Calcio – Russia 2018 quarti di finale: la Croazia vince ai rigori contro una grande Russia

Russia 2018: la sfida tra la squadra rivelazione del mondiale, la Russia, ed il Brasile d’Europa, la Croazia si è conclusa ai rigori dopo un incontro ricco di emozioni e giocato con cuore e grinta da entrambe le formazioni. La Croazia è tecnicamente più valida ma la Russia (partita come la cenerentola del mondiale davanti solo all’Arabia Saudita) è stata la vera rivelazione della world cup. Felicitazioni ai russi, applausi ai croati che speriamo di vedere in finale.

La Russia intera abbraccia i suoi eroici giocatori sconfitti soltanto dalla lotteria dei rigori.

Nello stadio di Sochi, tra Russia e Croazia il primo tempo si gioca su ritmi altissimi, senza esclusione di colpi: parte a tutta la Russia, che però fatica a rendersi pericolosa, alla lunga la Croazia prende in mano il comando delle operazioni, con i due genietti di centrocampo Modric e Rakitic. I padroni di casa, un minuto dopo la mezz’ora di gioco, trovano pero’ il gol grazie al bomber Cheryshev, che salta proprio Modric, si porta il pallone sul sinistro e, da circa 22 metri, batte Subasic con un gran tiro che manda il pallone a insaccarsi sotto la traversa. Lo stadio di Sochi è tutto per lui. Ma l’entusiasmo nasce e muore con l’azione dell’1-0, perché passano solo 8′ e i croati confezionano il pari: Mandzukic penetra dalla sinistra, mette al centro per l’accorrente Kramaric che, di testa, gira alle spalle di Akinfeev.

Nel secondo tempo è la Croazia ad andare più vicina alla segnatura al quarto d’ora con Ivan Perisic che, prima di uscire dal campo, raccoglie il pallone dopo una mischia in area dei russi e spara a colpo sicuro, colpendo il palo interno alla destra di Akinfeev, battuto nell’occasione. Incredibile la parabola assunta dalla sfera, ma i padroni di casa sono salvi e quasi tutto lo stadio tira un sospiro di sollievo.

Nei supplementari  all’11’ del primo prolungamento la Croazia va per la prima volta in vantaggio con un colpo di testa di Vida, che raccoglie un angolo dalla destra di Modric e insacca alla sinistra del portiere russo ed a questo punto quasi tutti pensano che la partita si chiuda qui ed invece, l’indomito orso russo non ha alcune intenzione di mollare. Decisivo il decimo minuto del secondo tempo supplementare quando  la squadra di Cherchesov  (lodevole nell’incitare i suoi ragazzi sino all’ultimo minuto) arriva al pareggio con un bel gol di testa. Lo realizza Fernandes (croce e delizia dei russi questa sera), raccogliendo una punizione dal limite di Dzagoev e infilando il pallone alla destra di Subasic, letteralmente sorpreso. Si va ai rigori e e comincia il tourbillon di emozioni, con i croati più precisi, Subasic che compie subito un miracolo, fermando il tiro dal dischetto di Smolov. Akinfeev lo imiterà dopo, ma la differenza la fa l’errore di mira di Fernandes che calcia fuori. Ivan Rakitic, come era avvenuto contro la Danimarca, regala la vittoria ai suoi ed eguaglia la semifinale conquistata esattamente 20 anni fa

Russia-Croazia 2-2

tabellino

MARCATORI: pt 31′ Cheryshev, 39′ Kramaric; pts 10′ Corluka; sts 8′ Fernandes

RUSSIA (4-2-3-1): Akinfeev 7.5; Fernandes 6.5, Kutepov 6, S. Ignashevich 6, Kudryashov 6; Zobnin 7.5, Kuziaev 6; Samedov 6 (8′ st Erokhin 6), Golovin 6.5 (11′ pts Dzagoev 6), Cheryshev 7.5 (21′ st Smolov 5.5); Dzyuba 6,5 (34′ st Gazinsky 6). Commissario tecnico: Cherchesov.

CROAZIA (4-2-3-1): Subasic 7,5; Vrsaljko 6 (5′ pts Corluka 7), Lovren 6.5, Vida 6, Strinic 6 (28′ st Pivaric 5.5); Rakitic 7.5, Modric 7,5; Rebic 6.5, Kramaric 7 (43′ st Kovacic 6), Perisic 6 (17′ st Brozovic 5); Mandzukic 6,5. Commissario tecnico: Dalic.

ARBITRO: Ricci (BRA)

NOTEAMMONITI: Lovren, Strinic, Vida, Gazinsky, Pivaric




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *