CALCIO – QATAR: MESSI FA 1000, L’ARGENTINA VOLA AI QUARTI

68

QATAR . Messi fa mille partite con un gran gol, l’Argentina vola ai quarti dove troverà l’Olanda.

All’Ahmad Bin Ali Stadium, l’Albiceleste di Scaloni ha superato l’ostacolo oceanico sbloccando il match al 35′ con un sinistro rasoterra dal limite dell’area di Lionel Messi, alla partita numero 1000 in carriera tra club e nazionale maggiore. Nella ripresa il raddoppio di Julian Alvarez al 57′ concretizzando la pressione altissima portata sul portiere australiano Ryan da De Paul. L’Australia ha riaperto i giochi al 77′ con un tiro di Goodwin deviato da Fernandez, ma non è bastato. Ai quarti sarà grande sfida contro l’Olanda di Van Gaal.

LA PARTITA

Avanti faticando, ma avanti. Il cammino ai Mondiali 2022 in Qatar dell’Argentina continua e ai quarti di finale incontrerà quello dell’Olanda dopo il 2-1 rifilato all’Australia agli ottavi in un match sofferto fino all’ultimo secondo. Lionel Messi e Julian Alvarez hanno firmato il successo, ma nell’ultimo quarto d’ora l’Australia ha fatto vedere le streghe al ct Scaloni con una parata decisiva di Emiliano Martinez su Kuol al 97′ che ha messo a rischio milioni di tifosi sudamericani.

Il grosso però l’Albiceleste lo ha fatto prima in una sfida che non è mai decollata dal punto di vista tecnico e del ritmo, ma che ha premiato la maggiore qualità dell’Argentina, paziente nel cercare la giocata giusta nel primo tempo e trovandola al 35′ al primo vero tiro in porta del match con Lionel Messi, dal limite, dalla sua mattonella con un sinistro sul secondo palo rasoterra che ha battuto Ryan dopo una combinazione involontaria con Otamendi. Il 94° gol con la nazionale maggiore per la Pulce, ma solamente il primo in una fase a eliminazione diretta del Mondiale.

Nel secondo tempo Scaloni ha cambiato subito le carte in tavola inserendo un centrale al posto del Papu Gomez e passando alla difesa a tre, ma è con un’azione di pressione altissima che l’Argentina ha raddoppiato; al 57′ Rodrigo de Paul ha aggredito il portiere australiano fino nella propria area piccola costringendolo a un errore tecnico che ha lasciato sui piedi di Alvarez la palla del raddoppio, scippandola all’estremo difensore. Un erroraccio da matita rossa per la retroguardia dell’Australia, a conti fatti decisiva, ma che sembrava aver chiuso la contesa con trenta minuti abbondanti di anticipo. Non è stato così.

Una conclusione sbilenca di Goodwin al 77′ è finita alle spalle di Emiliano Martinez con una deviazione fondamentale di Fernandez che ha messo fuori causa il portiere regalando un quarto d’ora di emozioni ed occasioni ai tifosi. Da una parte Lionel Messi ha sfiorato l’incrocio dei pali col sinistro mentre Lautaro Martinez, entranto al posto di Alvarez, si è divorato almeno tre occasioni da gol. Un brutto segnale, che non è diventato nefasto per due grandi interventi dell’Albiceleste: all’80’ Lisandro Martinez ha evitato il gol del Mondiale a Behich dopo lo slalom gigante del terzino australiano tra le maglie della difesa argentina, poi al 97′ è toccato alle braccia larghe di Emiliano Martinez chiudere lo specchio al giovanissimo Kuol a pochi passi da un clamoroso pareggio.

IL TABELLINO

ARGENTINA-AUSTRALIA 2-1
Argentina (4-3-3):
Martinez 7; Molina 6 (34′ st Montiel sv), Romero 6,5, Otamendi 6,5, Acuna 6 (26′ st Tagliafico 6.5); De Paul 7.5, Fernandez 6,5, Mac Allister 6,5 (34′ st Palacios sv); Gomez 6 (5′ st Lisandro Martinez 7), Messi 7,5, Alvarez 7 (26′ st Lautaro 5). A disp.: Armani, Rulli, Pezzella, Montiel, Foyth, Paredes, Rodriguez, Di Maria, Almada, Correa, Dybala. Ct.: Scaloni 6,5.

Australia (4-4-2): Ryan 5; Degenek 5 (27′ st Karacic 6), Souttar 5, Rowles 4,5, Behich 5,5; Leckie 6 (27′ st Kuol 6), Mooy 5,5, Irvine 5, Baccus 5 (13′ st Hrustic 6); McGree 5 (13′ st Goodwin 6,5), Duke 5,5 (27′ st Maclaren 6). A disp.: Redmayne, Vukovic, Deng, King, Wright, Atkinson, Hrustic, Devlin, Tilio, Mabil, Cummings. Ct.: Arnold 6.
Arbitro: Marciniak
Marcatori: 35′ Messi (Ar), 12′ st Alvarez (Ar), 32′ st Goodwin (Au)
Ammoniti: Irvine, Degenek (Au)
Espulsi: nessuno
Note: recuperi 2′ + 7′