Master Group Sport Volley Cup A1-UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO – IL BISONTE FIRENZE 3-1 (25-19, 17-25, 25-22, 26-24)

26

volley il bisonte firenze 2
La Unendo Yamamay Busto Arsizio vince per 3-1 contro Il Bisonte Firenze e sorpassa in classifica la Metalleghe Sanitars, conquistando temporaneamente quell’ottavo posto fondamentale in chiave play-off, ottavo posto che proprio mercoledì sera sarà conteso nello scontro diretto tra le due formazioni al PalaGeorge di Montichiari. Le fiorentine non riescono a muovere la classifica, nonostante l’ennesima prova convincente. La fortuna non è dalla parte del team di Francesca Vannini, che resta sempre lontana dalla quota salvezza.

La partita contro il fanalino di coda toscano non è agevolissima per la UYBA, che inizia alla grande il match, ma poi si deve scontra con la voglia di rivalsa delle avversarie. La buona prova di Turlea e Usic in attacco e i miracoli difensivi di Parrocchiale garantiscono al Bisonte di pareggiare (1-1) e di giocare alla pari il proseguio del match. Le farfalle, che alternano in quattro Papa e Degradi e offrono il meglio con Hagglund precisa alla regia, Lowe (21 punti), Rousseaux (16) e Thibeault (7 e tocca-tutto a muro), lottano sempre e alla fine meritano i tre punti. Positiva anche la prova difensiva di Poma, brava anche in ricezione con l’86% di positive e il 36 di perfette. Nel Bisonte da segnalare la prestazione di Usic (16), Turlea (14) e Calloni (12).

La gara in pillole: Mencarelli inizia con Hagglund – Lowe, Pisani – Thibeault, Rousseaux – Papa, Poma libero; Vannini parte invece con Bechis – Turlea – Calloni – Krsmanovic, Pietrelli – Usic, Parrocchiale libero.

Primo set: Rousseaux e due muri di Pisani provano a lanciare subito le farfalle (7-3 tempo Vannini); Calloni c’è (8-5), ma Lowe d’astuzia mantiene il +4 dopo l’ottima difesa di Poma e Papa (9-5). E’ sempre Calloni la più prolifica per le ospiti (10-7), ma Hagglund lavora bene con Thibeault e confeziona l’11-7, mentre l’errore di Bechis in battuta regala il primo 12-8. Pisani e Hagglund (ace) allungano (15-10), ma due errori di Rousseaux riportano le toscane a -2 (15-13). Calloni spara out il 16-13 e Lowe di prima intenzione si inventa il 17-13, Pisani è ancora implacabile a muro e tiene alte le quotazione biancorosse (18-15). Usic da posto 4 trova però il -1 (18-17) che fa chiamare tempo a Mencarelli, ma Papa è lucida e non sbaglia l’attacco del 19-17, brava anche poco dopo a murare il 20-17. Thibeault mura il 21-17 (tempo Vannini), Il Bisonte regala anche qualcosa e nel finale Papa e Thibeault realizzano gli ultimi punti (25-18).

Secondo set: Rousseaux in pipe chiude il bello scambio che porta al 3-1, mentre Papa è ancora positiva da posto 4 (5-2). Il muro di Krsmanovic e l’attacco di Calloni provano a dare la scossa al Bisonte (7-6), Pietrelli pareggia poco dopo (7-7), Usic supera con il pallonetto dell’8-9. Lowe attacca out l’8-10, Calloni mura il +3 (8-11), Turlea fa suonare la campana dell’8-12. Usic a muro fa +5 (8-13), Pisani attacca largo l’8-14 e Mencarelli ferma il gioco. Firenze difende tutto ma Rousseaux trova finalmente il cambiopalla sul 9-14, ma Usic allunga ancora con attacco e muro del 10-17; Lowe (attacco + 2 aces) riduce (13-17 tempo Vannini), Thibeault ci crede (14-18), Papa (ace) riporta la UYBA a -3 (15-18). Calloni mura però il 15-20 e le farfalle regalano il 15-21 (tempo Mencarelli). Nel finale le ospiti gestiscono con calma e chiudono 17-25 sfruttando diversi errori biancorossi.

Terzo set: la UYBA fa e disfa in avvio (4-4), poi il muro di Pisani vale il piccolo break del 7-5. Hagglund e l’errore di Usic regalano il 9-6, Lowe allunga ancora (10-6) e Vannini ferma il gioco. Rousseaux e Lowe passano bene da posto 2 e fanno suonare il 12-8, Calloni e Krsmanovic tengono vivo il Bisonte (14-11); Lowe continua a martellare (15-11), ma Turlea attacca il 15-13, mentre Rousseaux ottiene il 16-13 con una difesa fortuita e Vannini chiama time-out dopo l’errore delle sue che ferma lo score sul 17-13. Lowe sbaglia ma si rifà poco dopo (18-14), poi Pietrelli sbaglia e Vannini mette in campo Perinelli (19-14). Rousseaux sigla il 21-16, Usic recupera qualcosa e Degradi, entrata nel finale, chiude (25-22 con le proteste del team toscano per un probabile errore nel punteggio).

Quarto set: Mencarelli conferma Degradi per Papa e l’avvio è equilibrato (4-5), con la UYBA che riesce a superare sull’8-7 grazie a Pisani e all’attacco di Lowe. Krsmanovic non molla e insieme a Turlea confeziona il 10-12. Hagglund e l’errore di Turlea fanno 12-12, Thibeault si esalta a mura e passa ancora avanti (13-12), Usic sbaglia e Vannini ferma il tempo (14-12). Rousseaux affonda il 15-12, Degradi firma l’ace del 16-12 e batte ancora bene per il 17-12 di Thibeault. Firenze non molla e Mencarelli ferma il gioco sul 18-16: al rientro Rousseaux firma il 19-16, Pisani affonda il 20-17, Lowe il 21-18 e il 22-18, Degradi il 23-19. Usic mura il 23-21, Degradi invade e regala il 23-22. Lowe sigla il 24-22, Ruosseaux tira largo il 24-23, il servizio di Usic annulla ancora (24-24). Ai vantaggi Rousseaux con la doppietta chiude 26-24.

Coach Mencarelli: “Si è visto che siamo entrati nella settimana cruciale della stagione: dagli sguardi, dalla tensione, dalle esultanze. Noi siamo mancati un po’ in continuità, ma Firenze ha giocato un’ottima gara rischiando anche parecchio. Bravissima in difesa. Noi avremmo potuto cambiare di più le direzioni degli attacchi, ma è andata comunque bene. A proposito di difesa, anche la nostra è stata positiva, in crescita da diverso tempo”.

Beatrice Parrocchiale: “Questo è un campionato così, abbiamo perso dei punti per strada per nostri errori, altri per delle partite insufficienti a muro-difesa, ma stasera ci è mancata anche un po’ di fortuna, perché ci sono stati degli errori arbitrali come quello del punteggio nel terzo set: hanno regalato un punto a loro sul 19-14, poi ce lo siamo trascinato dietro, ma che ci dobbiamo fare… La salvezza? Niente è impossibile, magari succede un miracolo e io ci spero perché sono qui da tre anni, ho conquistato la serie A1 e ci terrei molto a conservarla”.

UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO – IL BISONTE FIRENZE 3-1 (25-19, 17-25, 25-22, 26-24)
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Rousseaux 16, Degradi 4, Hagglund 4, Thibeault 7, Papa 11, Lowe 21, Pisani 8, Poma (L). Non entrate Cialfi, Negretti Beatrice, Fondriest, Angelina. All. Mencarelli.
IL BISONTE FIRENZE: Perinelli 1, Bechis 3, Turlea 14, Parrocchiale (L), Pietrelli 7, Calloni 12, Krsmanovic 8, Usic 16. Non entrate Mazzini, Negrini, Vanzurova, Martinuzzo. All. Vannini.
ARBITRI: Cappello, Venturi.
NOTE – Spettatori 3100, durata set: 24′, 24′, 31′, 28′; tot: 107′.

IL PROSSIMO TURNO:
Mercoledì 2 marzo, ore 20.30 (diretta LVF TV)
Sudtirol Bolzano – Pomì Casalmaggiore
Metalleghe Sanitars Montichiari – Unendo Yamamay Busto Arsizio
Club Italia – Imoco Volley Conegliano
Igor Gorgonzola Novara – Savino Del Bene Scandicci
Liu Jo Modena – Obiettivo Risarcimento Vicenza
Giovedì 3 marzo, ore 20.30 (diretta Rai Sport 1 e Rai Sport HD)
Nordmeccanica Piacenza – Foppapedretti Bergamo
Riposa: Il Bisonte Firenze




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *