Pallanuoto – Campionato – La A1 dopo un sabato emozionante oggi torna in vasca

Pallanuoto – E’ ritornato il “campionato più bello del mondo” con le sue tante emozioni che ragazze e ragazzi della A1 hanno saputo regalare ai tanti tifosi che accalcano le tribune delle piscine.

La serie A1 maschile con la seconda giornata. Tutte le azioni in inferiorità numerica salvate (6 su 6) e la cinquina di uno strepitoso Cannella per l’AN Brescia che supera 14-4 la Canottieri Napoli.

Davanti alle telecamere di Waterpolo Channel la vittoria della CC Ortigia (12-8) in casa della Sport Management che paga il 2/10 in superiorità numerica. Mastini avanti 5-4 con Ravina in apertura di terzo tempo. Quindi lo strappo dei biancoverdi che ribaltano il punteggio e allungano (7-5) con la doppietta di Gallo e lo squillo in extraplayer di Vidovic. Poi tre botta e risposta: quello tra Ferrero e Dolce vale il 10-8 a trenta secondi dalla conclusione. Prima della fine ancora il giovane Ferrero, l’anno scorso a Bogliasco, supera Nicosia per il 12-8 finale.

Secondo risultato utile consecutivo per la RN Savona, che dopo il pareggio in casa della CC Napoli, batte 14-13 la Telimar cui non basta la cinquina di Draskovic. Biancorossi sempre avanti nel punteggio e sul +4 (9-5 e 11-7) nel terzo tempo. Poi la reazione dei siciliani che si riportano più volte sul -1, mancando l’aggancio, fino al 14-13 finale.

Finisce in parità tra Circolo Nautico Posillipo e RN Florentia in un match a dir poco rocambolesco. I rossoverdi conducono 8-6 dopo tre tempi; poi i gigliati riequilibrano il punteggio con il mini break firmato Andrea Di Fulvio e Razzi (8-8) e successivamente mettono la freccia con la doppietta di Razzi (10-9). Mattiello prima sbaglia il rigore del pareggio ma si riscatta e a ventinove secondi dalla fine trova il jolly in extraplayer che vale il 10-10 finale.

Il gol di Camilleri a sette secondi dalla fine per il pareggio della Roma Nuoto (8-8) in casa della Iren Genova Quinto-Roma Nuoto. Rimpianti da entrambe le parti. Giallorossi sul +2 (7-5) in apertura di ultimo periodo; i biancorossi ribaltano il punteggio con la tripletta di Tabbiani (8-7). Sembra fatta per i liguri ma praticamente all’ultimo respiro Camilleri segna la rete dell’8-8.

A bordo vasca abbiamo seguito l’opaca prestazione della Lazio Nuoto al Foro Italico di Roma.

Colpaccio esterno, per il primo successo nella massima serie, per la Campolongo Hospital RN Salerno che supera 14-11 la Lazio Nuoto. I biancocelesti tengono fino all’8-8 d, i Ferrante. Successivamente i due decisivi mini break dei campani: Gandini e Parrilli siglano il 10-8; Elez, Cuccovillo e Luongo il determinante 13-9 dopo due minuti dell’ultima frazione.

 

Nessuna festa. La Lazio sbatte sul Salerno e perde la prima in casa 11 a 14, nel match della 2° di A1. I biancocelesti partono male e si trovano subito a rincorrere recuperando più volte gli avversari che viaggiano alla grande con l’uomo in più grazie a Elez 4gol e Cuccovillo 3 gol, oltre che a un ottimo Tomasic. Decisivo è il terzo tempo che rompe l’equilibrio e vede cedere i padroni di casa. Troppi errori in avanti, nonostante gli 11 gol realizzati, ma soprattutto dietro dove il valore aggiunto Soro non si è fatto sentire per la poca copertura concessa dai compagni, inaspettatamente meno attenti del solito in difesa dove hanno comunque fatto bene Giorgi e Antonucci. 3 gol del solito Leporale e una doppietta di grande fattura di Colosimo non bastano. Decisamente insufficienti gli arbitri Brasiliano e Zedda, confusi forse dalle nuove regole, anche se la vittoria di Salerno è più che meritata. Mercoledì si torna a giocare a Napoli contro la Canottieri in un match già bollente.

 

Claudio Sebastianutti, allenatore Lazio Nuoto: “Non siamo mai riusciti ad andare in vantaggio ma in realtà nemmeno a giocare con i tempi e ritmi giusti. Era la prima in casa e con una diretta concorrente, speravamo di fare risultato, ma abbiamo cambiato molto ed è normale che serva tempo per ordinare i meccanismi. I ragazzi devono stare tranquilli, sono io a dovermi occupare della organizzazione soprattutto in difesa. E’ lì che dobbiamo lavorare perché davanti alla fine riusciamo sempre a farci sentire”.

 

Federico Colosimo, capitano Lazio Nuoto: “Ci aspettavamo una gara migliore, è andata male sotto diversi aspetti, è una sconfitta meritata. Sappiamo che sarà un anno di sofferenza ma oggi siamo mancati in quella che è la nostra arma, la grinta, la cattiveria e questo non può accadere. Non possiamo prendere così tanti gol, dobbiamo sacrificarci di più in difesa perché abbiamo in porta un fuoriclasse come Soro e dobbiamo metterlo nella condizione di parare al meglio. Mercoledì andiamo a Napoli ed è già una partita decisiva”

 

Da segnalare che la Pro Recco – impegnata nei preliminari di Champions League – ha sconfitto 19-8 la Pallanuoto Trieste, con manita di Aicardi, poker di Di Fulvio e tripletta di Mandic nell’anticipo del turno infrasettimanale di campionato. Nel pomeriggio di oggi infatti tutti di nuovo in vasca per una grande giornata di sport!

 

A1 maschile – Programma 2^ giornata

 

Mercoledì 16 ottobre

Pro Recco-Pallanuoto Trieste 19-8

Tabellino e play by play

Sabato 19 ottobre

CN Posillipo-RN Florentia 10-10

Sport Management-CC Ortigia 8-11 – trasmessa su Waterpolo Channel

Arbitri: Pinato e Castagnola

AN Brescia-CC Napoli 14-4

Iren Genova Quinto-Roma Nuoto 8-8

RN Savona-Telimar 14-13

Lazio Nuoto-Campolongo Hospital RN Salerno 11-14

 

Per quel che concerne la serie A1 femminile, prima vittoria stagionale del Bogliasco 1951 che batte Trieste 7-5 e terza dell’Ekipe Orizzonte campione d’Italia che supera 12-8 Rapallo in una partita caratterizzata dai gol in parità numerica (13) e dai rigori (8) di cui tre parati (uno da Gorlero e due da Falconi) ed uno fallito da Garibotti (traversa). Catanesi sempre avanti e poker di Palmieri a fare la differenza. Così nei due anticipi del terzo turno del campionato di serie A1 femminile numero 36. Vincono anche SIS Roma nella piscina del Centro Federale di Ostia 12-8 con la Rari Nantes Florentia e il Plebiscito Padova 21-5 con la Vela Ancona e tengono il passo dell’Ekipe: tripletta di Chiappini nella Roma e poker di Ranalli a Padova. A Lodi, alla Faustina, la Kally Milano supera 11-10 Verona e la raggiunge in classifica (6 punti). E’ la partita più equlibrata della giornata: 9-8 per le padrone di casa a fine terzo tempo, 10-10 a quattro minuti dalla fine grazie al gol del pareggio veneto di Borg. Decide il gol pesantissimo di Repetto in superiorità numerica quando mancano ancora 2’50” al fischio della sirena. Le utlime azioni non cambiano il risultato.

 

La Bogliasco 1951 supera 7-5 la Pallanuoto Trieste e conquista i primi tre punti in classifica del campionato; ferme ancora a quota zero invece le alabardate. L’emozione, per il grande ritorno da ex, gioca un brutto a scherzo a Dafne Bettini che fallisce il rigore (traversa) che avrebbe sbloccato lo 0-0. Occasione sprecata e, come nella più classica delle occasioni, ospiti subito punite da Teresa Cocchiere che fissa l’1-0. Bettini si scuote e in controfuga supera Malara per l’1-1 dopo otto minuti di gioco. Non troppo alti i ritmi nel secondo tempo. Gli attacchi sono un po’ evanescenti, con conclusioni spesso troppo affrettate, le difese ermetiche ed alte. Poi Krasti sbaglia un rinvio, che Sonia Criscuolo intercetta e subito serve Whitelegge che non sbaglia a tu per tu con l’estremo difensore alabardato (2-1). Le liguri allungano con la mancina Cuzzupè (3-1). Il botta e risposta tra Cergol (rigore) e la centroboa Mori mantiene le distanze immutate (4-2). Dal perimetro Kempf fissa il 4-3 a metà gara. Arriva in apertura di terza frazione lo strappo di Bogliasco con il rigore di Cuzzupè e la controfuga che Sonia Criscuolo inizia e finisce con un diagonale perfetto (6-3); bogliaschine sul +4 con la fiondata dagli otto metri di Giulia Millo per il 7-3 che chiude il terzo periodo.

Il digiuno di Trieste dura quattordici minuti, a spezzarlo è il rigore di Cergol (7-4) che prova a scuotere le compagne; capitan Rattell sfrutta la superiorità numerica e le giuliane dimezzano il gap (7-5) a due minuti dal termine. Sinatra chiama il time out per Bogliasco e scuote le sue ragazze che si ricompattano, controllando senza correre altri rischi fino al suono dell’ultima sirena.

 

A1 femminile – Programma 3^ giornata

 

Sabato 19 ottobre

 

L’Ekipe Orizzonte-Rapallo Pallanuoto 12-8

Bogliasco 1951-Pallanuoto Trieste 7-5

SIS Roma-RN Florentia 12-8

Kally NC Milano-CSS Verona 11-10

Plebiscito PD-Vela Nuoto Ancona 21-5

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *