Pallanuoto: la SIS Roma rinforza l’assetto societario e punta sul settore giovanile

131

Pallanuoto – La SIS Roma, ferma l’attività agonistica della prima squadra, impegnata nel campionato di serie A1 di pallanuoto femminile, rinforza i propri quadri societari con l’ingresso di Mario Bianchi, nuovo dirigente-accompagnatore e l’ingresso nello staff tecnico di Danilo Di Zazzo che tanto bene ha fatto alla guida del Velletri. Danilo Di Zazzo affiancherà Steven Luotto e Matteo Bianchi nelle giovanili del team della pallanuoto romana. I risultati della SIS Roma dipendono dal lavoro svolto negli ultimi anni, soprattutto nel settore giovanile che resta il fiore all’occhiello del sodalizio.

GIUSTOLISI
Il presidente Flavio Giustolisi spiega le scelte della società: “Sono soddisfatto dei due innesti che nell’assetto societario sapranno far crescere il tasso tecnico ed il rendimento generale. Mario Bianchi porta la sua lunga esperienza maturata nel mondo arbitrale della pallanuoto e come accompagnatore è in grado di dare un grande supporto all’organizzazione societaria, inizia una collaborazione proficua e mi auguro foriera di successi sia in campo nazionale che internazionale. Per quanto riguarda il rientro, dopo due anni, nel mondo della pallanuoto di Danilo Di Zazzo, un allenatore che sa come lavorare con i giovani, volevo sottolineare la mia soddisfazione che abbia scelto la SIS Roma. Sono convinto, infatti, che insieme a Steven Luotto, Matteo Bianchi ed a Marco Capanna farà un lavoro di assoluto livello e come ha fatto in precedenza, tirerà fuori dal nostro vivaio tante buone giocatrici e sarà di supporto alla prima squadra”.

VALORIZZAZIONE DELLE GIOVANI
La politica societaria della SIS Roma è indirizzata alla ricerca ed alla valorizzazione di nuove giocatrici da inserire in prima squadra, un lavoro lungo che parte dalla base, ossia, il miglioramento del livello medio delle giovanili, per altro, già altissimo. Far parte della SIS Roma significa far parte di un team vincente, ma per restare in corsa è necessario farsi trovare pronti a rimpiazzare per improvvise defezioni o rinunce delle titolari e qui, entra in gioco lo staff tecnico chiamato ad individuare i nuovi talenti da lanciare in serie A1.

MARCO CAPANNA

Il coach della serie A1 Marco Capanna: “Torneremo in piscina attorno al 10 agosto, non ci saranno le nazionali, ma inizieremo a lavorare sodo con le giovani. Abbiamo in mente di preparare un gruppo “allargato” alle giovanissime che potrebbero essere inserite anche da subito. Inoltre giocare assieme alla prima squadra, con molte giocatrici che formano l’ossatura del “sette rosa”, per molte di loro sarà di stimolo e matureranno preziosa esperienza. Il prossimo 14 settembre arriverà la mancina australiana Abby Andrerws. Il 23 settembre rientreranno tutte le nazionali impegnate nell’Europeo ed allora saremo al completo”