Equitazione – Presentata l’edizione numero 87 dello CSIO di Roma Piazza di Siena

Equitazione – L’attesa degli appassionati di equitazione si è conclusa E’ infatti stata presentata l’edizione numero 87 dello CSIO di Roma Piazza di Siena – Master fratelli D’Inzeo organizzato da FISE e CONI/Sport e Salute. Nello splendido ovale all’interno di Villa Borghese la prima immagine che ha stupito giornalisti, autorità e sponsor presenti è stata l’eccezionalità del manto erboso dove, dal 23 al 26 maggio, si confronteranno i migliori binomi del jumping mondiale. Ma il concorso, come la passata stagione, ospiterà competizioni anche nella seconda area, quella del Galoppatoio a partire da lunedì 20 maggio. Nel 2019 il concorso romano dunque cresce ancora portando da quattro a sette le giornate di gara e eventi.

All’evento di presentazione sono intervenuti il Presidente del CONI, Giovanni Malagò e il Presidente della FISE Marco Di Paola. Un imprevisto impegno ha impedito la presenza dell’Assessore allo Sport, alle Politiche Giovanili e ai Grandi Eventi di Roma Capitale, Daniele Frongia.

Ricche di entusiasmo le parole del presidente del CONI, Giovanni Malagò: “E’ sotto gli occhi di tutti quanto in questi ultimi anni il concorso ippico di Piazza di Siena sia cresciuto come evento e per i nostri colori anche a livello sportivo come testimoniano le due ultime edizioni di Coppa delle Nazioni vinte dall’Italia. Questo è uno sport bellissimo dove gareggiano con identiche possibilità atleti giovani e chi giovane non lo è più e dove uomini e donne si confrontano insieme. Il CONI ha sdoganato le quote di pari opportunità a livello tecnico e dirigenziale e la FISE è il segno tangibile di questa strada. Il concorso ippico di Piazza di Siena cancella un altro luogo comune, quello che l’equitazione sia uno sport di elite. No, Piazza di Siena è aperta a tutti e l’equitazione non è uno sport per pochi, ma per tutti. Piazza di Siena cresce e sono molto contento di aver raggiunto con il Comune di Roma un accordo nel quale ci viene concessa la disponibilità della Casina dell’Orologio che diverrà un centro culturale prima, durante e dopo il concorso ippico. Venerdì poi, nel giorno della Coppa delle Nazioni, ho l’onore e il piacere di annunciare la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e che nella stessa giornata godremo anche quest’anno dello straordinario sorvolo delle Frecce Tricolori”.

Il presidente della Federazione Italiana Sport Equestri, Marco Di Paola, ha aggiunto nel suo intervento: “Da tre anni lavoriamo ad un nuovo progetto e mi sento di dire che questa è una scommessa vinta. Piazza di Siena è tornata ad essere una grande risorsa e di questo dobbiamo ringraziare tutti gli sponsor che ci supportano. Accanto a un team organizzativo stellare, quest’anno il concorso di Piazza di Siena è ancora una volta vetrina dei migliori cavalieri del mondo. In Coppa delle Nazioni tra le nove fortissime nazionali vedremo anche la grande novità di Israele. L’Italia schiererà un team d’eccellenza con Lorenzo De Luca, Bruno Chimirri, Luca Marziani e Riccardo Pisani. Tornerà come cavaliere Roberto Arioldi che a 63 anni si rimette in gioco a Piazza di Siena dopo essere stato il selezionatore della nazionale. Il nostro progetto di crescita continua con una vastissima proposta sportiva, promozionale, fino al Galoppatoio nell’area che abbiamo bonificato e inaugurato la passata stagione. Mi fa piacere segnalare che quest’anno abbiamo raggiunto un accordo per avere a Piazza di Siena un gruppo di detenuti del carcere di Rebibbia che si occuperanno di giardinaggio e di rendere più bella la cornice di tutta l’area. Qualcuno mi chiede se Piazza di Siena diverrà un evento multidisciplinare. Io dico che già lo è, con le attività promozionali e collaterali, e un torneo di Polo ospitato al Galoppatoio dal 20 al 22 maggio. E’ vero che una federazione del CONI abbia lo scopo principale quello di portare medaglie, ma resto convinto che i successi si raggiungono tramite una lavoro importante sull’ampliamento dei servizi alla base”.

E’ stata poi la volta di Diego Nepi (Event Director): “Nel programma di crescita del concorso ippico abbiamo come sempre riservato attenzione all’impatto ambientale. Abbiamo cominciato tre anni fa con la netta riduzione delle attività commerciali fino all’eliminazione delle strutture che impedivano la totale visione delle competizioni valorizzando Piazza di Siena nella sua piena valenza architettonica. La grande protagonista di quest’anno sarà la luce. La luce naturale che disegnerà una mappa di percorsi per il pubblico dentro e fuori Villa Borghese. Grazie alla disponibilità del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali renderemo poi omaggio a Leonardo Da Vinci ospitando quattro riproduzioni del leggendario Cavallo di Leonardo reinterpretate da altrettanti artisti italiani nell’ambito del Leonardo Project promosso da Snaitech”.

Come è stato più volte sottolineato nel corso della giornata, quella di venerdì 24 maggio si prospetta come una giornata davvero particolare. Infatti durante il trofeo più ambito, la Coppa delle Nazioni Intesa Sanpaolo, assisterà il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Per la gioia di grandi e piccini ci sarà una splendida sorpresa che accompagnerà la presenza del presidente Mattarella: spettacolo nello spettacolo, grazie all’Aeronautica Militare la Pattuglia Acrobatica Nazionale lo stesso pomeriggio tornerà a sorvolare Villa Borghese.

Lo scorso anno uno dei momenti più intensi è stato proprio il pasaggio degli  Aermacchi MB-339A della PAN che hanno disegnato in cielo il tricolore durante la premiazione dell’Italia vincitrice della Coppa delle Nazioni.

Sarà quindi ancora una delle eccellenze dell’Italia nel mondo, la Pattuglia Acrobatica Nazionale Frecce Tricolori a sottolineare l’internazionalità dell’evento romano attraverso uno spettacolo che è vanto e orgoglio dell’intera Nazione.

Cavalli e fantini di fama e le Frecce Tricolori con i loro magnifici piloti: saranno giornate indimenticabili per Roma, eventi tutti da seguire e da vivere nei prati di Villa Borghese e sui cieli della Capitale.

 

R. Dicembrino




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *