Barbara Garzonio nel nuovo roster biancorosso del Futura volley

Barbara Garzonio – L’avventura di “Baba”, dunque, prosegue per il secondo anno: la nativa di Gallarate ha saputo guadagnarsi l’approvazione di tutti già alla sua prima stagione di gioco in un campionato di A.

Formatosi pallavolisticamente nella fucina di talenti di Orago, il libero classe ’92 ha costruito la sua prima parte di carriera facendosi conoscere come una delle specialiste difensive più forti dell’intero panorama della Serie B: esordiente in B2 a soli 15 anni nel 2007 e salita di un piano nel 2010 sempre sotto l’egida di Orago, Barbara esce dalla provincia per approdare a Casalmaggiore, dove guadagna esperienza e la sua prima promozione in A2. Segue un biennio di “ritorno a casa” tra le file del Grima Volley, di casa prima a Tradate e poi a Gorla, quindi supera il Ticino per approdare al Red Volley Villata. E’ però l’avventura alla Properzi Lodi, iniziata nel 2015 e durata due stagioni, a proiettarla ai vertici della terza serie nazionale: due anni di successi a ripetizione, culminati nel 2016/17 con la promozione in A2 e la Coppa Italia di categoria. Lodi rinuncia alla promozione e riparte dalla Serie C, diverso è il percorso di Barbara che disputa un nuovo biennio di altissima classifica in B1: i campionati disputati con la Lilliput Settimo Torinese e con la Acciaitubi Picco Lecco si chiudono ai playoff promozione, e ne solidificano il ruolo di libero dominante in categoria. Il salto in A2 è storia recente ed arriva proprio con la chiamata della Futura del 2019: all’inizio collettivo poco convincente segue una clamorosa inversione di tendenza, e le imprese in seconda linea di Baba, oltre ad esaltare i supporter del San Luigi, aiutano a lanciare le Cocche verso la qualificazione alla Pool Promozione.

Abbiamo contattato il primo tassello del 2020/21 per una piccola intervista:

Ciao Barbara, puoi riassumerci cosa hai vissuto nella passata stagione, la prima in A2 per te e per la Futura?

“Il primo anno in A2 è iniziato per me con un grosso punto di domanda: d’altronde, chi aveva mai giocato in Serie A? Al di là del nostro inizio negativo, sentivo l’ansia di reggere la categoria e di poter stare a questo livello; siamo riuscite però a ribaltare tutto grazie al nostro impegno, e posso dire che la nostra prestazione in campionato è stata buona. Personalmente mi sento più “a livello” sia mentalmente che fisicamente: per questo devo anche ringraziare il lavoro dello staff, importantissimo lungo tutta la stagione”.

Quali sono, invece, le tue sensazioni riguardo quest’avventura che continua?

“Non so quali strade stia prendendo il mercato della Futura, ma di sicuro quel che abbiamo costruito l’anno scorso dovrà essere il punto di partenza del prossimo anno: la consapevolezza acquisita partita dopo partita ci aiuterà ad evitare un altro inizio altalenante, spero che verrà costruita una buona squadra e soprattutto che verrà a crearsi un bel gruppo. La voglia e l’entusiasmo, come sempre, sono al massimo… Non vedo l’ora di iniziare, non ne posso più di stare ferma!”

A tal proposito, come ti sei tenuta in forma in questo periodo?

“Abbiamo proseguito le sedute di allenamento in videoconferenza con il nostro preparatore Daniele, e da qualche giorno ho ripreso a correre in maniera costante. Ma soprattutto, ed è questo l’impegno più grande, cerco di mangiare il meglio possibile… Si fa quel che si può, insomma!”

Dario Cordella
Futura Volley Giovani
(foto Giovanni Pini)




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *