La Roma Volley club femminile conquista la a1

90

Volley – Era dalla Gierre Roma, dalla stagione ‘98/’99, che una formazione capitolina non figurava nel massimo campionato italiano femminile e l’impresa è stata compiuta dalle ragazze di Cristofani che solo due anni fa erano retrocesse in B1 per poi essere ripescate e rinascere più forti di prima.

Quello di Roma è un sogno che si avvera. La vittoria per tre set a zero (12-25; 23-25; 12-25) dell’Acqua & Sapone Roma Volley Club sulla formazione di Cutrofiano ha decretato con una giornata di anticipo la promozione in Serie A1. La notizia è arrivata al termine di poco più di un’ora di gioco denso di emozioni in cui le giallo-rosse – belle e concrete – hanno espresso una pallavolo di altissimo livello senza incontrare, eccetto nel secondo set, una resistenza importante delle padrone di casa.
Retrocessa e ripescata in A2 nel 2019 in seguito alla mancata iscrizione di alcune squadre, la formazione capitolina è riuscita in due anni a raggiungere un incredibile successo. Era dal 1998/99, dall’allora Gierre Roma, che una formazione capitolina non figurava in A1.

PAPA
Valeria Papa, capitana e schiacciatrice dell’Acqua & Sapone Roma Volley Club, commenta così l’impresa della formazione giallo-rossa: “Sicuramente quest’anno se c’è una certezza è che nessuno ci ha mai regalato niente. Siamo riuscite ad uscire ogni volta dalle difficoltà, dal covid agli infortuni e a tutti gli stop che hanno rallentato i nostri ritmi. Io l’ho sempre detto a tutti: stringiamo i denti perché alla fine sarà tutto più bello e sinceramente è stato così. Sono veramente contenta. Quando ho scelto di venire a Roma avevo in testa un solo obiettivo, quello della promozione e averlo raggiunto mi rende ancora più orgogliosa di tutto ciò che abbiamo fatto“.

MAFRICI
Andrea Mafrici, vice allenatore dell’Acqua & Sapone Roma Volley Club ha parlato dell’impresa di Roma: “Non è stato certo semplice arrivare a questo traguardo. Ma il covid e i problemi fisici che hanno interessato alcune ragazze non ci hanno fermato nella corsa verso l’obiettivo finale. Anche il fatto che il capitano Papa abbia giocato le ultime tre partite con un dito lussato ne è la prova: un messaggio che ha contribuiti a caricare tutta la squadra fino a coronare il sogno. La nostra forza? Sicuramente un roster di qualità che ci ha permesso di avere giocatrici con tanta esperienza sulle gambe e capaci di gestire situazioni di gioco più complesse accanto a talenti più giovani che sono sempre entrate in campo dando il massimo e raggiungendo altissimi livelli di gioco.”

MIGNEMI
Il direttore generale Roberto Mignemi ha dichiarato ai media:” Una squadra romana mancava da troppo tempo nel gotha del volley italiano e di questo siamo orgogliosi. Abbiamo fatto qualcosa di eccezionale, una vera impresa. Siamo davvero emozionati e vogliamo lavorare bene per il futuro. Siamo partiti con l’idea di lottare per un posto in A1 e subito alla prima partita abbiamo vinto contro la favorita numero 1 Pinerolo. Lì abbiamo avuto la conferma che poteva non essere solo un sogno. Ma è stato un campionato in generale molto combattuto, con tanti momenti importanti. Il 25 aprile la vittoria su Macerata ci ha dato la certezza che eravamo pronti a compiere qualcosa d’incredibile. E’ stata dura, visto gli stop e le ripartenze dovute al Covid, ma ci abbiamo sempre creduto. Siamo contenti del nostro gruppo, fatto di tante giovani di talento. Hanno meritato il salto di categoria ma ci muoveremo di sicuro sul mercato, soprattutto guardando a qualche giocatrice straniera. Ci siamo già mossi ma è troppo presto per fare annunci.

COGLIANDRO
Dopo aver indossato la maglia del Cuore di Mamma Cutrofiano, Asia Cogliandro si è affermata con i colori della Acqua & Sapone Roma Volley Club, conquistando la serie A1.“Nonostante le vicissitudini ce l’abbiamo messa tutta per centrare questo prestigioso traguardo – spiega Cogliandro. – Abbiamo dimostrato di essere un gruppo compatto superando ogni genere di avversità. Adesso penso a godermi questo trionfo di squadra in attesa di scoprire le carte del mio futuro”.
Mi sento una giocatrice di serie A1 e vorrei esprimermi in un roster che compete nel massimo campionato. Sono ancora giovane e intendo continuare il mio percorso di crescita misurandomi ai massimi livelli. Dedico questo successo ai miei nonni che, nonostante la distanza, mi sono sempre stati vicini, sostenendomi sempre e comunque. Per me si tratta di una grande rivincita. Dopo l’infortunio e l’intervento al ginocchio sono riuscita a riemergere contribuendo alla promozione della squadra” conclude la pallavolista




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *