Calcio – Nations League: 2-0 alla Bosnia, Italia qualificata

18

Nations League – L’Italia si è qualificata per la final four di Nations League, che si giocherà ad ottobre 2021 a Milano e Torino. Nell’ultima partita giocata a Sarajevo gli azzurri hanno battuto la Bosnia 2-0 e chiuso il girone al primo posto.

Dunque l’Italia ha sfoderato un’altra prestazione convincente, contro una squadra meno quotata della stessa Polonia, ma che in campo ha fatto una miglior figura. Migliore in campo Insigne, con un’altra prestazione da autentico leader ed ottima anche la prestazione di Locatelli, bravo Donnarumma l’unica volta in cui è stato chiamato in causa, impossibile non menzionare Belotti e Berardi, autori dei due gol che hanno garantito il primo posto.

La differenza tra le due squadre è messa in evidenza anche dalle statistiche. Gli azzurri fanno registrare il 62 per cento di possesso palla, collezionano 15 tiri, di cui 4 in porta rispetto ai 7 in totale della Bosnia e anche 8 corner contro 3. L’Italia non perde una partita dal 10 ottobre 2018 e sono quindi 22 le gare utili consecutive. Due anni interi senza sconfitte. Questa di Sarajevo è la quinta trasferta senza subire gol: non accadeva dal 1972 al 1974, quando in panchina c’era Ferruccio Valcareggi.

In avvio di partita  l’Italia prende in fretta il controllo del gioco, trova il gol al 22′ con Belotti che con sei reti diventa il più prolifico marcatore nella attuale gestione tecnica. Il gol nasce da un recupero di Locatelli che innesca Insigne che prima scatta poi serve un super assist per il centravanti del Torino che insacca quasi in spaccata al volo di piatto in diagonale. Lo stesso Belotti che aveva avuto due occasioni in precedenza, al 6′ (sinistro a lato di controbalzo dopo cross di Berardi dalla destra e ponte di testa di Emerson) e al 15′ (colpo di testa a lato). Berardi, su gran giocata dello stesso Belotti, ha sfiorato il 2-0 con un sinistro molto potente respinto da Piric. Bosnia pericolosa due volte nel finale, bravo Donnarumma al 37 (destro di Prevljak che elude la marcatura di Acerbi), un po’ ingenuo Jorginho che si fa rubar palla da Corluka in area al 44′, ma Gojak (che gioca nel Torino) in area non trova la porta. In mezzo il 2-0 sfiorato da Insigne con un destro a giro alla sua maniera, dopo un controllo da applausi su un lancio improvviso di Barella.

Copione simile nella ripresa, l’Italia sfiora il 2-0 al 50′ nuovamente con Belotti (sinistro a lato), s’espone un po’ (Sanicanin va vicino al pareggio due minuti dopo su un cross di Pjanic sul secondo palo che Hadzikadunic rimette di testa all’indietro per il difensore). Al 23′ il gol sontuoso di Berardi, con una mezza girata mancina al volo su sfiziosa imbeccata di Locatelli. Sarà contento (anche) De Zerbi, che li allena al Sassuolo e che sta risultando determinante nella crescita di entrambi. La traversa di Bernardeschi (subentrato proprio a Berardi) in prossimità della conclusione è stato l’ultimo guizzo, con i padroni di casa rimasti in dieci per l’infortunio di Sanicanin uscito in barella e non rimpiazzato perché le cinque sostituzioni erano già state effettuate.
“A questi ragazzi – ha detto Evani – non posso che dire grazie”.

Collegato da casa via Skype, Roberto Mancini interviene su RaiSport per commentare la vittoria dell’Italia sulla Bosnia e il momento dei suoi azzurri. “Sarà sicuramente un bellissimo appuntamento – dice il ct riferendosi alla Final Four di Nations League , visto che lo ospiteremo in Italia, arriverà dopo gli Europei e nel giro di poco tempo avremo due grandi competizioni. Abbiamo la possibilità di fare bella figura, e cercheremo di riuscirci”. “Intanto devo ringraziare tutti i ragazzi . aggiunge Mancini – e anche quelli che, come me, non c’erano: in due anni siamo riusciti a fare un grande lavoro”.

L’auspicio del ct dell’Italia è ora che “i giovani giochino, ce ne sono di molto bravi nell’under 21, che ha fatto bene in mezzo a tante difficoltà, e nell’under 20. Continuare a puntare sui ragazzi delle giovanili può essere molto importante.
Bastoni? Ha fatto tre partite in dieci giorni giocando sempre meglio. Può migliorare moltissimo, e diventare il nuovo Chiellini”.
Sarà difficile fare la lista dei convocati? “Era già difficile prima . risponde Mancini – e ora sono usciti tanti altri elementi. Sarà un problema, ma è meglio avercene, anche se fare la lista non sarà facile”.

Grazie alla vittoria con la Bosnia, l’Italia guadagna la “Final four” di Nations League da giocare in casa (tra Milano e Torino in ottobre del 2021), diventiamo testa di serie al sorteggio delle qualificazioni al Mondiale 2022 (il 7 dicembre) perché tra le prime 10 europee del ranking Fifa.

Frattanto anche il Belgio si è qualificato per la Final Four di Nations League battendo la Danimarca per 4-2, su cesso che gli ha permesso di vincere il Gruppo B. I ‘Diavoli Rossi’ sono andati in vantaggio con Tielemans al 3′ pt, la Danimarca (reduce da cinque vittorie consecutive) ha pareggiato con Wind al 17′ pt. Nella ripresa, all’11’ st Belgio in vantaggio con Lukaku, che si ripete al 23′ st. Un’autorete di Courtois a quattro minuti dalla fine riapre la partita ma un minuto dopo De Bruyne fa poker e il Belgio vince il girone con 15 punti lasciando i danesi e l’Inghilterra, che ha battuto 4-0 l’Islanda (doppietta di Foden), staccati di 5 lunghezze.

Per l’Italia in arrivo appuntamenti ambiziosi. Riusciranno gli azzurri a confermare gli ottimi risultati ottenuti sin ora quando affronteranno compagini più quotate? Ai posteri l’ardua sentenza!




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *