Europeo Under 19 maschile: l’Italia in rimonta sul Belgio, semifinali più vicine

24

BELGIO – ITALIA 2-3 (25-19, 25-18, 23-25, 16-25, 13-15)

BELGIO: Fischer 3, Brems 3, Peters 21, Van Lommel 11, Lallemand 12, Vanneste 16. Libero: Verstraete. Vandamme 2, Van Hoyweghen 1, Van Elsen, Plaskie. N.e: Robbe. All. Moyaert
ITALIA: Gardini 14, Maccabruni 1, Cortesia 16, Lavia 11, Cantagalli 8, Gargiulo 11. Libero: Federici. Recine 4, Sperotto, Panciocco 1, Motzo 8. N.e: Bussolari. All. Barbiero.
Arbitri: De Baar e Balandzic.
Durata Set: 24’, 23’, 26’, 22’, 17’.
Belgio: 8 a, 17 bs, 5 m, 28 et.
Italia: 1 a, 17 bs, 14 m, 33 et.

Gyor, Ungheria. Nel Campionato Europeo Under 19 maschile la nazionale italiana maschile ha colto una vittoria importantissima contro il Belgio 3-2 (19-25, 18-25, 25-23, 25-16, 15-13), tenendosi in piena corsa per le semifinali. Grazie al successo, infatti, agli azzurrini basterà un successo contro l’Ungheria (domani ore 18, diretta Laola1.tv qui) per avere la certezza di accedere ai match che nel weekend assegneranno le medaglie.
Nella partita di questa sera l’Italia ha cominciato malissimo faticando ad ingranare, mentre il Belgio ha imposto il proprio gioco. Dopo due set di grande sofferenza, i ragazzi di Barbiero si sono scossi ed hanno ritrovato alcuni meccanismi fondamentali come l’apporto del muro. La nazionale belga nel terzo parziale è riuscita a rimanere a contatto, mentre il quarto è stato un monologo azzurro. Tutto si è così deciso al tie-break, nel quale dopo una lunga battaglia la nazionale tricolore ha portato a termine una bellissima rimonta
Come formazione iniziale sono scesi in campo Maccabruni in palleggio, opposto Cantagalli, schiacciatori Gardini e Lavia, centrali Cortesia e Gargiulo, libero Federici.
L’inizio è stato tutto in salita per l’Italia che ha sofferto il ritmo del Belgio, non riuscendo a trovare continuità in attacco. Con il passare del gioco gli avversari hanno preso nettamente la testa e neanche gli ingressi di Sperotto e Recine hanno cambiato l’andamento del parziale (19-25).
Nella seconda frazione Barbiero ha confermato Sperotto e Recine, inserendo anche Panciocco. Il Belgio come nel primo set ha subito allungato, mentre gli azzurrini hanno cecato in tutte le maniere di rimanere a contatto. Gli sforzi di Cantagalli e compagni, però, non hanno prodotto gli effetti sperati e la nazionale belga si è imposta nettamente (18-25).
Nel terzo parziale il tecnico azzurro ha riproposto la formazione di partenza con la novità di Motzo al posto di Cantagalli. A differenza dei set precedenti l’Italia è partita meglio, riuscendo a contrastare gli avversari anche con il muro. Pallone dopo pallone gli azzurrini hanno preso sempre più vantaggio ed hanno mandato in crisi il Belgio che è scivolato indietro 16-11. Nel finale i ragazzi di Barbiero sono calati ed il Belgio si è riportato a contatto, dovendosi però arrendere (25-23).
Simile il copione del quarto set, gli azzurrini avanti e la nazionale belga costretta ad inseguire. Con pazienza e determinazione l’Italia ha stroncato le velleità di rimonta degli avversari, prendendo nettamente il largo (25-16).
Nel tie-break le squadre hanno lottato alla pari sino al 13-13, momento in cui i ragazzi di Barbiero hanno piazzato la zampata decisiva fondamentale per il prosieguo dell’Europeo (15-13).
RISULTATI e CLASSIFICHE (4a Giornata) – Pool I (Gyor): Bulgaria-Polonia 1-3 (23-25, 17-25, 25-23, 19-25), Ungheria-Russia 0-3 (14-25, 21-25, 22-25), Belgio-Italia 2-3 (25-19, 25-18, 23-25, 16-25, 13-15). Classifica: Russia 4V 11p, Italia 3V 7p, Polonia e Belgio 2V 7p, Ungheria 1V 2p, Bulgaria 0V 2p. Pool II (Puchov): Rep. Ceca-Francia 1-3 (25-23, 21-25, 23-25, 16-25), Finlandia-Slovacchia 3-1 (21-25, 25-19, 25-23, 25-22), Turchia-Romania 3-0 (25-22, 25-23, 25-15). Classifica: Turchia 3V 9p, Rep. Ceca e Francia 3V 8p, Finlandia 2 V 6p, Romania 1V 3p, Slovacchia 0V 2p.
CALENDARIO
27 aprile
Pool I: Russia-Bulgaria ore 15.30, Italia-Ungheria ore 18, Polonia-Belgio ore 20.30.
Pool II: Francia-Finlandia ore 15, Romania-Rep. Ceca ore 17.30, Slovacchia-Turchia ore 20.
FORMULA

Al termine della prima fase giocata con il consueto round robin le prime due classificate di ciascuna pool (a Gyor e Puchov) accederanno alle semifinali, mentre le terze e le quarte giocheranno per la classifica dal quinto all’ottavo posto con le ultime due che saranno invece eliminate. Tutti gli incontri della fase finale si svolgeranno a Gyor.

Le prime sei classificate della rassegna continentale conquisteranno poi la partecipazione ai Campionati del Mondo di categoria in programma dal 18 al 27 agosto in Bahrain, mentre le prime sette assieme all’Ungheria Paese Ospitante avranno la possibilità di partecipare all’European Youth Olympic Festival (EYOF) in programma a Gyor a luglio.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *