Futura Volley Giovani fermata da Marsala

66

Volley – Serata storta per la Futura Volley Giovani , che cede il passo per 3-1 alla Sigel Marsala in un match che avrebbe potuto avere un risultato ben diverso. Se nelle prime due frazioni le squadre si sono scambiate i favori (16-25 Marsala il primo, 25-15 Busto il secondo), dal terzo set la partita è entrata nel vivo con le biancorosse sempre avanti nei finali: nel primo caso il +3 (22-19) è stato annullato dalla caparbietà difensiva di Demichelis (MVP a fine incontro) e compagne che hanno spinto il parziale fino al 27-29, nel secondo le Cocche hanno sprecato lo stesso vantaggio (23-20) mancando di cattiveria nel momento del bisogno e cedendo 24-26. Una prestazione che non si può considerare negativa per il team di coach Lucchini, fruttuosa in battuta (6 ace) e con una Carletti da 20 punti e 4 muri, ma non sufficiente a tenere testa alle ospiti guidate in fase offensiva da Ginnis (21) e Pistolesi (15). Tra tre giorni le biancorosse saranno impegnate nella trasferta più ostica del girone sul campo di Roma, ma non è troppo tardi per rialzare la testa.

PRIMO SET: La Futura scende in campo schierando Latham opposta a Nicolini, Giuditta Lualdi e Sartori al centro, Carletti e Michieletto in banda più Garzonio libero; Marsala risponde con le diagonali Demichelis-Soleti, Parini-Caruso, Ginnis-Pistolesi e Vaccaro libero. Il primo allungo è ospite grazie all’affondo di Ginnis (0-2), il +2 è conservato da Soleti (3-5); Busto fatica ad uscire dalla rotazione (out Michieletto, 3-8) fino al timeout chiamato da Lucchini (fast Lualdi e attacco out Sigel, 5-9). Un diagonale dubbio messo a segno dalle ospiti riapre il divario, la battuta di Parini bacia il nastro e vale il 6-13; Michieletto risponde con la stessa moneta (8-13), Lualdi subisce il muro del 10-18 che porta alla seconda sosta discrezionale dell’incontro. La Sigel non lascia scampo al gioco biancorosso mettendo in campo una grande difesa e portandosi avanti di 10 nel finale (11-21); Sartori e Michieletto tentano un disperato recupero (15-22), Marsala chiude però la frazione con il muro e l’attacco di Ginnis (16-25).

SECONDO SET: botta e risposta nelle primissime battute, Latham e Carletti costruiscono il primo vantaggio biancorosso (3-2); il turno al servizio di Latham porta le bustocche a +3 (5-2), l’ace di Carletti conferma il distacco (7-4); la fast potente di Lualdi vale il 9-5, la Sigel non demorde e si riavvicina fino al lob di Michieletto (11-8). Doppio colpo di Latham che mette a segno il 13-10, Carletti piazza il block-in del 15-11; Nicolini gioca d’astuzia per realizzare il 17-12, Busto difende moltissimo e Michieletto finalizza il 19-12 da posto 4. E’ di Sartori, invece, il 22-13 che indirizza definitivamente la frazione; nell’azione successiva Pistolesi è costretta ad uscire per infortunio. Ancora Sartori esplode il colpo del set point (24-15) e della chiusura del set (25-15).

TERZO SET: la primissima fase del parziale è tutta di marca siciliana, con coach Lucchini costretto a chiedere timeout sullo 0-4 e dopo 2 muri subiti; l’ingresso di Zingaro (su Michieletto) e di Sormani (in battuta per Sartori) coincide con l’immediato pareggio biancorosso, firmato di fatto da Carletti. Soleti riporta le sue a +2 (5-7), Lualdi accorcia con un gran servizio (8-9); Busto acciuffa il pari al punto 9 e, dopo l’obbligata resistenza ospite, mette la freccia con Carletti e Latham (13-11). Marsala non molla la presa e si riporta in equilibrio con Ginnis e Soleti (14-14), per poi tornare a condurre sfruttando il servizio (14-16); Carletti passa in pipe tra le mani del muro per un nuovo pari (17-17), l’uscita da timeout chiamato dalla Sigel porta le biancorosse avanti di 2 con il muro di Lualdi (19-17). Busto allunga ancora con la battuta vincente di Nicolini (22-19), un miracolo difensivo firmato da Zingaro e Garzonio non basta per evitare il 23-21; Marsala pareggia al punto 23 e trova per prima il set point, annullato da Latham (24-24). Nella lunghissima serie ai vantaggi è Pistolesi a trovare il mani-out che vale l’1-2 (27-29).

