Pallanuoto: la FIN ferma i campionati causa covid

290

Pallanuoto – Alla luce dei casi di positività riscontrati da alcuni atleti alla vigilia dei campionati di pallanuoto di serie A1 maschile e femminile, che sarebbero dovuti iniziare rispettivamente sabato 3 ottobre e sabato 10 ottobre, la Federazione Italiana Nuoto si è immediatamente attivata per approfondire insieme ai presidenti delle società iscritte e alle autorità competenti la situazione in continua evoluzione.
“Considerata l’applicazione delle disposizioni governative in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, che prevedono tra l’altro l’isolamento dei contagiati e la quarantena delle persone che vi sono state a stretto contatto, abbiamo deciso in accordo con le società di rinviare l’inizio dei campionati”, annuncia il presidente Paolo Barelli.
Nel contempo la Federazione Italiana Nuoto si riserva di operare ulteriori valutazioni, coinvolgendo anche le istituzioni preposte, per individuare, se necessario, e condividere ulteriori formule di svolgimento dei tornei che ne garantiscano la continuità e la regolarità nel pieno rispetto delle normative a tutela della salute.

Dunque in caso di ripartenza del campionato, l’ipotesi più probabile  è una formula simile a quella della Champions League con vari concentramenti in sede unica (forse con più giornate di gara) e con l’effettuazione di tamponi per tutte le squadre partecipanti prima e dopo ogni concentramento. Il girone di Coppa Italia di Palermo ha dimostrato che i concentramenti in sede unica non sono l’ideale per evitare i rischi di contagio. Ma il campionato di A1 maschile non è l’unico da prendere in esame: tutti i tornei federali assoluti e giovanili che finora si sono svolti con la formula “all’italiana” probabilmente subiranno una variazione di format.

Intanto un atleta della prima squadra di pallanuoto del Posillipo è risultato positivo al Covid19 a seguito dei tamponi effettuati sull’intera squadra dopo aver appreso della positività di un giocatore del Telimar (società con cui è stata disputata una gara di Coppa Italia lo scorso 25 settembre). Come da normativa vigente, si è tempestivamente provveduto a mettere in atto tutte le procedure informative e di contenimento del rischio di diffusione del contagio. E’ stato sottolineato che attualmente il giocatore è asintomatico e in buona salute. La positività del giocatore del Posillipo riguarda anche la Rari Nantes Salerno, che in tempi non sospetti si è allenato con la squadra rossoverde.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *