Formula 1, Gp di Turchia 2021: vince Bottas, cresce la Ferrari

45

Formula 1 – È la Mercedes di Valterri Bottas a tagliare per prima il traguardo di un “folle” Gp di Turchia 2021 di Formula 1, con la pista dell’Instanbul Park che, pur in assenza di pioggia, è rimasta umida per tutti e 58 giri, non consentendo quindi ai team di montare le slick.

VERSTAPPEN TORNA IN VETTA – Il pilota finlandese, al primo successo stagionale, dà una svolta alla sua stagione, che fino a qui era stata piuttosta opaca e costellata da errori, grazie a un gara dalla condotta esemplare. Al secondo posto Max Verstappen, il quale, in virtù di questo risultato, torna in vetta alla classifica del mondiale piloti con 262,5 punti, sorpassando Hamilton, quinto, dopo essere partito 11esimo per aver cambiato il motore (secondo a quota 256,5). Terza l’altra Red Bull di Perez; il pilota messicano è riuscito a sopravanzare il ferrarista Leclerc, proprio mentre quest’ultimo assaporava la possibilità di piazzarsi sul podio.

LE FERRARI – La Ferrari ha condotto una gara discreta, con Leclerc che per alcuni giri è stato anche in testa al Gp (soprattutto per aver ritardato la sosta). Positiva anche la gara dell’altro ferrarista Sainz, che partendo 20esimo, è riuscito a portare a casa l’ottavo posto. La casa di Maranello, in lotta per il terzo posto nel mondiale costruttori, grazie ai risultati ottenuti in questa gara accorcia sulla McLaren, che ora è distante solo 8 punti.

Il ferrarista Leclerc ha parlato a Sky Sport 24 dopo il 4° posto nel GP Turchia: “La delusione per il mancato podio c’è, mi avrebbe fatto bene salire sul podio. Non esistono miracoli in Formula 1, tutti lavorano per migliorare, ma io ho l’impressione che la Ferrari stia crescendo più degli altri team. Io penso sempre alla vittoria: sembra irrealistico, ma se mancano sei gara da qui alla fine della stagione, io punterò a fare sei vittorie”

La delusione per il mancato podio però c’è”, ammette Leclerc, intervistato da Carlo Vanzini e Davide Camicioli a Fiorano, in diretta a Sky Sport 24. “In una stagione così difficile, con tante occasioni perse e un po’ di sfortuna, mi avrebbe fatto bene salire sul podio – prosegue il pilota monegasco, 4° a Instanbul –. Battagliare per la vittoria era un rischio, sapevo anche io che avrei rischiato di perdere il terzo posto, ma quando ho un’occasione per vincere io provo sempre a sfruttarla. A quel punto pensavo solo a vincere, non è successo, ma avevamo tanta adrenalina”.

Splendida gara a Istanbul di Carlos Sainz: partito penultimo, lo spagnolo ha chiuso in ottava posizione, nonostante un problema al box che gli è costato qualche secondo di ritardo. Grazie a tanti sorpassi, specialmente nella prima parte di gara Sainz è riuscito a entrare in zona punti.

Ho fatto tanti sorpassi, li ho dovuto fare tutti perchè ero 19° dopo la prima curva. Ho spinto al massimo e mi sono divertito tanto. Quando si è asciugato è stato più difficile gestire la gomma, ma abbiamo fatto un gran passo nel finale e ho recuperato quanto perso al pit-stop. Non è un giorno per lamentarsi, vogliamo essere felici e contenti, anche se ho finito 3” dietro a Norris e mi costa un po’ a causa del pit-stop. Qualcosa c’è con il nuovo motore, lo dimostrano i risultati. Stiamo lavorando, abbiamo portato uno sviluppo a 7 gare dalla fine. Vogliamo vincere e non arrivare 4° e 8°, vogliamo attaccare e avere più gare così“.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *