Calcio – Russia 2018 – La Polonia vince ma è il Giappone ad andare agli ottavi

Russia 2018 – e venne il momento del Giappone…. Il Giappone, a cui bastava un punto per gli ottavi, passa anche con la sconfitta, visto il successo della Colombia sul Senegal. Saputo del risultato dell’altra partita, i giapponesi hanno cominciato nel finale a “congelare” la sconfitta, senza mai attaccare e tenendo palla per far passare il tempo soprattutto per non fare un fallo e rischiare il cartellino giallo. Tutto lo stadio a Volgograd ha fischiato, anche l’arbitro faceva chiari gesti di continuare. Poco fair play nella partita che passerà agli annali perché decide proprio il fair play; Giappone e Senegal sono pari in tutto a quota quattro, contano le ammonizioni: quattro contro le sei degli africani.

Japan’s players joke on the pitch during a training session on the eve of the Russia 2018 World Cup Group H football match between Japan and Poland at the Volgograd Arena on June 27, 2018 in Volgograd. (Photo by Mark RALSTON / AFP) (Photo credit should read MARK RALSTON/AFP/Getty Images)

L’Africa ha conosciuto tanti modi di uscire dai Mondiali di calcio. Ma quello che le mancava era di non mandare nemmeno una sua squadra agli ottavi di finale solo per il numero delle ammonizioni. È capitato al Senegal, nell’ultima giornata del gruppo H. La sconfitta contro la Colombia (1-0, gol di Yerry Mina su corner di Cuadrado), infatti, è arrivata in parallelo all’identico risultato ottenuto dal Giappone contro la Polonia (rete di Bednarek). Con i Cafeteros primi nel girone a 6 punti, asiatici e africani si sono ritrovati entrambi secondi, entrambi con 4 punti ed entrambi con 3 gol fatti e uno subito. E a quel punto il regolamento dice che si considera meglio classificata la squadra che ha collezionato meno ammonizioni nel torneo. Il Giappone ne ha 4, il Senegal 6 regola). L’Asia resta al Mondiale, l’Africa torna a casa.

Giappone-Polonia 0-1 tabellino:
MARCATORI: st 14′ Bednarek

GIAPPONE (4-4-2): Kawashima 6.5; H. Sakai 6,5, Yoshida 5.5, Makino 5.5, Nagatomo 6.5; G. Sakai 6, Yamaguchi 6,5, Shibasaki 6, Usami 6.5 (20′ st Inui 5.5); Okazaki 6 (2′ st Osako 5.5), Muto 5 (36′ st Hasebe 6). All. Nishino

POLONIA (4-2-3-1): Fabianski 6; Bereszynski 6, Bednarek 6.5, Glik 6.5, Jedrzejczyk 6; Krychowiak 5.5, Goralski 6,5; Grosicki 6.5, Zielinski 5.5 (33′ st Teodorczyk 6,5) , Kurzawa 6.5 (33′ st Peszko 6); Lewandowski 5. All. Nawalka

ARBITRO: Sikazwe (ZAN)

NOTE: AMMONITI: Makino




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *