Sci: l’azzurra Sofia Goggia domina la discesa

19

Goggia – Sofia Goggia regala una dimostrazione di forza impressionante, dominando la terza discesa stagionale in quel di St. Anton, per il bis a tre settimane dal trionfo di Val d’Isère ed ora la bergamasca è da sola davanti a tutte, nel giorno in cui porta a casa la vittoria numero 9 in Coppa del Mondo, la sesta nella specialità regina.

L’unica a contenere il distacco sotto il secondo è Tamara Tippler, già veloce in prova e alla fine gran seconda a 96 centesimi dall’olimpionica, mentre Ledecka e Suter, chiaramente le due rivali più attese per l’intera stagione, si devono accontentare del 4° e 6° posto, distanziate rispettivamente di 1”10 e 1”16, battute da una Breezy Johnson di nuovo terza come nelle due discese in Val d’Isère e con Ilka Stuhec alla pari dell’elvetica, per un piazzamento importante da parte della slovena, ma soprattutto con una strepitosa Laura Pirovano che precede di un centesimo la detentrice delle sfere di cristallo nella velocità.

La trentina finalmente esprime tutto il suo enorme potenziale, chiudendo ad un decimo dal podio e ottenendo il miglior risultato della sua carriera in Coppa del Mondo, ancora solo agli inizi.

E c’è ancora tanta Italia in top ten, con Elena Curtoni che perde solo nelle curve finali il possibile quinto podio della carriera, proprio nel giorno della sua 200esima gara in CdM, concludendo ottava a 1”34 da Goggia, ex aequo con Lara Gut-Behrami.

Ci sono poi Marta Bassino, 13esima a 1”71, e Federica Brignone 15esima a 1”78: per entrambe punti comunque utili pensando alla overall, anche se Petra Vlhova è stata bravissima e le ha battute entrambe (con un centesimo sulla cuneese) piazzandosi 12esima. Oltre le cinque azzurre in top 15, troviamo poi a punti anche Francesca Marsaglia, 19esima a 1”85 (davanti a Michelle Gisin, 20esima), e Nadia Delago 23esima con 1”99 di distacco, mentre Roberta Melesi non ha concluso, uscendo nelle ultime porte.

“Pensavo ad una gara con distacchi risicati, ma quando ho visto -1”34 scendendo per quinta, ho pensato che sarebbe stata dura battermi, anche perchè il tempo era davvero notevole visto che ieri era 1’25” alto e oggi un 1’24” – ha raccontato ai microfoni Rai  una raggiante Sofia Goggia – Non avevo capito bene questa pista in prova e pure oggi le prime 2-3 curve ho sbagliato qualcosina, poi da metà ho sciato veramente bene.

Una dedica? Beh, oggi è il compleanno di mio papà Ezio, al quale voglio un mondo di bene. Spero di avergli fatto un bel regalo”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *