una volta il tecnico leccese ha registrato tre sconfitte di fila nella competizione, sulla panchina dell’Atalanta nel 2009. Fabio Quagliarella ha segnato cinque gol contro l’Inter in Serie A, l’ultimo nel 2017, con una rete, l’attaccante della Sampdoria raggiungerebbe Roberto Boninsegna al 17° posto nella classifica dei migliori marcatori nella storia della Serie A, a quota 163.

Dopo il recupero fra Cremonese ed Ascoli, la Serie B torna in campo per la 29^ giornata. Ad aprire il programma ieri sera al Picco Spezia ed Empoli.

Sette le gare in programma sabato. I primi a scendere in campo saranno Crotone e Chievo, con la squadra calabrese – seconda in classifica – che prima dello stop per coronavirus aveva vinto quattro partite consecutive. Dall’altra parte i veneti cercheranno di confermare la propria posizione in ottica playoff. Sempre alle 18 il Livorno ultimo in classifica ospiterà il Cittadella sesto, mentre il Trapani se la vedrà con il Frosinone, che prima dello stop aveva pareggiato proprio con il Livorno e perso con la Cremonese. Il Pescara, ko in 5 delle sei ultime gare disputate, ospiterà la Juve Stabia. A Salerno arriva invece il Pisa, che non vuole perdere le ultime speranze playoff. Il Cosenza, la cui ultima vittoria risale al 15 febbraio, affronterà la Virtus Entella. Il sabato di Serie B si chiude alle 20:30 a Pordenone, dove arriva il Venezia, scosso in settimana dal caso di positività di Felicioli.

Domenica, alle 18, la Cremonese di Bisoli – reduce dai successi su Frosinone e Ascoli – ospiterà il Benevento capolista, che ha 20 punti di vantaggio sul Crotone secondo e che in trasferta ha perso solo una volta su 13. Alle 20:30 l’Ascoli di Abascal, ko all’esordio in panchina, aspetta il Perugia che, prima dello stop, aveva ritrovato la vittoria (1-0 sulla Salernitana) dopo cinque sconfitte di fila.

Tra le partite più attese Trapani-Frosinone con i ciociari che devono conquistare i tre punti per riprendersi il secondo posto perso nell’ultima giornata a vantaggio del Crotone. Altro match interessante per la parte alta della classifica è quello fra Crotone e Chievo, che aprirà il sabato di Serie B. I calabresi, secondi, hanno vinto le ultime quattro gare giocate ed erano in grande forma prima della pausa forzata. I veneti, in trasferta, hanno perso solo tre volte su 14.

Pordenone-Venezia si giocherà grazie alla “Quarantena soft” e si preannuncia una partita di grande interesse visto l’antagonismo tra le due squadre. Prevista battaglia sportiva anche ad Ascoli dove è atteso il Perugia.

Il calendario della 29^ giornata di Serie B

Spezia-Empoli, venerdì 19 giugno, ore 17:30

Crotone-Chievo, sabato 20 giugno, ore 18

Livorno-Cittadella, sabato 20 giugno, ore 18

Trapani-Frosinone, sabato 20 giugno, ore 18

Pescara-Juve Stabia, sabato 20 giugno, ore 18

Salernitana-Pisa, sabato 20 giugno, ore 18

Cosenza-Virtus Entella, sabato 20 giugno, ore 18

Pordenone-Venezia, sabato 20 giugno, ore 20:30

Cremonese-Benevento, domenica 21 giugno, ore 18

Ascoli-Perugia, domenica 21 giugno, ore 20:30

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *