Pallanuoto – Serie A1 maschile – Via al girone di ritorno: vincono le due compagini capitoline

36

Pallanuoto – Inizia il girone di ritorno del campionato numero 101 di pallanuoto maschile. Nel lunch-match la Rari Nantes Sanona riceve alla “Zanelli” l’ultima della classe Canottieri Napoli. La squadra di Alberto Angelini, che sabato scorso aveva battuto lo Sport Management, vince 12-9 e centra la terza vittoria consecutiva in casa. Primo gol della Canottieri con Esposito dopo 22 secondi, poi il poker del Savona che indirizza subito la gara (4-2 al cambio campo). Terza farzione col pallottoliere (7-2 il parziale) e i liguri mantegono la zona playoff. L’ex Recco ed ex azzurro Molina Rios man of the match con 4 gol.

La Roma passa a Napoli nella piscina “Scandone” e si impone 13-11 con il Posillipo. Giallorossi sempre avanti. I padroni di casa, dopo l’1-1 iniziale, riescono a pareggiare con Di Martire al minuto 27’11” (10-10) ma poi la Roma si porta di nuovo avanti con la doppietta di Faraglia (match winner con 5 gol) che risulta decisiva. Protagonisti anche i portieri: il romanista De Michelis ne para due (a Marziali e Saccoia), il posillipino Negri uno a Camilleri.

Grande soddisfazione anche in casa Roma per l’importante vittoria esterna.

Queste le parole di un entusiasta coach Roberto Gatto alla fine del match: “I miei ragazzi hanno interpretato perfettamente una partita sempre tirata. Siamo riusciti a giocarla come l’avevamo preparata in settimana, mantenendo sempre i nervi saldi e restando con la testa dentro la gara. Nonostante le tante espulsioni a nostro sfavore, abbiamo difeso molto bene. Faccio i complimenti ai miei ragazzi: oggi su tutti De Michelis e Faraglia, ma sono stati tutti bravi ad avere l’atteggiamento e il piglio che avevo richiesto loro. Voglio sottolineare come siamo rimasti sempre in partita mentalmente, nonostante degli episodi che potevano innervosirci. Veramente bravi tutti, ora ci concentriamo sulla prossima”.

Le altre in casa vincono quasi tutte e abbastanza facilmente. Lo Sport Management a Busto Arsizio 16-9 con la Telimar e con cinque gol di Damonte, la Lazio al Foro Italico di Roma 13-9 con la Pallanuoto Trieste e cinque gol di Narciso, il Bresia alla Mompiano 14-7 con il Campoluongo Hospital Salerno e quattro gol di Alesiani, la Pro Recco a Sori 20-5 con la Rari Nantes Florentia e quattro gol di Di Fulvio. L’Ortigia, invece, vince ad Albaro sul campo della Iren Genova Quinto: i ragazzi di Piccardo si impongono 10-8 e mantengono il terzo posto in classifica.

A proposito di Lazio-Trieste ecco le parole dei protagonisti.

 

“Oggi non c’eravamo – racconta subito dopo il termine del match l’allenatore degli ospiti Daniele Bettini – così proprio non va. Dobbiamo cambiare mentalità, da lunedì ci metteremo sotto, non possiamo affrontare la seconda parte di campionato giocando in questo modo”.

 

Andrea Narciso (Lazio Nuoto): “E’ andata bene, Matteo per noi è fondamentale, è uno dei centri più forti del campionato, però abbiamo stretto i denti e come sempre non abbiamo mollato. Siamo una squadra molto giovane e per questo la gestione della partita alle volte è difficile, ma sia noi che Claudio stiamo facendo bene da questo punto di vista e i risultati si vedono. Per me è stata una settimana di tensione, la Lazio è una famiglia e subito i compagni mi hanno aiutato e fatto pensare poco al resto, in acqua penso a divertirmi, è un gioco fantastico come mi ha insegnato mio padre a cui va la mia dedica, la prestazione è tutta sua e della mia famiglia che per me è la cosa più importante”.

 

Slobodan Soro (portiere Lazio Nuoto): “Nove gol presi, si deve fare meglio, ma sono felice con la difesa perché siamo migliorati tanto, siamo un’altra squadra. Oggi abbiamo portato a casa 3 punti che non erano previsti nel calendario, ci proveremo anche a Salerno in una piscina difficile per l’ambiente. Voglio stimolare tutti questi ragazzi più giovani, sono tutti bravi anche in allenamento, sempre concentrati e disposti ad ascoltare quello che gli chiedo. E’ un processo lungo ma si stanno allenando forte e stanno giocando perché ne abbiamo bisogno nonostante l’età media sia molto bassa. Sono in una fase in cui tutto ciò che faccio è bellissimo, è un piacere dopo tanti anni in vasca vivere questi momenti in acqua, negli allenamenti come in partita, è come una sorta di droga. Qui alla Lazio ho trovato tanto, ma di questo parlerò solo a fine campionato”.

 

Claudio Sebastianutti (allenatore Lazio Nuoto): “E’ una delle più belle partite che ho vinto, ottenere punti contro avversari sulla carta più forti è fondamentale per la classifica. Oggi è stata una partita fisica, entrambe le formazioni erano rimaneggiate, a noi mancava Leporale. Andrea Narciso ha fatto un gran lavoro, ma abbiamo trovato soluzioni alternative, era difficile capire chi delle due squadre potesse dare quel qualcosa in più che noi in casa troviamo sempre”.

 

 

PROSSIMO TURNO. Mercoledi 19 e sabato 22 febbraio si disputano le partite della quindisesima giornata e seconda di ritorno. Tre anticipi mercoledì: CC Ortgiia-Sport Management alle 15, CC Napoli-AN Brescia e Pallanuoto Trieste-Pro Recco alle 20. Sabato le altre quattro partite, tutte alle ore 18: Campolongo Hospital Salerno-Lazio Nuoto, RN Florentia-CN Posillipo, Roma Nuoto-Iren Genova Quinto e Telimar-RN Savona.

 

A1 maschile

 

14^ giornata – sabato 15 febbraio

 

RN Savona-CC Napoli 12-9

CN Posillipo-Roma Nuoto 11-13

Sport Management-Telimar 16-9

AN Brescia-Campoluongo Hospital RN Salerno 14-7

Lazio Nuoto-Pallanuoto Trieste 13-9

Pro Recco-RN Florentia 20-5

Iren Genova Quinto-CC Ortigia 8-10

 

PRO RECCO42

AN BRESCIA36

CC ORTIGIA33

SPORT MANAGEMENT31

RN SAVONA22

PN TRIESTE20

IREN GENOVA QUINTO18

CAMPOLONGO HOSPITAL SALERNO18

ROMA NUOTO17

SS LAZIO NUOTO14

RN FLORENTIA12

CN POSILLIPO9

TELIMAR5

CC NAPOLI4




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *