Basket Germani Brescia: l’ottimismo di Graziella Bragaglio

24

Graziella Bragaglio indica
la strada: “Tempo, lavoro, rispetto
e ottimismo: possiamo farcela!”

“Abbiamo bisogno di tempo ma il nostro mosaico prende forma giorno dopo giorno attraverso il lavoro, la cura dei dettagli, la dedizione, la passione e il sacrificio. Nonostante il momento sanitario che stiamo vivendo, possiamo farcela! E se sapremo stringerci e lavorare assieme, quello della Germani sarà un viaggio bellissimo”. Dopo poco più di tre settimane dall’inizio delle partite di campionato e di EuroCup, il presidente della Germani Brescia, Graziella Bragaglio, esprime il proprio pensiero sull’inizio di stagione della squadra biancoblu, senza dimenticare che il percorso è appena iniziato, che il lavoro da fare è ancora tanto e che remare verso un’unica direzione è l’unico modo per potersi togliere delle soddisfazioni.

“Il tempo è ciò di cui abbiamo bisogno e – ahimé – a volte si tende a farne l’uso peggiore – spiega il presidente della Pallacanestro Brescia -. Il concetto di tempo è un tema molto interessante e allo stesso tempo molto difficile da trattare, soprattutto per noi che siamo inseriti in un contesto sportivo. Difficilmente riusciamo a misurarlo, perché il tempo è soggettivo e dipende dalle sensazioni di ognuno di noi”.

“Tutti quanti oggi dovremmo provare a conoscere le forme di questo tempo – prosegue Graziella Bragaglio -. Mi spiego meglio: c’è un tempo per la scelta, un tempo per la costruzione, un tempo per l’assemblamento e un tempo per la conoscenza. E, infine, un tempo per realizzare e un tempo per portare al meglio questi quattro concetti”.

“Una delle barriere più comuni alla delusione del progetto sportivo è la falsa convinzione che una partita persa possa portare alla tristezza – spiega il presidente del club bresciano -. Il risultato fa parte di un mosaico che prende forma giorno dopo giorno attraverso il lavoro, la cura dei dettagli, la dedizione, la passione e il sacrificio. Solo analizzando queste cose capiremo come potrà essere il nostro viaggio”.

Per Graziella Bragaglio non c’è alcun dubbio sul fatto di essere felice e soddisfatta della nuova Germani: “Lo sono moltissimo! I poeti dicono che la felicità è un attimo e un momento irripetibile. Però questi attimi con il lavoro, l’autostima, il rispetto, l’ottimismo, la creatività, l’amicizia e il senso dell’umorismo si trasformano in un sentimento duraturo. Quindi tutti noi dobbiamo essere appagati per questo meraviglioso puzzle che ha preso forma e si sta plasmando settimana dopo settimana”.

Le chiavi che hanno portato al successo del progetto della Germani Brescia per il presidente continuano a essere sempre le stesse: “Creatività, sensibilità, estro e inventiva. Dobbiamo continuare ad agire concentrandoci sempre sugli obiettivi da raggiungere, trasformando i problemi in opportunità, superando la paura di sbagliare e canalizzando le energie creative. Inoltre è importante il ‘coinvolgimento’: dobbiamo continuare a provocare emozioni in tutti coloro che lavorano con noi e in tutti coloro che ci continuano a seguire con tanta passione”.

Il momento sanitario è tutt’altro che semplice ma l’ottimismo di Graziella Bragaglio va oltre le difficoltà: “Possiamo farcela! È questo il pensiero più importante che deve accompagnarci, il mantra che dobbiamo continuare a ripeterci. Eliminiamo gli atteggiamenti negativi, superando le paure del momento e immaginando che possano accadere cose positive. Ogni giorno dobbiamo mettere in atto un atteggiamento mentale positivo. Questo ci permette in ogni momento di mantenere uno stato d’animo tranquillo e costruttivo, sia nei rapporti tra di noi che verso gli altri. Possiamo farcela! Teniamolo a mente, nelle scelte che facciamo e nelle azioni che vogliamo intraprendere. Dobbiamo puntare su quelle che ci permettono di pensare positivo e quindi di trasformare un problema in un’opportunità”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *