Calcio – In serie A al via la 35esima giornata

Calcio – Nemmeno il tempo di narrarvi della vittoria risicata della Juventus su una Lazio che ormai è costretta a giocare con i ragazzini della primavera che ecco tornare il campionato. Juventus e Lazio hanno giocato la loro sfida con le poche energie rimaste e acciaccate dai tanti infortuni. A risolvere la sfida sono stati gli episodi. Un palo esterno per i padroni di casa nel primo tempo con Alexandro, un palo interno di Ciro Immobile per gli ospiti ed il solito rigore ridicolo per una ridicola regola come  quella sul fallo di mano che ha dato la svolta alla partita. Dopo un minuto un errore difensivo di Luis Felipe sembrava aver chiuso la sfida  fatto barcollare la Lazio. A dieci minuti dalla fine Immobile si è guadagnato ed ha realizzato il rigore che ha regalato un finale emozionante con la Juventus alle corde ed una Lazio vicinissima al pareggio con una punizione del suo “sergente”.

A fine stagione la Juventus avrà meritato il suo scudetto ma per gli altri posti sarà il caso di ripensare ai rigori concessi e non concessi per falli di mano (o meglio sarebbe il caso di dire non falli di mano) con i difensori che invece di pensare a fermare gli attaccanti italiani devono pensare a nascondere le mani non potendo nemmno ripararsi il volto.

La 35esima giornata di Serie A al via con Atalanta-Bologna. Alle 21.45 in campo il Sassuolo e il Milan, un match che promette spettacolo tra due squadre in grandissima forma e che dopo la ripartenza hanno ottenuto un mare di punti. Per la squadra di De Zerbi è l’ultima chiamata per cercare di sognare ancora l’Europa League. Ma il campionato proseguirà anche mercoledì e giovedì.

ATALANTA-BOLOGNA, oggi ore 19:30

Nei padroni di casa Hateboer è squalificato e quindi quasi certo che sulle corsie agiranno Castagne e Gosens. Una delle (poche) incognite di formazione riguarda Pasalic. Il croato potrebbe affiancare Gomez sulla trequarti oppure essere schierato come interno di centrocampo con panchina iniziale per Freuler.

Dopo il turnover visto contro il Milan, Sinisa Mihajlovic torna ad affidarsi a molti dei soliti noti rossoblù. In attacco, titolari sia Palacio che Barrow. A sinistra c’è da registrare il turno di stop imposto dal giudice sportivo a Dijks. Mbaye sperava di ritrovare posto nell’XI titolare ma resta favorito a destra Tomiyasu con Denswil che agirà da difensore centrale. Possibile esclusione in attacco per Orsolini a vantaggio di  Skov Olsen.

SASSUOLO-MILAN, oggi ore 21:45

Rispetto alla formazione vista contro il Cagliari, De Zerbi ritrova Berardi e Magnanelli.  Dubbio in difesa con Peluso e Magnani che si giocano una maglia per affiancare Chiriches. Ferrari infatti è squalificato. Per il Sassuolo è l’ultima occasione per la rincorsa all’Europa.

In casa Milan Saelemaekers agirà ancora sulla corsia di destra con Rebic sul versante opposto. Conti-Calabria è un duello sempre vivo ma l’undici di partenza a Reggio Emilia dovrebbe essere lo stesso visto a San Siro pochi giorni fa soprattutto dopo la notizia legata a Zlatan Ibrahimovic regolarmente convocato per la sfida di Reggio Emilia

PARMA-NAPOLI, mercoledì ore 19:30

Nel Parma D’Aversa ritrova Darmian e Grassi, di rientro dalla squalifica. Il terzino è in vantaggio su Laurini mentre al centro della difesa c’è da valutare il recupero di Bruno Alves che è sempre in dubbio a causa di una contusione ossea. Anche Kucka è in forse. Pochi dubbi invece su Kulusevski e Gervinho.

Nel Napoli Mertens era uscito nel primo tempo della sfida contro l’Udinese e Milik, autore del gol del pareggio contro i bianconeri, è squalificato. Secondo le ultime da Castelvolturno: Mertens però dovrebbe essere schierato regolarmente al centro dell’attacco. Dietro rientra Di Lorenzo. In mediana sfida Demme-Lobotka.

INTER-FIORENTINA, mercoledì ore 21:45

Conte si lamenta e dopo il pareggio contro la Roma, torna titolare Romelu Lukaku che contro i giallorossi aveva firmato la rete del definitivo 2-2. Il re dei gol in trasferta cercherà di migliorare il proprio bottino anche in casa. In difesa potrebbe rivedersi Godin mentre sulle fasce laterali favoriti Moses e Biraghi. Alle spalle del tandem d’attacco ecco Borja Valero, ex di turno.

La Fiorentina appare rigenerata dopo una ripartenza sofferta e recupera Dragowski tra i pali. Rispetto alla gara contro il Torino, nella formazione titolare potrebbero trovare spazio Dalbert a sinistra e Duncan in mezzo. Se Ribery sarà in grado di recuperare andrà ad occupare l’altro posto in attacco al fianco di Kouamé.

LECCE-BRESCIA, , mercoledì ore 21:45

Il Lecce è pronto a giocarsi una delle chance decisive per la permanenza in serie A. Monitorato Babacar che non è al meglio. In difesa può possono rientrare Calderoni e Donati mentre a centrocampo indisponibile causa squalifica Petriccione. Favorito per il ruolo di regista di centrocampo Tachtsidis.

Nel Brescia il duo d’attacco Donnarumma-Torregrossa sarà confermato ma in mediana sarà assente Spalek per squalifica. Skrabb invece deve recuperare dall’infortunio che lo ha costretto  a lasciare il terreno di gioco contro la Spal.

SAMPDORIA-GENOA, mercoledì ore 21:45

E’ tempo di derby in quel di Genova e Claudio Ranieri deve, come tutti, gestire la fatica dei suoi dopo la splendida rimonta di Parma. In difesa dovrebbe tornare Colley con Chabot che, nonostante la rete segnata, scala in panchina. A sinistra favorito Augello mentre sull’altro versante c’è da capire se Depaoli agirà da esterno di difesa o di centrocampo. C. In attacco le candidature di Gabbiadini e Bonazzoli per un posto nel derby.

In casa rossoblù si è al settimo cielo dopo il trionfo nello scontro diretto col Lecce. Vincere anche il derby significherebbe mettere un mattone importantissimo sulla questione salvezza. Nicola come al solito può optare sia per la difesa a 3 che per la linea a 4. Sembra scontato il rientro di Biraschi. In attacco imprescindibile Pandev con Pinamonti in pole per un posto al fianco del macedone.

SPAL-ROMA, mercoledì ore 21:45

Il primo verdetto è stato emesso. La Spal è la prima retrocessa di questa stagione. Senza più obiettivi reali (se non quello di chiudere al meglio il campionato), Di Biagio può decidere chi schierare senza l’assillo del risultato. Rientra Valdifiori dalla squalifica. Tnjov, Cerri e Di Francesco sono tre nomi che potremmo trovare in campo dal primo minuto.

Impegno sulla carta semplice per la Roma di Fonseca che va a far visita alla già retrocessa Spal. Dzeko, protagonista contro l’Inter, può lasciar spazio a Kalinic. Stesso discorso per Pellegrini che sarebbe sostituito da Carles Perez. In difesa out Ibanez per un problema all’adduttore. Cristante favorito per un posto in mediana al fianco di Veretout.

TORINO-VERONA, mercoledì ore 21:45

Ostacolo ostico per il Torino. Nella linea a tre di Longo ci dovrebbe infatti essere ancora Lyanco con Nkoulou e Bremer. In mediana c’è Lukic squalificato. Pronto a tornare quindi Rincon. Ansaldi invece è in pole su Ola Aina. Dietro al duo Zaza-Belotti si scalda Verdi, in vantaggio su Berenguer.

Assenza pesante in mezzo al campo per i gialloblù di Ivan Juric. A Torino infatti mancherà Amrabat, uomo chiave per l’equilibrio tattico del Verona. Pronto quindi all’arretramento Pessina che in passato è sempre stato schierato in caso di emergenza a centrocampo. Sulla trequarti può ritrovare una maglia da titolare Verre mentre in attacco si dovrebbe rivedere Di Carmine.

UDINESE-JUVENTUS, giovedì ore 19:30

Le uniche possibili rotazioni per Luca Gotti sono in difesa. Calendario non semplice quello dell’Udinese che dopo il Napoli, incontra una Juventus al primo match point Scudetto. I friulani riabbracciano Okaka che rientra dalla squalifica. A sinistra dovrebbe rivedersi Sema mentre in difesa Ekong o Samir potrebbero sperare di rientrare almeno a partita iniziata.

Contro l’Udinese mancherà infatti Leonardo Bonucci causa squalifica. Rugani dovrebbe essere l’indiziato numero uno per sostituirlo. In mediana è pronto Pjanic mentre in attacco Bernardeschi rientra dalla squalifica e andrà come sempre ad occupare il settore destro nell’attacco bianconero.

LAZIO-CAGLIARI, giovedì ore 19:30

La Lazio va alla ricerca della conquista aritmetica della Champions, cercando di finire nel migliore dei modi una stagione comunque più che positiva. In difesa rientra Patric ma con Radu fuori per il resto della stagione, è presumibile che Acerbi venga definitivamente dirottato a sinistra. Lukaku e Jony si contendono una maglia mentre si attendono buone notizie sul recupero di Luis Alberto che tanto è mancato alla Lazio a Torino.

Cagliari, Zenga rilancia Simeone

Contro la Lazio però il ‘Cholito’ Simeone pare destinato a tornare titolare. Stesso discorso per Ionita, di rientro dalla squalifica. In difesa out Carboni che ha rimediato la seconda espulsione in 6 gare. Due le alternative: o l’inserimento di Klavan o l’arretramento di Lykogiannis con Mattiello ancora sulla corsia sinistra.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *