Sport – Calcio femminile: Italia vincente contro la fortissima Svezia

Il calcio femminile continua ad offrire soddisfazioni ai tifosi italiani. Dopo aver ottenuto il pass per i mondiali (dopo 20 anni di attesa), le ragazze azzurre si sono tolte la soddisfazione di sconfiggere le quotatissime svedesi a Cremona. Una buona prestazione, un livello tecnico in ascesa e soprattutto compattezza di squadra e motivazioni a non finire per una squadra che appare in grado di ben figurare ormai con tutte le avversarie. Gran parte del merito va al CT azzurro, Milena Bertolini capace di dare un volto ed un gioco alla squadra italiana.
E’ una rete di Daniela Sabatino nella ripresa a regalare il successo alla nostre ragazze.
L’Italia è entrata in campo con un 4-4-2: Girelli e Sabatino di punta e sugli esterni Cernoia e Bonansea. La partenza delle azzurre è veemente e il movimento sulle corsie laterali ha sorpreso (e non poco) le ragazze scandinave costringendole a difendersi e a non avere la gestione del gioco alla base della loro forza invasiva.
La musica cambia nel secondo tempo: le azzurre affaticate perdono il pallino del gioco ed entrano in difficoltà ma, la buona sorte aiuta gli audaci ed allora…. ecco un contropiede, quindi una conclusione di Bonansea che ha messo in difficoltà la difesa svedese, su una ribattuta del portiere la Sabatino ha sfruttato l’occasione trovando il gol del vantaggio.

“Le ragazze sono state davvero brave, hanno interpretato benissimo la partita” -ha dichiarato in conferenza stampa la Bertolini- “la chiave è stata la compattezza. È impensabile non concedere niente ad una delle squadre più forti al mondo, siamo state un po’ fortunate ma ci siamo meritate questa fortuna con un’ottima prestazione. Questa era la prima partita di un percorso, sappiamo che c’è da lavorare, ma penso che potremo toglierci delle soddisfazioni”.” Cremona ha risposto bene, c’era un bel colpo d’occhio- ha continuato Bertolini- . Sentiamo l’interesse nei confronti del nostro movimento, in Italia c’è voglia di calcio femminile ed è importante non fermarsi”.
La Francia ed il suo mondiale ci aspetta!




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *