Olimpiadi Rio 2016: vigilia Dream team

161

RIO2016 – Il giorno di San Lorenzo segna la conclusione delle gare individuali nel programma di scherma ai Giochi Olimpici Rio2016. I riflettori della Carioca Arena 3 sono puntati sulle prove di fioretto femminile e sciabola maschile, le due armi che non possono contare sulle gare a squadre per via della rotazione quadriennale dovuta alla scelta del CIO di assegnare solo dieci “eventi medaglia” alla scherma.
L’Italia sarà rappresentata in gara da quattro atleti. Nel fioretto femminile occhi puntati su Elisa Di Francisca ed Arianna Errigo, mentre nella sciabola le speranze azzurre sono affidate ad Aldo Montano e Diego Occhiuzzi.
Elisa Di Francisca arriva a Rio, con al collo l’oro vinto quattro anni fa sulle pedane olimpiche di Londra. Un lungo quadriennio che si conclude con “una gara in cui – dice – dovrò concentrarmi solo su me stessa. E’ una gara individuale e si è soli in pedana. Ma in questo periodo non sono stata sola, anzi ringrazio sin d’ora tutti coloro che hanno lavorato con me per permettermi di essere pronta ad affrontare questa gara. Hanno avuto tanta pazienza e mi hanno sopportato nei miei momenti “no” ed in quelli di allegria. Adesso si va in pedana e si raccoglie quanto seminato!”. Per la jesina, l’esordio prevede l’assalto contro la portacolori di Hong Kong, Heung Po Lin, alle ore 9.10 (le 14.10 in Italia).
Alla stessa ora salirà in pedana, col numero 1 del tabellone, l’altra azzurra: Arianna Errigo. Dall’argento di Londra2012 sono giunti in sequenza i titoli mondiali 2013 e 2014, il bronzo iridato 2015 ed il titolo europeo 2016. “Sono contenta che finalmente si salga in pedana. Vedere gli altri in questi giorni mi ha messo tensione – ammette l’azzurra -. Non vedo l’ora finalmente di affrontare questa gara. Sarà particolare perchè in questi giorni i favoriti non sono mai arrivati in fondo. Mi auguro di dare tutto ed arrivare laddove si sogna, anche perché è l’unica gara che mi manca da vincere. Il mio obiettivo sarà divertirmi”. Il suo assalto d’esordio, nel turno dei 32, la vedrà contrapposta alla vincente tra la greca Kontochristopoulou e la vietnamita Thi Anh Do.
Tra gli sciabolatori, Aldo Montano è testa di serie numero 9 e, alle 13.25 (le 18.25 italiane), esordirà nel turno dei 32 contro il tunisino Fares Ferjani. Alla stessa ora, ma sulla pedana verde, Diego Occhiuzzi se la vedrà contro il vietnamita Thanh An Vu.
“Arrivo a questa gara – dichiara alla vigilia Aldo Montano – dopo aver recuperato dall’infortunio e dall’intervento subìto alla spalla destra. E’ stato un percorso lungo e difficile. Prima la qualifcazione, poi il recupero dall’intervento. Voglio affrontare al meglio questa gara e godermi ogni emozione”.
Dello stesso tenore anche la dichiarazione alla vigilia di Diego Occhiuzzi, che giunge a Rio dopo l’argento vinto a Londra2012. “Per me essere qui, alla mia terza Olimpiade è già un traguardo raggiunto – dice l’azzurro -. La qualificazione non è stata semplice. Sono in forma e mi auguro di poter tornare a casa senza alcun rimpianto e di terminare la mia gara nel migliore dei modi”.

GIOCHI OLIMPICI RIO2016 – FIORETTO FEMMINILE – Rio de Janeiro, 10 Agosto 2016
Tabellone delle 32
Errigo (ITA) – (Do Thi Anh (Vie) – Kontochristopoulou (Gre)) ore 9.10 – p. blu
Di Francisca (ITA) – Lin Po Heung (Hkg) – ore 9.10 – p. rossa

GIOCHI OLIMPICI RIO2016 – SCIABOLA MASCHILE – Rio de Janeiro, 10 Agosto 2016
Tabellone dei 32
Montano (ITA) – Ferjani (Tun) ore 13.25 – p. blu
Occhiuzzi (ITA) – Vu Thanh An (Vie) ore 13.25 – p. verde




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *