VOLLEY – BERGAMO SBANCA MILANO, PINEROLO RAGGIUNGE MACERATA

115

VOLLEY – Nella domenica pomeriggio di Serie A1, cade ancora al tie-break Milano, che dopo la sconfitta contro Casalmaggiore della scorsa settimana, cede con lo stesso risultato a Bergamo. Vittoria in quattro set invece per le casalasche contro Cuneo. Nella parte bassa della classifica, buon punto conquistato da Pinerolo contro Firenze, vista anche la sconfitta per 0-3 di Macerata contro Chieri. Ora le pinelle sono a 7 punti come le arancionere, due in meno di Perugia, che rappresenta al momento la quota salvezza.

Un solo punto per la Vero Volley Milano sul campo del PalaIntred della Volley Bergamo 1991. Nella terza giornata di ritorno, le milanesi si arrendono ai vantaggi del tie-break come successo contro Casalmaggiore, con le orobiche che tornano a sorridere dopo quattro sconfitte. Ad un primo set dominato da Orro e compagne, superbe in tutti i fondamentali, le ragazze di coach Micoli rispondono con un secondo altrettanto determinato, con l’ingresso di Frosini per Lorrayna Da Silva a cambiare il volto alla gara. Milano torna a ruggire nel terzo, affidandosi alla diagonale Camera-Stysiak e alle fiammate centrali di Rettke (entrata per Stevanovic) e Folie per fuggire nel momento chiave del parziale, ma si fa nuovamente mettere alle corde dalle padroni di casa nel quarto, solida in difesa con Cecchetto e chirurgica con Lanier Cagnin in attacco. Il tie-break è nuovamente condito da un punto a punto di grande intensità: Milano subisce un break delle bergamasche, 10-8, dopo essere stata avanti al cambio di campo, 8-7, riesce ad impattare con una superlativa Larson (10 punti, tra le migliori in campo) ma si perde nel finale commettendo qualche errore di troppo. MVP dell’incontro una super Frosini, chirurgica con 18 punti, ma è tutta la squadra orobica la vera protagonista dell’incontro: fondamentali i 12 punti di Butigan (5 muri) e i 16 palloni messi a terra da Lanier, bene anche capitan Stufi (10) e Cagnin (9, 2 ace). A Milano non bastano gli 11 punti di Folie e i 10 del terzetto Larson-Thompson-Sylla. Le parole della giovanissima MVP Frosini“Non potevamo chiedere un finale migliore. Abbiamo sofferto, anche alla fine, ma siamo state brave, più di altre volte, a restare concentrate e a sfruttare le occasioni. Credo che oggi abbiamo dato tutto”. Rammarico per Letizia Camera“E’ stata una partita complicata. Devo fare i complimenti alle ragazze di Bergamo perché hanno difeso l’impossibile e hanno giocato con il cuore. Penso che la differenza sia stata questa”.

Arriva un’altra sconfitta per la CBF Balducci HR Macerata che al Banca Macerata Forum non riesce a contrastare una Reale Mutua Fenera Chieri (settima vittoria di fila tra A1 e Challenge Cup) concentrata e superiore in ogni fondamentale per tutto l’arco del match. Vittoria netta in 3 set per le piemontesi, quinta forza del campionato, che non regalano niente alle maceratesi, capaci di contrastarle solo a tratti nel secondo set e nel terzo parziale, l’unico equilibrato. Senza storia il primo set che vede Chieri partire fortissimo e coach Paniconi che esaurisce i suoi time-out già sul 4-12. Toccati i 10 punti di distacco sul 6-16 (ace di Cazaute), le chieresi incrementano ulteriormente il vantaggio raggiungendo il massimo di +14 sul 10-24, per chiudere 12-25 al terzo set point su attacco fuori di Malik. Nel secondo set dopo una buona partenza ospite (3-6) si lotta punto a punto fino al 12-12. Qui il punteggio gira decisamente a favore di Chieri che strappa a 14-22 su servizio di Morello. Ottenuta la prima palla set sul 17-24, Grobelna e compagne si impongono 18-25 grazie a un’invasione marchigiana. Nel terzo set Chieri prende quasi subito qualche punto di vantaggio che mantiene fino al 13-16. quando Macerata recupera a 16-16 (Fiesoli). Dopo l’ingresso di Bosio e il time-out di Bregoli il punteggio resta in bilico fino al 20-20. Cazaute e Grobelna danno alla loro squadra quattro palle match (21-24). Fiesoli annulla la prima, quindi Cazaute mette a terra il 22-25. Grobelna (MVP del match con 18 punti) e Cazaute (16 punti) dominano in attacco (49% di squadra contro il 32% delle padrone di casa) e l’ottima correlazione muro-difesa di Chieri fa il resto (6 muri a segno per la Reale Mutua Fenera, 4 di Grobelna). Per Macerata da segnalare la prova della statunitense Chaussee, 7 punti e 58% nell’unico set giocato, il terzo. Parla Silvia Fiori nel postpartita: “Chieri è una delle squadre che esprime il miglior gioco in campionato, complimenti a loro. Avevo però aspettative diverse per questa partita, non riusciamo mai ad essere aggressive e comandare il gioco. Le sconfitte iniziano ad essere tante, dobbiamo mettere in campo qualcosa in più per ottenere il risultato”. Così invece l’MVP Grobelna“Stiamo giocando bene e oggi era importante confermarsi, anche in chiave dell’impegno in Challenge Cup della prossima settimana. Era fondamentale nella gara odierna trovare subito un buon ritmo e ci siamo riuscite, siamo molto contente di questo e guardiamo al prossimo impegno: non vogliamo fermarci”.

È una TrasportiPesanti Casalmaggiore solida quella che esce dal PalaRadi contro la Cuneo Granda S.Bernardo con il bottino pieno. La formazione di coach Pistola si impone per tre set a uno sulle piemontesi con una Frantti da 26 punti e una De Bortoli granitica in fase difensiva, con l’americana premiata con il titolo di MVP nonostante sarebbe probabilmente servita una doppia nomination. Le rosa e le piemontesi regalano una bella prestazione nella prima frazione, giocandosela alla pari e mostrando una gran bella pallavolo: la schiacciatrice americana parte subito siglando 7 punti mentre Melandri piazza 3 muri, dall’altro lato risponde Szakmary con 10, in una frazione tirata che alla fine sorride alle casalasche 26-24. Nel secondo set invece sono le ospiti a prendere il largo con la banda ungherese davvero in palla con altri 7 punti e uno spaventoso 100% in attacco. Tornata sul taraflex dopo il pareggio però, Casalmaggiore diventa implacabile con super De Bortoli a difendere ogni pallone e Frantti a concludere con successo le azioni, aiutata anche da Malual (13) e Melandri (11). Le gatte devono arrendersi nonostante la grande prestazione di Szakmary, 27 punti per lei. Ali Frantti e Chiara De Bortoli in coppia: “E’ stata una gara un po’ inaspettata perchè non ci aspettavamo l’uscita di Iuli, ma tutte quelle che sono entrate sono state brave a dare il massimo. Abbiamo lottato da vera squadra e siamo riuscite a portarla a casa”. Così Lara Caravello“Ancora una volta abbiamo avuto momenti in cui gira tutto bene e riusciamo a prendere il largo e momenti in cui cala l’ombra e non riusciamo a fare le cose più semplici, incartandoci su noi stesse. Anche nel quarto set abbiamo dimostrato, seppure troppo tardi, che sappiamo giocarcela con tutte le squadre, ma ci serve stabilità”.

Il Bisonte Firenze allunga la sua striscia positiva e conquista la seconda vittoria di fila al tie-break contro una coriacea Wash4Green Pinerolo che, al Pala Bus Company, dimostra di non meritare l’ultimo posto in classifica con una prestazione a cui manca solo la vittoria. Caricate dallo splendido pubblico di casa, le piemontesi si portano avanti due set a zero, sorprendendo e mettendo sotto le bisontine inizialmente impreparate per arginare le avversarie. Al ritorno in campo nel terzo set, la squadra di coach Parisi trova la forza di reagire e di portare la partita al tie-break. Alla quinta frazione, dopo due match point sprecati e uno annullato alle avversarie, le bisontine chiudono con due monster block di Alhassan. Il muro è sicuramente stato un fondamentale decisivo (16 di squadra con 5 a testa per la stessa Alhassan Graziani), mentre MVP del match è stata eletta per la seconda volta consecutiva Sylvia Nwakalor, che ha chiuso con 27 punti di cui 4 a muro. Grande rammarico per le pinelle, che avevano accarezzato l’idea di andare a prendere il terzultimo posto di Perugia, trascinate da una commovente Zago da 28 punti e da un’Akrari attivissima con 20 punti di cui 6 muri. Proprio l’opposta Zago ai microfoni nel postpartita: “Credo che abbiamo fatto una gran partita soprattutto in risposta alla gara della scorsa settimana. Dobbiamo fare i complimenti a loro perché nel terzo set hanno avuto una grande reazione. Noi abbiamo combattuto fino alla fine poi è mancato forse qualche momento di lucidità. Ripartiremo da qua, in settimana lavoreremo per fare una partita ancora migliore e sono convinta che lavorando i risultati arriveranno”. Queste invece le parole dell’MVP Nwakalor: “Oggi è stata una partita davvero difficile, questo non è un campo semplice. È stata tosta ma la squadra è uscita fuori, brava a reagire in questo modo dimostrando che non molliamo. Faccio i complimenti alle mie compagne. Puntiamo a crescere e ad arrivare il più in alto possibile perché la nostra squadra può farlo”.

SERIE A1
3° GIORNATA DI RITORNO
Sabato 21 gennaio ore 20.00 

Prosecco Doc Imoco Conegliano-Megabox Ond. Savio Vallefoglia 3-1 (25-27, 25-18, 25-17, 25-20)
Sabato 21 gennaio ore 20.30
Savino Del Bene Scandicci-Igor Gorgonzola Novara 2-3 (32-30, 25-27, 22-25, 25-18, 8-15)
Sabato 21 gennaio ore 20.30 diretta Rai Sport + HD
E-Work Busto Arsizio-Bartoccini-Fortinfissi Perugia 3-0 (25-17, 25-14, 25-19)
Domenica 22 gennaio ore 17.00
Volley Bergamo 1991 – Vero Volley Milano 3-2 (14-25 25-17 23-25 25-19 16-14)
Cbf Balducci Hr Macerata – Reale Mutua Fenera Chieri 0-3 (12-25 18-25 22-25)
Trasportipesanti Casalmaggiore – Cuneo Granda S.Bernardo 3-1 (26-24 17-25 25-20 25-22)
Domenica 22 gennaio ore 19.30 diretta Sky Sport Uno
Wash4green Pinerolo – Il Bisonte Firenze 2-3 (25-20 25-21 16-25 23-25 15-17)

I TABELLINI
VOLLEY BERGAMO 1991 – VERO VOLLEY MILANO 3-2 (14-25 25-17 23-25 25-19 16-14) – VOLLEY BERGAMO 1991: Lanier 16, Butigan 12, Da Silva, Cagnin 9, Stufi 10, Gennari 3, Cecchetto (L), Frosini 18, May. Non entrate: Turla’, Cicola (L), Partenio, Bovo. All. Micoli. VERO VOLLEY MILANO: Larson 10, Folie 11, Thompson 10, Sylla 10, Stevanovic 3, Orro 3, Negretti (L), Stysiak 12, Rettke 8, Davyskiba 5, Camera, Parrocchiale (L). Non entrate: Begic, Candi. All. Gaspari. ARBITRI: Giardini, Pristera’. NOTE – Spettatori: 1521, Durata set: 25′, 24′, 31′, 26′, 18′; Tot: 124′. MVP: Frosini.

Top scorers: Frosini G. (18) Lanier K. (16) Butigan B. (12)
Top servers: Larson J. (2) Thompson J. (2) Cagnin E. (2)
Top blockers: Butigan B. (5) Sylla M. (3) Folie R. (3)

CBF BALDUCCI HR MACERATA – REALE MUTUA FENERA CHIERI 0-3 (12-25 18-25 22-25) – CBF BALDUCCI HR MACERATA: Fiesoli 5, Molinaro 7, Malik 6, Abbott 3, Aelbrecht 4, Dijkema 1, Fiori (L), Chaussee 7, Ricci, Cosi, Okenwa, Napodano (L). Non entrate: Quarchioni, Poli. All. Paniconi. REALE MUTUA FENERA CHIERI: Cazaute 16, Mazzaro 3, Grobelna 18, Rozanski 10, Weitzel 7, Morello, Spirito (L), Bosio, Storck. Non entrate: Butler, Villani, Kone, Nervini, Fini (L). All. Bregoli. ARBITRI: Zavater, Verrascina. NOTE – Spettatori: 705, Durata set: 20′, 24′, 25′; Tot: 69′. MVP: Grobelna.

Top scorers: Grobelna K. (18) Cazaute H. (16) Rozanski O. (10)
Top servers: Cazaute H. (2) Molinaro B. (1)
Top blockers: Grobelna K. (4) Mazzaro A. (2) Aelbrecht F. (1)

TRASPORTIPESANTI CASALMAGGIORE – CUNEO GRANDA S.BERNARDO 3-1 (26-24 17-25 25-20 25-22) – TRASPORTIPESANTI CASALMAGGIORE: Malual 13, Piva 4, Lohuis 2, Carlini 3, Frantti 26, Melandri 11, De Bortoli (L), Sartori 6, Perinelli 6, Mangani 2, Scola. Non entrate: Nikolova Dimitrova. All. Pistola. CUNEO GRANDA S.BERNARDO: Kuznetsova 10, Cecconello 6, Gicquel 1, Szakmary 27, Hall 5, Signorile, Caravello (L), Diop 11, Caruso 1, Magazza 1, Drews, Klein Lankhorst. Non entrate: Gay (L). All. Zanini. ARBITRI: Caretti, Grassia. NOTE – Spettatori: 1609, Durata set: 32′, 25′, 27′, 26′; Tot: 110′. MVP: Frantti.

Top scorers: Szakmary G. (27) Frantti A. (26) Malual A. (13)
Top servers: Frantti A. (2) Diop B. (1) Szakmary G. (1)
Top blockers: Melandri L. (6) Szakmary G. (5) Sartori B. (2)

WASH4GREEN PINEROLO – IL BISONTE FIRENZE 2-3 (25-20 25-21 16-25 23-25 15-17) – WASH4GREEN PINEROLO: Ungureanu 16, Gray 8, Zago 28, Grajber 8, Akrari 20, Prandi 1, Moro (L), Carletti 2, Bortoli, Tosini, Bussoli. Non entrate: Renieri, Gueli (L). All. Marchiaro. IL BISONTE FIRENZE: Herbots 16, Graziani 11, Nwakalor 27, Van Gestel 9, Sylves, Guiducci, Lapini (L), Alhassan 13, Malinov 4, Kosareva 1, Adelusi, Knollema. Non entrate: Lotti (L), Panetoni. All. Parisi. ARBITRI: Papadopol, Rossi. NOTE – Spettatori: 980, Durata set: 25′, 29′, 23′, 31′, 26′; Tot: 134′. MVP: Nwakalor.

Top scorers: Zago V. (28) Nwakalor S. (27) Akrari Y. (20)
Top servers: Graziani E. (2) Ungureanu A. (2) Grajber M. (2)
Top blockers: Akrari Y. (6) Graziani E. (5) Alhassan R. (5)

LA CLASSIFICA
Prosecco Doc Imoco Conegliano 44 (15 – 1); Savino Del Bene Scandicci 39 (12 – 4); Igor Gorgonzola Novara 36 (13 – 3); Vero Volley Milano 36 (12 – 4); Reale Mutua Fenera Chieri 35 (12 – 4); Trasportipesanti Casalmaggiore 28 (9 – 7); Volley Bergamo 1991 23 (7 – 9); E-Work Busto Arsizio 21 (7 – 9); Il Bisonte Firenze 18 (6 – 10); Megabox Ond. Savio Vallefoglia 17 (6 – 10); Cuneo Granda S.Bernardo 16 (6 – 10); Bartoccini-Fortinfissi Perugia 9 (3 – 13); Wash4green Pinerolo 7 (2 – 14); Cbf Balducci Hr Macerata 7 (2 – 14).

LA PROSSIMO SETTIMANA
COPPA ITALIA FRECCIAROSSA
QUARTI – GARA UNICA
Martedì 24 gennaio ore 20.30

Prosecco Doc Imoco Conegliano – Cuneo Granda S.Bernardo
Mercoledì 25 gennaio ore 20.30
Igor Gorgonzola Novara – Reale Mutua Fenera Chieri
Savino Del Bene Scandicci – Volley Bergamo 1991
Vero Volley Milano – TrasportiPesanti Casalmaggiore