LEN Champions League – Sfuma il sogno dell’ impresa per la Bpm Sport Management

Bpm Sport Management – Accarezza il sogno di un’altra storica impresa la Bpm Sport Management, ma dopo una gara giocata ad armi pari contro una delle corazzata d’Europa la squadra ospite s’arrende allo Jug Dubrovnik che mette le mani sulla gara e vince 9-8. Ciò che resta per la formazione di Baldineti è la certezza: quella di non aver sfigurato neanche contro una delle squadre più forti del continente e, per ora, unica formazione imbattuta del girone B. I Mastini a causa di questa sconfitta scivolano al secondo posto, ma dopo quanto visto in vasca ieri sicuramente il sette di Baldineti potrà lottare fino alla fine per sognare sempre più in grande anche in Europa.
La gara: la partenza è un vero e proprio show soprattutto per l’attacco della Bpm Sport Management che praticamente sul primo assalto passa subito in testa, con Di Somma che sfrutta l’uomo in più. I padroni di casa fanno pari, ma poi ci pensa Lungo a portare avanti i suoi prima del gol di Casasola che segna una delle reti più belle della stagione europea dei bustocchi: il centroboa infila in porta una sciarpa dai 5 metri che ha dell’incredibile. Lo Jug però c’è e i padroni di casa pareggiano. Lungo segna un rigore, quello del 3-4, poi gli ospiti fanno anche 3-5 ancora con l’ottimo Di Somma che segna di nuovo in superiorità. Il miglior momento dei bustocchi si trasforma però presto in sofferenza e 4 gol filati dello Jug, con due di Jokovic, ribaltano il match (7-5). In avvio di terzo tempo dopo quasi 11 minuti di digiuno è ancora capitan Luongo a fare la voce grossa e a riportare i suoi a -1. La rubata di Damonte fa volare Drasovic in contropiede e l’inevitabile fallo della difesa di casa porta al rigore trasformato ancora da Luongo che impatta la partita. La riposta dello Jug non tarda ad arrivare e Garcia riporta avanti i suoi sul finire del terzo tempo. Il quarto parziale però vede la risposta della Bpm Sport Management con Fondelli che indovina il passaggio a Drasovic che punisce con il suo missile l’errore della difesa di casa per l’8-8. Fatovic trasforma il rigore per l’ennesimo vantaggio croato, poi Dolce stampa il tiro del pari sulla traversa e sull’ultimo assalto i Mastini non trovano il gol del pari.

JUG DUBROVNIK 9
BPM SPORT MANAGEMENT 8

JUG DUBROVNIK: Popadic, Macan, Fatovic 1 (1rig), Loncar, Jokovic 2, Garcia 2, Lozina 2, Merkulov 1, Culina, Zuvela, Benic 1, Papanastasiou, Vukojevic. All.: Kobešćak.

BUSTO BPM SPORT MANAGEMENT: Lazovic, Dolce, Damonte, Alesiani, Fondelli, Di Somma 2, Drasovic 1, Bruni, Mirarchi, Luongo 4 (2rig), Casasola 1, Valentino, Nicosia. All.: Baldineti.

Arbitri: Mercier (FRA), Kun (HUN)

NOTE: parziali: 3-5; 4-0; 1-2; 1-1. Superiorità numeriche: Jug Dubrovnik 4/9+1rig; Bpm Sport Management: 3/9+2rig. Espulsioni per raggiunto limite di falli: DI Somma (B) nel quarto tempo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *