Calcio laziale – Pareggio per l’Anzio, brutta sconfitta per il Nettuno e Falasche Lavinio

Calcio – Nell’esordio casalingo della nuova stagione, l’Anzio non va oltre lo zero a zero contro la neo promossa Aranova. La gara non offre particolari emozioni e dona scarse azioni di rilievo. Dopo 19′ il taccuino segnala il primo sussulto ed è l’uscita “bizzarra” del portiere ospite che fuori dall’area prende la palla con la mano, evitando così all’attaccante anziate Camilli di poter andare solitario in porta. Gli anziati gridano all’espulsione ma il direttore di gara sventola all’estremo difensore il cartellino giallo. La prima azione degna di cronaca arriva alla mezzora ed è di marca anziate: dalla destra Marino disegna un cross per Camilli che con una mezza girata impegna a terra Ceccucci. Brividi per l’Anzio all’11’ quando Camilli appostato sul primo palo svirgola il tiro dalla bandierina di Italiano, con Rizzaro che si trova per sua fortuna la palla tra le braccia. Nel finale, al 46′, il nuovo entrato dell’Aranova Mastromatteo ha la possibilità di decidere il match da una buona posizione, ma la sua conclusione dal limite finisce alle stelle.

ANZIO – ARANOVA 0-0

ANZIO (4-3-3): Rizzaro; La Monaca, Poltronetti (25’st Pucino), Martinelli, Lommi; Marino (31’st Pangallo), Prati, Visone; Nanni (34’st Riitano), Camilli (16’st Ludovisi), Giordani (44’st Florio). A disp.: Trombetta, Andreoli, Floris, Di Magno. All. Guida

ARANOVA (4-4-2): Ceccucci; Francaviglia, Tartaglione, Pucci, Monfreda; La Ruffa, Savarino, De Maio, Rossi (42’st Rosati); Bussi, Italiano (22’st Mastromattei). A disp.: Rasicci, Rosalba, Franceschetti, Filippi, Pugliese, Gritta, Piano. All. Bernardini

ARBITRO: Mattacola di Frosinone
ASSISTENTI: Caretti di Roma 1 – Pellegatta di Roma 2

NOTE – Ammoniti: Ceccucci, La Ruffa, Martinelli, Guida, Monfreda, Tartaglione. Angoli: 3-7.Fuorigioco: 5-3. Recupero: 1’pt, 4’st

Brutta sconfitta invece quella della Virtus Nettuno a Monterotondo.

Buona invece la seconda per il Montespaccato Savoia che si impone per 3-1 contro la Virtus Nettuno. Grazie infatti alla doppietta di Catese, intervallata dal gol di Gambale, i padroni di casa si issano in vetta al girone A insieme all’Unipomezia, anch’esso a punteggio pieno.

Dopo aver chiuso il primo tempo sullo 0 a 0, anche grazie a un rigore calciato alto dall’attaccante di casa Gambale, nella ripresa arriva immediatamente il vantaggio del Montespaccato con Catese. Otto minuti dopo Gambale si fa perdonare l’errore dal dischetto portando il risultato sul 2 a 0, mentre alla mezzora di nuovo Gambale mette al sicuro il risultato firmando la terza rete dei padroni di casa. A tempo ormai scaduto la rete di Nardini, che mette a segno il gol della bandiera.

Il prossimo turno prevede la sfida casalinga contro il Villalba, formazione ancora ferma a quota zero in classifica dopo le sconfitte contro FalascheLavinio e Vigor Perconti.

A proposito di FalascheLavinio brutta sconfitta a Pomezia…..

Il Falaschelavinio esce sconfitto dal “Comunale” di Pomezia, contro l’Unipomezia, con il punteggio di 4 – 1. Un risultato troppo pesante per quello che i ragazzi di mister Sgarra hanno fatto vedere sul campo. Sono stati gli episodi a decide la gara in favore degli uomini di mister Grossi, che hanno approfittato di un paio di ingenuità degli avversari.

Primo tempo molto divertente e ricco di occasioni da gol. La prima azione degna di nota arriva al 6’, diagonale da destra di Gomez e palla alta. Al 10’ sugli sviluppi di un corner, destro da fuori area di capitan Valle e Barrago blocca. Al 14′ si sblocca il punteggio. Tiro cross Busto da sinistra, il pallone prende uno strano effetto e va a infilarsi all’angolino lontano dove Barrago non arriva. Immediata la reazione del Falaschelavinio che si butta in avanti in cerca del pareggio. Al 17’ azione corale degli anziati, Gennari viene atterrato in area da Busti ma il direttore di gara lascia correre, tra le proteste della panchina. Sul capovolgimento di fronte Laghigna da destra calcia a botta sicura ma il suo sinistro viene deviato in corner. Al 21’ sinistro da fuori area di Busto e palla fuori di poco. Al 25′ destro da posizione defilata di Valle, blocca Barrago. Due minuti dopo cross da sinistra di Busso, testa Laghigna, fuori poco. Al 28′ Zimbardi lanciato a rete viene atterrato in area da Marchetti, il direttore di gara decreta il calcio di rigore e ammonisce il difensore pometino. Dal dischetto va Seferi ma Francabandiera intuisce e respinge. Il Falaschelavinio non demorde e malgrado l’occasione sprecata comincia a farsi pericoloso. Al 37’ cross di Desideri, Zimbardi controlla a centro area ma calcia alto da buona posizione. Allo stesso minuto diagonale di Ciraulo dal limite, blocca Francabandiera. Un minuto più tardi Seferi semina il panico in area avversaria, tiro cross di destro e la palla viene respinta dalla traversa. Al 40’ numero di Seferi in area, a tu per tu con Francabandiera, conclusione di destro ma l’estremo difensore respinge. Al 42′ arriva il raddoppio dell’Unipomezia, destro dal limite di Valle e palla in rete a fil di palo. 46’ ancora Seferi protagonista, il numero 7 crea il panico nella difesa pometina, se ne va a destra, rientra sul sinistro, calcia in porta ma il pallone termina di poco a lato. Al terzo minuto di recupero occasione per gli anziati, scontro tra Francabandiera e Renelli, Fraschetti prende il pallone, controlla e calcia ma il suo sinistro viene bloccato sulla linea da Francabandiera.
Nella ripresa dopo dieci minuti noiosi arriva il terzo gol dell’Unipomezia. All11’ Busto serve Tounkara, destro in area e gol. Al 19’ anziati vicini al gol, cross da sinistra di Sagnotti, testa del giovane 2002 Neroni e la palla viene respinta dalla traversa. Mister Sgarra le prova tutte per accorciare il distacco e schiera i suoi con un inedito 4-2-4, con in linea mediana il 2000 Vitolo e il 2002 Neroni. In tutto questo l’Unipomezia ha più spazio per offendere. Al 26’ destro di Busto dal limite, blocca Barrago. Due minuti dopo Gomez affonda sulla destra mette al centro, conclusione Laghigna, traversa. Al 31’ azione personale di Laghigna, che parte da metà campo ma dal limite calcia alto. Al 32′ il Falaschelavinio va a segno con capitan Seferi, ancora un’azione personale del numero 7, che salta Marchetti entra in area e di destro supera Francabandiera. Un minuto dopo cross di Romondini, testa Laghigna, para Barrago. Al 34’ ci prova da fuori il più giovane in campo, Neroni, ma il suo sinistro da fuori termina a lato. Al 41’ cross da destra Gomez, sul secondo palo girata al volo di Laghigna, fuori poco. Al primo minuto di recupero arriva la quarta rete dei pometini, Laghigna controlla in area si porta la palla sul sinistro, conclusione a fil di palo e gol. Al 47′ ci prova anche Ramceski ma il suo destro potente viene respinto da Barrago.

Unipomezia: Francabandiera, Maruno, Casciotti (36’pt Renelli), Busti, Marchetti, Romondini, Gomez, Tounkara (29’st Ramceski), Valle (15’st Rosano), Laghigna, Busto. A disp. Chiriac, Palma Akwa, Albanesi, Morelli, Sale. All. Grossi.
Falaschelavinio: Barrago, Capolei (17’st Neroni), Sagnotti, Mastrogiovanni Gianluca (43’pt Fraschetti), Desideri, Viola, Seferi, Battaglia (7’st Vitolo), Zimbardi, Ciraulo (3’st Vellitri), Gennari (22’st Lopez). A disp. Di Maio, Mastrogiovanni Simone, Alessandro, Migliorini. All. Sgarra.
Arbitro: Gambuzzi di Reggio Emilia (Assante, Ceci).
Note: ammoniti Marchetti, Valle, Vellitri, Seferi, Fraschetti. Corner 3 a 2 per l’Unipomezia. Recupero 3′, 4′.

Unipomezia – Falaschelavinio 4-1
14’pt Busto, 42’pt Valle, 11’st Tounkara, 32’st Seferi, 46’st Laghigna




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *