Pallanuoto – Una buona Roma Nuoto non demerita a Brescia: finisce 14-7

44

Pallanuoto – Come previsto, la corazzata AN Brescia è più forte, più esperta e più strutturata di una pur bella
Roma Nuoto, sconfitta per 14-7. Alla Mompiano il divario tecnico è oggettivo, anche se i giallorossi ce la mettono tutta per impensierire i dirimpettai e tengono botta per almeno due tempi.
La grande nota positiva di giornata, a prescindere dal risultato, è il ritorno a una gara ufficiale. Da marzo la Roma non giocava in serie A1. Il branco si è scaldato: prossimo appuntamento sabato 12 dicembre a Trieste.

Parte forte l’AN Brescia che nei primi due minuti e mezzo va a segno due volte con Vlachopoulos e
Lazic. A un esordiente ne risponde un altro: il primo gol della Roma Nuoto nella serie A1 2020/21
è del mancino Nikola Vavic, 2-1. Renzuto sigla il 3-1 in superiorità numerica da palo 5, poi Dolce
segna il 4-1 con cui si chiude un primo tempo ben giocato dai giallorossi.
A inizio secondo periodo tante opportunità per la squadra di Massimo Tafuro, che non riesce a
concretizzare due situazioni di extra player. Allora ci pensa Cannella a incrementare il vantaggio
per i suoi, 5-1. Sul finale di tempo segna ancora Nikola Vavic, stavolta in contropiede. Capitan De
Michelis respinge un paio di attacchi pericolosi dei bresciani, si va al cambio campo sul 5-2.
Dopo l’intervallo lungo segna di nuovo Cannella, 6-2. Gli risponde subito Casasola: bella palla al
centro per lui, ancora migliore la girata: gran gol del numero 10 giallorosso, 6-3. L’altalena
prosegue con la rete di Lazic, poi un altro gran gol da posizione di centroboa, stavolta di Spione: è
7-4. Vlachopoulos e ancora Lazic portano l’AN Brescia sul 9-4. Allo scadere arriva il gol di Jokovic
per il 10-4 con cui si chiude il terzo tempo.
De Michelis è prodigioso in almeno due occasioni, poi si arrende a Nikolaidis, che in uno contro
zero segna l’11-4. È di Pietro Faraglia in superiorità il quinto gol della Roma Nuoto, subito seguito
da una nuova rete del Brescia con Alesiani. Balzarini segna in extra player, Nikola Vavic lo imita:
tripletta e 13-6. Tripletta, su rigore, anche per Vlachopoulos. L’ultimo gol è di Marko Vavic, anche
lui oggi all’esordio: 14-7 il finale. Una buona Roma Nuoto non demerita in casa dei campioni del
Brescia.
«Gara complicata, ma lo sapevamo», commenta a caldo l’allenatore della Roma Nuoto Massimo
Tafuro. «Avevo chiesto ai ragazzi una prestazione gagliarda e mi hanno accontentato. Il risultato
è quello che è ma la partita l’abbiamo fatta. Abbiamo tenuto abbastanza bene il campo, sia in fase di
possesso che di non possesso. Possiamo archiviare questo match, traendone stimoli per fare ancora
meglio. Abbiamo gli strumenti per poter migliorare ancora: siamo un po’ calati fisicamente nella
seconda parte della gara, dovremo lavorare di più».
AN Brescia: Del Lungo, Dolce 1, Presciutti, Lazic 3, Jokovic 1, Nikolaidis 1, Renzuto 1, Cannella
2, Alesiani 1, Vlachopoulos 3 (1 rig.), Di Somma, Balzarini 1, Gianazza. TPV: Alessandro Bovo.

Roma Nuoto: De Michelis, Ciotti, Di Santo, Faraglia F., Faraglia P. 1, Vavic M. 1, Voncina, Vavic
N. 3, Graglia, Casasola 1, Spione 1, Tartaro, Maiolatesi. TPV: Massimo Tafuro.
Superiorità numeriche: AN Brescia 3/7 + 1/1 rigore, Roma Nuoto 3/8.
Arbitri: Colombo e Romolini.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *