Scherma – A Boston il Grand Prix di sciabola

134

Si conclude a Boston il 2015 della sciabola mondiale. E’ in programma infatti nella capitale del Massachusetts il Grand Prix FIE, che rappresenta anche l’ultimo appuntamento dell’anno solare per ciò che concerne la scherma olimpica. L’evento di sciabola maschile e femminile si svilupperà in due giorni: sabato e domenica e si svolgerà all’Harvard University. Sul Grand Prix FIE di sciabola sono orientati gli sguardi della scherma mondiale, perché, soprattutto per ciò che concerne la prova maschile, è in palio una buona fetta di qualificazione olimpica a Rio2016. L’assenza della gara a squadre di sciabola maschile dal programma dei Giochi Olimpici, comporterà una qualificazione individuale in base al ranking mondiale, con un massimo di due atleti per Nazioni. Per diversi Paesi questo si traduce in una lotta “fratricida”, dove ogni atleta punta a incamerare il massimo dei punti per guadagnare posizioni che possano consentirgli di staccare il pass verso Rio.
La prova di Boston, in quanto Grand Prix FIE, mette in palio un punteggio maggiorato del coefficiente di 1.5, pertanto è una delle tappe principali del percorso di ogni sciabolatore verso il Brasile.
Nella sciabola femminile, invece, la prima fase della qualificazione olimpica riguarda la gara a squadre, assente sulle pedane statunitensi. Per quelle Nazioni che non dovessero riuscire a qualificare la propria squadra nazionale, l’attenzione ricadrebbe sui posti rimanenti nella gara individuale. E’ per questo motivo quindi che anche la gara individuale di Boston, per via del punteggio maggiorato, è tappa fondamentale per diverse sciabolatrici che punteranno al miglior risultato possibile.
L’Italia sarà in gara con ventiquattro atleti complessivi, suddivisi equamente nelle due prove in programma.
Nella gara di sciabola maschile, i protagonisti azzurri saranno Aldo Montano, Luca Curatoli e Diego Occhiuzzi, ammessi di diritto al tabellone principale perché tra i primi sedici del ranking mondiale. A loro proveranno ad aggiungersi nel primo turno del main draw anche Enrico Berrè, Gabriele Foschini, Luigi Miracco, Luigi Samele, Massimiliano Murolo, Riccardo Nuccio, Alberto Pellegrini, Giovanni Repetti e Lorenzo Romano.
Nella gara femminile, invece, l’unica azzurra ammessa nel turno delle 64, da cui prenderà il via il tabellone principale, è Rossella Gregorio. A caccia del pass qualificante al main draw andranno invece Irene Vecchi, Martina Petraglia, Loreta Gulotta, Benedetta Baldini, Sofia Ciaraglia, Martina Criscio, Camilla Fondi, Lucrezia Sinigaglia, Livia Stagni, Chiara Mormile e Caterina Navarria.
Lo staff tecnico è composto dal ct, Giovanni Sirovich e dai maestri Gigi Tarantino, Lucio Landi e Leonardo Caserta, mentre lo staff medico è formato dal dottor Alessandro Pagliaccia e dal fisioterapista Alessandro Pesce. Il programma gare del Grand Prix FIE di Boston è atipico. Entrambe le prove infatti si svolgeranno nelle stesse giornate. Sabato, a partire dalle 9 (le 15 in Italia) scatterà la fase di qualificazione della gara di sciabola femminile, mentre a seguire, alle 14 (le 20 in Italia) sarà la volta di quella maschile. Domenica sarà la giornata clou. Il tabellone principale della gara di sciabola femminile inizierà alle 9 (le 15 in Italia), mentre quello della prova maschile scatterà alle 13.40 (le 19.40 in Italia). La fase finale, che si comporrà delle semifinali e delle finali di entrambe le gare, è in programma alle 20.00 di Boston (le 02.00 della notte tra domenica e lunedi in Italia).




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.