CALCIO – SERIE A – LA ROMA PASSA A VERONA

68

Roma – La Roma approfitta di un Verona in dieci per quasi un’ora di partita e sbanca a Verona negli ultimi minuti dell’incontro.  Risultato finale 1-3.

Un primo step importante in una settimana complicata che vedrà la Roma affrontare giovedì il Ludogorets in Europa League (con l’obbligo di vincere) e domenica il derby capitolino. I veneti ieri, hanno disputato una buona partita, passando in vantaggio Dawidowicz  poi espulso per una “violenta” entrata e su Zaniolo. , ma la grinta dei giallorossi ha fatto la differenza e al pareggio siglato da Zaniolo (finalmente..), si sono aggiunti i gol di un “coraggioso” Volpato a cui Mourinho ha voluto dare fiducia e quello di El Shaarawy che ha definitivamente sancito il risultato. Disponibili di nuovo Matic, Celik e Ibanez, è rientrato anche Zaniolo (davanti insieme ad Abraham e Pellegrini)  e sulle fasce ci sono Karsdorp a destra e Zalewski mentre in mezzo Camara (che sta facendo la differenza in ogni partita). Il Verona parte alla grande, la Roma cerca di far girare la palla e subito arriva il clamoroso errore di Abraham sotto porta: L’attaccante inglese salta Montipò in uscita ma a porta sguarnita di destro colpisce il palo. E secondo la “regola” di gol sbagliato, gol subito, subito dopo Dawidowicz sigla il gol del vantaggio del Verona, ma in chiusura del primo tempo, Zaniolo rimette a posto i conti: recupero ultraoffensivo di Camara su Tameze, Abraham colpisce nuovamente il palo ma sulla ribattuta c’è Zaniolo che deposita la palla in rete). Nella ripresa Mourinho toglie Cristante e inserisce El Shaarawy per dare più peso all’attacco e successivamente anche Belotti al posto di Zaniolo e Volpato per Zalewski, vuole vincere e se la gioca fino in fondo; il Verona, però, difende davvero bene, con grande cuore e la Roma fatica a trovare spazi anche perché le punte giallorosse fanno poco movimento. Matic colpisce di testa la traversa e non ci si aspettava ciò che è successo dopo pochi minuti: una “perla” di Volpato e la magia di Matic che manda in porta El Shaarawy, completano “l’opera” regalando 3 punti importanti per arrivare ad una settimana importante con il morale alle stelle.

 Mourinho

“A volte esco dal campo con la sensazione che si poteva fare di più, questa volta no, fare di più era impossibile” ed ha precisato; “Non stiamo pensando al derby di domenica, c’è prima il Ludogores, partita fondamentale per rimanere in Europa League”.