Sis Roma pallanuoto: quarantena ed allenamenti

18

Sis Roma –  La stagione sportiva agonistica per la Lifebrain SIS Roma è terminata con i Campionati
Regionali Femminili Estivi Under 17 ed Under 19. Pochi giorni fa le ragazze U19 hanno portato a
casa la vittoria del loro Campionato capitanate dal Coach Manuel Bombelli che dichiara:
“L’Under 19 aveva dimostrato già prima della pausa forzata di avere degli equilibri differenti
rispetto all’U17 tant’è che hanno anche vinto il Campionato Regionale Estivo. Alcuni meccanismi
erano ormai propri delle ragazze e anche nelle partite post Covid hanno dimostrato da
subito compattezza.”
A differenza della categoria superiore, le ragazze della U17 ieri hanno perso il loro Campionato
con l’ultimo scontro con il VIS NOVA chiudendo con un 10 a 7 dopo una lunga ed intensa partita.
In quest’occasione sono state seguite da Marco Capanna (il loro Coach Manuel Bombelli è
impegnato la Nazionale Giovanile) che commenta: “Dopo tanto tempo ho avuto il piacere di
tornare in panchina e seguire in prima persona questo gruppo di giovani. Fa sempre male
perdere ma, senza soffermarmi mai su assenze e ‘giustificazioni’, mi complimento con la squadra
avversaria perché è stata più cinica di noi, ha ottimizzato meglio la prima frazione ed ha meritato di
vincere. Abbiamo prodotto e a tratti fatto buone cose ma ci è mancato sempre un pezzo
importante. In una partita equilibrata come questa dove potevamo e dovevamo fare di più, le
ragazze devono imparare che fa la differenza.”
Marco Capanna, in qualità di Responsabile della Pallanuoto Femminile della Lifebrain SIS
Roma, prosegue la sua dichiarazione nel fare un resoconto di questa stagione ed, in particolare,
di questi due mesi di lavoro post quarantena: “Sono molto contento del lavoro che abbiamo
fatto in queste settimane di ripresa perché era un miraggio poter ricominciare ad allenarci,
giocare un piccolo campionato e fare amichevoli. Ho riavuto il tempo di stare con tutte le ragazze,
anche se la prima squadra non è al completo viste le numerose presenze in Nazionale, unendole
in un unico grande gruppo che ha fatto fare ancora più squadra! Abbiamo aggredito questa ripartenza che poteva causare pigrizia, indolenza e perdita di stimoli.“
Un bilancio positivo quindi quello di questo periodo di cui Capanna è molto soddisfatto:
“Ho ottenuto le risposte che volevo in questi due mesi perché le ragazze sono cresciute
molto nell’identità di squadra e nello spirito. Lo scorso anno a fine stagione, a prescindere dai
risultati, avevamo molti meno feedback di unità di gruppi, di base di lavoro, di coinvolgimento e di
principi sportivi. Dobbiamo crescere ancora in ferocia e sfrontatezza, sia come gruppi che
individualmente, ma per ora va bene così e questo che abbiamo raggiunto fino ad ora ha un
valore enorme! Da settembre tutto ciò dovrà tramutarsi in tanta qualità.”
Una stagione 2020-2021 già con delle premesse importanti visto che gli obiettivi di Capanna, in
qualità di Responsabile di tutto il movimento femminile, saranno quelli di primeggiare in tutte le
categorie giovanili a livello regionale (U13, U15, U17 e U19), fare risultati importanti in finali
nazionali trainati da una prima squadra che vuole essere protagonista assoluto in
Campionato e in Europa.
La società si è organizzata subito ed ha avuto coraggio sugli impianti e sulla
programmazione: “Ci siamo mossi, a mio avviso, bene anche nella difficoltà” dichiara Capanna
che prosegue: “abbiamo mantenuto il gruppo che l’anno scorso è stato insieme solo 3 mesi, che
anche nei momenti più bui ha dimostrato di essere composto da ragazze di valore e che ha
un grossissimo potenziale tecnico. C’è un asse di giocatrici che ha scelto di prolungare già per due anni, inserimenti di giovani nella prima squadra nelle 13 e nel gruppo di lavoro, con un mercato ponderato e di qualità.” Tutte le ragazze faranno ancora una settimana di lavoro dopodiché si ritroveranno il 31 agosto con
la preparazione avendo in programma anche il 1° Waterpolo Camp della Lifebrain SIS Roma
che sarà importantissimo per cementare ancora di più tutte le qualità ed il lavoro costruito
fino ad ora.
Lasciamo alle spalle la stagione, forse, più particolare di sempre!




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *