Calcio – Serie B – 30esima giornata all’insegna dei pareggi

Serie BE’ stata una giornata molto interessante quella odierna di serie B con partite emozionanti, divertenti e qualche espulsione di troppo:  molte le  reti.

Ben quattro i pareggi, di cui tre per 1-1, lo stesso punteggio maturato nell’anticipo tra Cremonese e Verona. 

I Palermo si ferma a Cosenza e ottiene solo un punto dopo essere stato a lungo in vantaggio: Sciaudone replica a Nestorovski che, al 90’,  non rispetta l’arhbitro contando i passi su punizione per la barriera e incassa la seconda ammonizione.

Risultato molto importante per il perugia di Alessandro Nesta che, trascinato da un super Verre, sconfigge il lanciato Livorno per 3 reti ad 1.. Il capitano degli umbri sblocca nella prima frazione e, dopo il raddoppio di testa di Carraro, chiude la sfida su rigore.

Nella lotta alla sopravvivenza nella serie cadetta , colpaccio esterno per il Crotone che conquista tre punti preziosi in in casa del Carpi (fanalino di coda). Una doppietta di Simy indirizza la sfida a favore dei calabresi, con Poli che accorcia a metà ripresa illudendo una rimonta per i tifosi del Carpi. Clamoroso 2-2, poi, tra Ascoli e Benevento. I padroni di casa trovano il doppio vantaggio con Ardemagni e la punizione di Ciciretti, ma nel secondo tempo subiscono la rimonta di Coda e Viola. Finale nervoso con i campani che chiudono in 9 per le espulsioni nel finale di Caldirola e Tuia.

Come segnalavamo è stata la giornata dei pareggi: Salernitana-Benevento (botta e risposta Bocalon-Djuric) con la squadra di Angelo Adamo Gregucci impegnata ad inseguire e il derby tra Cittadella e Padova: una magia di Capello sblocca al 52’, ma i ragazzi di Venturato – in virtù anche della superiorità numerica – ristabiliscono l’equilibrio a un quarto dal termine grazie al colpo di testa di Moncini. Polemiche sull’espulsione per un Padova che, già in pessime acque non appare perseguitato dalla ‘malasorte’.

SALERNITANA-VENEZIA 1-1

10′ Bocalon (V), 80′ Djuric (S)

SALERNITANA (4-4-1-1): Micai; Pucino, Migliorini, Gigliotti, Lopez (46’ Rosina); Casasola, Akpa Akpro, Di Tacchio, D. Anderson; Mazzarani (56’ A. Anderson); Djuric. All. Gregucci

VENEZIA (3-5-2): Vicario; Coppolaro, Modolo, Cernuto; Bruscagin (85’ Garofalo), Segre, Bentivoglio (50’ Schiavone), St Clair, Lombardi; Bocalon, Di Mariano (73’ Rossi). All. Cosmi

Ammoniti: Lopez (S), Modolo (V), Di Tacchio (S), Di Mariano (V), Gigliotti (S)

COSENZA-PALERMO 1-1

20′ Nestorovski (P), 36′ Sciaudone (C)

COSENZA (3-5-2): Perina; Capela, Dermaku, Legittimo; Bittante (75’ Baez), Bruccini, Palmiero (86’ Mungo), Sciaudone, D’Orazio; Tutino, Maniero (66’ Embalo). All. Braglia

PALERMO (4-4-2): Brignoli; Rispoli, Bellusci, Rajkovic, Aleesami; Moreo, Murawski (46’ Haas), Jajalo, Trajkovski (93’ Fiordilino); Puscas (75’ Lo Faso), Nestorovski. All. Stellone

Ammoniti: Dermaku (C), Murawski (P), Bellusci (P), Moreo (P), Jajalo (P), Rajkovic (P), Sciaudone (C)

Espulsi: Nestorovski al 90’

CITTADELLA-PADOVA 1-1

52′ Capello (P), 74′ Moncini (C)

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Drudi, Adorni, Benedetti; Settembrini (67’ Proia), Iori, Branca; Schenetti (67’ Bussaglia); Moncini, Finotto (82’ Diaw). All. Venturato

PADOVA (4-3-1-2): Minelli; Cappelletti, Ravanelli, Cherubin, Longhi; Serena (71’ Baraye), Lollo, Calvano; Clemenza (78’ Mazzocco); Bonazzoli, Capello (71’ Morganella). All. Centurioni

Ammoniti: Cherubin (P), Drudi (C), Lollo (P), Iori (C)

Espulsi: Cappelletti al 70’

Note: Iori si fa parare un rigore al 12’

PERUGIA-LIVORNO 3-1

38′, 62′ rig. Verre (P), 49′ Carraro (P), 65′ rig. Gori (L)

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel; Rosi, Gyomber, Sgarbi, Mazzocchi; Falzerano (88’ Ranocchia), Carraro, Dragomir; Verre (64’ Michael); Han (71’ Vido), Sadiq. All. Nesta

LIVORNO (3-5-2): Zima; Di Gennaro, Boben, Gonnelli; Valiani, Rocca, Giannetti (53’ Gasbarro), Luci, Porcino; Dumitru (78’ Canessa), Raicevic (63’ Gori). All. Breda

Ammoniti: Falzerano (P), Rocca (L), Gonnelli (L), Sadiq (P), Gyomber (P)

CARPI-CROTONE 1-2

19′ rig., 64′ Simy (CR), 68′ Poli (CA)

CARPI (4-4-1-1): Piscitelli; Rolando, Sabbione, Poli, Buongiorno (51’ Arrighini); Concas, Coulibaly, Di Noia (67’ Vitale), Piscitella (68’ Crociata); Mustacchio; Vano. All. Castori

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Curado, Vaisanen; Golemic; Sampirisi, Zanellato (75’ Molina), Barberis, Benali, Firenze (65’ Valietti); Simy, Machach (61’ Pettinari). All. Stroppa

Ammoniti: Firenze

Espulsi: Concas all’84’

ASCOLI-BENEVENTO 2-2

20′ Ardemagni (A), 38′ Ciciretti (A), 69′ Coda (B), 91′ rig. Viola (B)

ASCOLI (4-3-1-2): Lanni; Laverone, Brosco, Valentini, D’Elia; Cavion, Troiano, Frattesi (76’ Casarini); Ciciretti (76’ Baldini); Ardemagni, Rosseti (90’ Chajia). All. Vivarini

BENEVENTO (4-4-2): Montipò; Gyamfi, Tuia, Caldirola, Letizia (63’ Improta); Del Pinto, Viola, Crisetig (46’ Ricci), Bandinelli; Coda, Insigne (59’ Armenteros). All. Bucchi

Ammoniti: Troiano (A), Gyamfi (B), Tuia (B), Laverone (A), Coda (B), Ardemagni (A), Ciciretti (A), Brosco (A), Chajia (A), Improta (B)

Espulsi: Caldirola all’88’ e Tuia al 96’

Brescia-Foggia 2-1

Il Brescia supera per 2-1 il Foggia nel posticipo della 30esima giornata di Serie B e allunga in vetta alla classifica. Le Rondinelle hanno ora 3 punti di vantaggio sul Palermo secondo e soprattutto 5 sul Lecce terzo. Foggia che resta al terzultimo posto in piena zona retrocessione. Nel primo tempo rossoneri pugliesi in vantaggio dopo 5′ con Galano, il pareggio del Brescia al 32′ con Martella. Nella ripresa al 65′ Donnarumma firma il 2-1 definitivo ribadendo in rete un rigore da lui stesso calciato e respinto dal portiere Leali. Per il bomber bresciano è il gol numero 24 della stagione.

CLASSIFICA SERIE B
Brescia 53
Palermo 50
Lecce 48
Verona 47
Pescara 45
Benevento, Perugia 44
Cittadella 41
Spezia 40
Cosenza, Salernitana 35
Ascoli 33
Cremonese 32
Livorno, Crotone 30
Venezia 29
Foggia (-6) 27
Padova 24
Carpi 22

di Gius Dic




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *