Pallanuoto – Ritorna il campionato di A1 con il derby capitolino. Pro Recco nella tana dell’Ortigia

11

Pallanuoto – Dopo una lunga sosta ritornano le emozioni del campionato maschile di pallanuoto di A1 e si riparte con un grandissimo appuntamento, il derby della capitale.

Interessante il confronto tra la prima e la seconda della classifica: la Pro Recco infatti sarà di scena nella “tana” dell’Ortigia che insegue a 6 lunghezze.

Il tecnico dell’Ortigia, Stefano Piccardo, ci presenta il match contro i campioni liguri: “Questa è una partita che non si prepara… Sembra un’eresia dirlo, ma la motivazione viene già dal fatto di giocare contro Recco, che è la squadra più forte del mondo. Poi, tatticamente hanno talmente tante soluzioni in attacco che è difficile preparare una partita contro di loro. Sicuramente dovremo resistere nella fase di transizione, soprattutto quando loro si difendono, con questo pressing smodato che fanno sugli esterni, non dandoti mai la possibilità di aprire il gioco e di portar la palla sulla prima linea. Inoltre, dovremo provare a mantenere il ritmo gara che hanno loro, anche se sarà difficile. Dobbiamo cercare di commettere meno errori possibili, che purtroppo ci saranno perché loro mettono una intensità talmente alta nel gioco che alla fine ti portano a sbagliare”.

L’allenatore biancoverde fa il punto sulla condizione della squadra e sulla situazione degli acciaccati: “Abbiamo Valentino Gallo che è stato fermo per circa due settimane per un problema a una vertebra, è stato in dubbio fino a ieri, ma domani sarà della partita. Anche La Rosa è stato fermo per dieci giorni per un forte virus influenzale, e infine Vidovic che è tornato dall’Europeo con la febbre. Il resto della squadra però ha lavorato, abbiamo fatto la preparazione che avevamo deciso di fare. È normale che sia difficile tenere motivata una squadra quando hai due mesi di lavoro davanti senza un obiettivo. Per noi e per tutte le altre squadre che hanno pochi nazionali, riprendere il ritmo partita sarà la cosa più difficile. Però, loro ci daranno subito una bella sveglia e ci porteranno subito su quel ritmo lì, che dobbiamo riuscire a tenere”.

 

Per Stefano Tempesti domani è il momento di ritrovarsi faccia a faccia con la sua storia, con la squadra con la quale ha vinto tutto, da protagonista assoluto: “Personalmente – afferma il portiere dell’Ortigia – dovrò riuscire a separare la parte emotiva da quella più tecnica o tattica. A Recco ho vissuto i 16 anni più belli che un atleta potesse vivere in una società, quindi da parte mia c’è solo gratitudine e voglia di dimostrare che la fiducia che mi è stata data in tutti questi anni è stata ben riposta. Nessun sassolino da togliersi, nessuna rivalsa. Di certo non sarà facile affrontare Recco, però sono anche molto sereno riguardo al lavoro che abbiamo fatto qui in questo ultimo mese, in vista di quello che ci aspetta in futuro”.

Per la zona salvezza tutta da seguire Telimar-Posillipo.

I rossoverdi hanno voglia di risalire la china, sfidando i palermitani: la classifica vede gli ospiti appena sopra gli ospitanti e un buon riavvio del campionato sarebbe sicuramente utile per riprendere nel modo più giusto il percorso sportivo dei ragazzi del Posillipo.

In termini di formazione, Brancaccio farà affidamento sui solito senatori e sulla loro capacità di trascinare e poi farsi seguire, dalle giovani leve del sodalizio. Alla vigilia della ripresa, queste le dichiarazioni di Brancaccio: “Siamo consapevoli dell’importanza del match che andiamo ad affrontare e per questo è d’obbligo essere pronti, sia sotto l’aspetto mentale che sotto l’aspetto agonistico, per affrontare questa gara al massimo delle nostre potenzialità”.

 

Un capitolo a parte merita l’incontro della capitale.

Dopo quasi due mesi di sosta per via degli Europei di Budapest, torna in acqua la serie A1. E con lei anche la prima squadra della Roma Nuoto, pronta a tuffarsi di nuovo sul campionato, iniziando da una partita speciale: il derby. Sarà la Lazio Nuoto, infatti, il prossimo avversario dei giallorossi, il primo che il 2020 mette loro davanti. Sabato 1 febbraio, ore 18: il Foro Italico è pronto ad accogliere il grande pubblico che richiama sempre questo avvincente incontro. Che mette uno di fronte all’altro amici, ex compagni e due mondi pallanuotistici diversi di questa città.

La Lazio Nuoto non è società che ha bisogno di tante presentazioni. I biancocelesti sono una sezione della polisportiva più grande d’Europa, storico club di nuoto e pallanuoto della città. Questo orgoglio e l’affetto che da anni lega tra loro i giocatori sono il motore principale delle ultime problematiche stagioni della Lazio, che vive un momento non facile. Ad ogni modo, la classifica oggi dice 8 punti e pone la squadra di coach Claudio Sebastianutti in zona play out, tre lunghezze sopra il penultimo posto e a -3 dalla Roma Nuoto. In estate Cannella ha salutato i biancocelesti, che hanno mantenuto però l’ossatura centrale della squadra. Vitale, Giorgi e Leporale i giocatori a cui la difesa giallorossa dovrà fare più attenzione.

In casa Roma Nuoto è tanta la voglia di tornare a giocare dopo due mesi in naftalina. Occasione migliore non poteva esserci: il derby è una partita sempre particolare, emozionante, che tiene sempre tutti sulla corda. La squadra di Roberto Gatto ha lavorato duramente durante questa pausa insieme al preparatore atletico Mario Andolfi: l’obiettivo è una seconda parte di stagione entusiasmante per i giallorossi, che vogliono raggiungere quanto prima l’obiettivo salvezza. I nostri ragazzi sono pronti a dare tutto con il coltello tra i denti. Il Foro Italico accoglierà un nuovo capitolo di  questa eterna battaglia: Roma contro Lazio, Lupi contro Aquile. Tutto è pronto: vi aspettiamo sabato alle 18, ingresso gratuito.

coach Roberto Gatto

Queste le parole del tecnico giallorosso Roberto Gatto a poche ore dal match: “Sicuramente il derby è l’ultima partita che avrei voluto affrontare dopo due mesi di pausa, perché stare fermi così tanto tempo è comunque una cosa insolita. Questa lunga attesa ti porta anche ad avere complicazioni nel preparare la partita. Detto questo, sono convinto che il derby sia una partita a sé, quindi conta poco il valore delle squadre, così come quello dei singoli. Le cose importanti sono la concentrazione e l’intensità con cui affrontare certi tipi di incontri. Ed è quello su cui stiamo lavorando tanto. Sono convinto che sarà una bella partita: vincerà chi riuscirà a mantenere i nervi saldi e a sbagliare meno. Noi sappiamo dell’importanza anche dei punti che mette in palio questa partita in questo momento del campionato. Siamo concentrati, carichi e consapevoli di dover affrontare la Lazio con molta attenzione, perché è una squadra che ha nei singoli dei giocatori molto importanti. L’abbiamo preparata bene, ci conosciamo bene: sono convinto che giocheremo questo derby come deve essere giocato e con la voglia di portare a casa il risultato”.

La Canottieri Napoli sarà impegnata a Trieste in una partita per nulla facile conoscendo la forza degli alabardati quando giocano fra le mura amiche. “Partita complicata contro un avversario forte e motivato che ha degli ottimi stranieri affiancati ad un gruppo di italiani validi sotto la guida di Daniele Bettini che un allenatore molto bravo.

Hanno avuto delle difficoltà prima della sosta, ma sicuramente avranno recuperato energie fisiche e mentali – ha detto l’allenatore della Canottieri, Christian Andrè – Ma noi, indipendentemente dal valore dell’avversario, dobbiamo andarcela a giocare senza paura. Sarà una battaglia perché la posta in palio è altissima. Per noi ogni partita è una finale e quindi, fino alla fine del campionato, ci aspettano altrettante finali”.

 

Genova Quinto impegnato in tre partite nell’arco di sette giorni. Si inizia oggi, in casa dello Sport Management, poi appuntamento mercoledì sera alle 21 alle Piscine di Albaro per il recupero dell’ottava giornata contro la Lazio Nuoto e quindi sabato 8 febbraio, sempre in casa ma alle 18, contro il Telimar Palermo.

“Lo Sport Management è una squadra forte, non lo scopro certo io – spiega il tecnico biancorosso Gabriele Luccianti – Rispetto agli anni scorsi forse hanno una rosa un po’ più corta, ma possono comunque contare su sette-otto giocatori di qualità assoluta e su un ottimo allenatore, infatti sono al quarto posto in classifica e dopo un inizio un po’ titubante le hanno vinte tutte, persino con il Brescia. Una squadra in salute, che gioca bene, ha esperienza e qualità. Sarà insomma una partita molto difficile ma ben venga in questo momento: tornare a giocare dopo due mesi è un po’ come ricominciare di nuovo il campionato, meglio farlo in una partita stimolante, che ti spinge giocoforza a lavorare bene e a dare il massimo perché se la approcci nel modo sbagliato rischia di finire male. Ci proveremo a testa alta, ma non dimentichiamoci che inseguito avremo due gare che giudico importantissime nel cammino verso la salvezza contro Lazio e Telimar Palermo. I capitolini sono temibili, l’anno scorso ci hanno superato sia in casa sia a Roma: una squadra organizzata, che ogni estate cambia parecchi elementi ma riesce sempre a trovare la quadra. Massima concentrazione“.

A1 maschile

 

12^ giornata – sabato 1 febbraio

 

15.00 Campolongo Hospital RN Salerno-RN Savona

Arbitri: Centineo e D’Antoni

 

15.00 CC Ortigia-Pro Recco

Arbitri: Navarra e Gomez

 

18.00 Telimar-CN Posillipo

Arbitri: Castagnola e Piano

 

18.00 Sport Management-Iren Genova Quinto

Arbitri: Pascucci e Scappini

 

18.00 RN Florentia-AN Brescia

Arbitri: Alfi e Severo

 

18.00 Roma Nuoto-Lazio Nuoto – in diretta su Waterpolo Channel

Arbitri: Calabrò e Frauenfelder

 

19.15 Pallanuoto Trieste-CC Napoli

Arbitri: Pinato e Ricciotti

 

A1 femminile. Si chiude il girone d’andata per la regular season femminile. In testa al campionato, con otto vittorie in altrettante partite, L’Ekipe Orizzonte che affronta in Liguria la Bogliasco 1951; alle spalle delle etnee la Plebiscito PD ospite dalla Pallanuoto Trieste. In diretta su Waterpolo Channel, dalle 19.30, CSS Verona-RN Florentia. Segue il programma completo.

 

A1 femminile

 

9^ giornata – sabato 1 febbraio

 

17.00 Pallanuoto Trieste-Plebiscito PD

Arbitri: L. Bianco e Fusco

 

17.30 Bogliasco 1951-L’Ekipe Orizzonte

Arbitri: Bensaia e Savarese

 

18.15 Kally NC Milano-SIS Roma

Arbitri: Rovida e Zedda

 

18.30 Rapallo Pallanuoto-Vela Nuoto Ancona

Arbitri: Braghini e Romolini

 

19.30 CSS Verona-RN Florentia – live su Waterpolo Channel

Arbitri: Guarracino e Sponza




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *