PALLANUOTO – SERIE A1 – PRO RECCO-ORTIGIA 14-8

99

Pro Recco – Non si ferma la marcia della Pro Recco che alla “Ferro” supera anche l’Ortigia per 14-8 e centra l’ottava vittoria in altrettante gare di serie A1. Mister Sukno recupera Echenique dopo un mese di assenza, ma è l’altro mancino, Zalanki, ad aprire il match dopo 94 secondi di gioco con un tiro sul palo corto dai sei metri che batte l’ex Tempesti. Davanti al ct del Settebello, Sandro Campagna, i biancocelesti raddoppiano con Figlioli, poi nella seconda metà di quarto i siciliani pareggiano con il rigore di Vidovic e la bella giocata di Francesco Condemi (2-2). I campioni d’Italia passano di nuovo in vantaggio con Velotto ad un minuto e mezzo dalla sirena.

 
La squadra di mister Sukno dilaga nel secondo tempo. Dopo il 4-3 di Napolitano la Pro Recco piazza il break che scava il solco: Di Fulvio da posizione 3, il tris di Zalanki, la controfuga di Figlioli ed Echenique da posizione 2, mandano i padroni di casa al cambio campo sull’8-3.
Vantaggio che Giglio Rossi, in superiorità, aumenta in avvio di terzo tempo con il gol del 9-3. Botta e risposta a cavallo della metà di tempo con Francesco Condemi in alzo e tiro e Figlioli con l’uomo in più (10-4). Simone Rossi su rigore e Vidovic accorciano (10-6) prima che Younger a 45 secondi dalla fine del quarto rimandi la Pro Recco sull’11-6.
Ultimi otto minuti che si aprono con Negri in porta nella Pro Recco e la terza rete di Vidovic, in superiorità, mentre in attacco i biancocelesti sbattono su Tempesti che nulla può però a 3 minuti e mezzo dalla fine sul tiro di Younger che ben servito da Echenique si alza e scarica in rete il tiro del 12-7. Partita in ghiaccio e applausi nel finale per la palomba di Figlioli (poker per lui) che conclude alla grande la sua avanzata solitaria.
STEFANO PICCARDO (Ortigia)
Nel dopo partita, coach Stefano Piccardo commenta così la prestazione dei suoi giocatori: “La squadra oggi ha
risposto, soprattutto sotto alcuni punti di vista. Ad esempio, in attacco abbiamo fatto meglio rispetto ad altre volte,
mentre in difesa, sebbene all’inizio, nei primi quattro tiri che abbiam subito, eravamo spaesati, siamo poi cresciuti nel corso della partita. Oggi abbiamo giocato contro una squadra forte, magari si poteva fare un pò meglio sotto l’aspetto difensivo, perché abbiamo commesso un paio di errori abbastanza gravi, però va bene. Se consideriamo che, ancora una volta, siamo scesi in acqua senza due giocatori, quella di oggi è una buona prestazione Al di là di qualche errore, l’Ortigia sembra aver ritrovato la grinta e l’atteggiamento giusto: “’Come ho già detto in precedenza – afferma il tecnico dell’Ortigia – la squadra c’è, gioca, lotta. Va detto che, in queste condizioni, un impegno contro Recco è ancor più proibitivo, quindi va bene, non sono dispiaciuto, la squadra è presente. Ci sono giocatori che stanno rientrando in forma e stanno pian piano ritrovando la loro condizione. Siamo in piena lotta, siamo tra le prime
quattro-cinque squadre del campionato. Adesso dobbiamo solo pensare agli allenamenti e al prossimo impegno, che è la partita di sabato contro Distretti Ecologici”.
TABELLINO
PRO RECCO-CC ORTIGIA 14-8
PRO RECCO: M. Del Lungo, F. Di Fulvio 1, G. Zalanki 3, P. Figlioli 4, A. Younger 3, G. Cannella, G. Rossi 1, G. Echenique 1, M. Iocchi Gratta, A. Velotto 1, M. Aicardi, B. Hallock, T. Negri. All. Sukno
CC ORTIGIA 1928: S. Tempesti, F. Cassia, Carnesecchi, A. Condemi, Velkic, Giribaldi, J. Gorria Puga , F. Condemi 2, Rossi 1, Vidovic 4, Napolitano 1, Ruggiero. All. Piccardo
Arbitri: Rovida e Severo
Note
Parziali: 3-2, 5-1, 3-3, 3-2. Uscito per limite di falli Giribaldi (O) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Recco 5/13 e Ortigia 2/6 + 2 rigori. In tribuna il commissario tecnico del Settebello Alessandro Campagna
Foto allegata (Credit Schenone)