QUARTO SET: Zingaro rimane nello starting six, il murone di Lualdi vale il vantaggio biancorosso sul 3-2; controsorpasso ospite sull’attacco out di Latham (4-5), la Sigel arriva fino al 4-7 prima della sosta chiamata da Lucchini. La Futura esce dal torpore con l’affondo di Carletti e l’ace di Nicolini (7-10), Latham accorcia ulteriormente prima di un fallo di formazione ospite che riequilibra il punteggio (10-10). Sartori in block-in mette la firma sul mini-parziale di 7-0 che porta avanti la squadra di casa (12-10), Ginnis pareggia nuovamente (12-12); sul 14-14 Veneriano prende il posto di Lualdi, Latham piazza il diagonale che rimette in testa la Futura (16-15). Michieletto entra in campo al posto di Latham, il punteggio non si schioda dall’equilibrio fino al +2 firmato da Carletti in pallonetto lungo (19-17); ancora Carletti, stavolta a muro, realizza il 21-19. Sul 23-20 Futura sembra ripetersi l’incubo del set precedente, Lucchini ferma il gioco sul 23-22 messo a segno da Ginnis, Mazzon pareggia in uscita dalla sosta (23-23). Latham trova il set point (24-23) annullato da Marsala; Mazzon ribalta tutto e chiude il match in diagonale da posto 4 (24-26).

LE INTERVISTE

Federica Carletti (schiacciatrice Busto Arsizio): “Abbiamo perso 2 set ai vantaggi perché non siamo state ciniche; la nostra prestazione ha avuto alti e bassi, loro hanno giocato una bellissima partita. Il campionato è lungo quindi non è il caso di trarre conclusioni, dobbiamo però mettere nuovamente in campo tutto il lavoro che facciamo in palestra e dobbiamo aiutarci il più possibile per sbloccarci”.

Serena Zingaro (schiacciatrice Busto Arsizio): “Non stiamo esprimendo una brutta pallavolo, facciamo il nostro gioco ma manca sempre qualcosina; non è una questione tecnica o tattica, è un peccato perché si perde sempre per poche palle. Dobbiamo imparare a essere più cinici”.

Matteo Lucchini (coach Busto Arsizio): “Per usare una metafora al contrario, chi semina non raccoglie; sono deluso dal risultato ma non dai tentativi, è la seconda partita dopo Torino che ci troviamo con la palla del set in mano ma non riusciamo a concretizzare. È dura, perché quando si vede la squadra fare brutti set c’è problema, ma non è questo il caso; durante dei match così intensi come questo Latham ci lascia perché è ancora a corto di fiato. Ora c’è Roma dove possiamo comunque stupire, ma dobbiamo assolutamente ritrovare convinzione”.

TABELLINO:

Futura Volley Giovani – Sigel Marsala 1-3 (16-25, 25-15, 27-29, 24-26)

Futura Volley Giovani: Veneriano, Nicolini 5, Michieletto 6, Vecerina ne, Latham 14, A.Lualdi ne, Sartori 10, G.Lualdi 10, Sormani, Carletti 20, Garzonio (L), Zingaro 3. All. Lucchini. Battuta: errate 7, ace 6. Ricezione: 56% positiva, 32% perfetta, errori 3. Attacco: 36% positività, errori 9, murati 8. Muri: 10.
Sigel Marsala: Caserta 7, McCall-Ginnis 21, Nonnati, Mistretta ne, Mazzon 9, Demichelis, Parini 9, Vaccaro (L), Pistolesi 15, Colombano ne, Caruso 5, Soleti 11. All. Amadio. Battuta: errate 8, ace 3. Ricezione: 48% positiva, 29% perfetta, errori 6. Attacco: 42% positività, errori 11, murati 10. Muri: 8.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *