Volley – Campionati europei under 16 femminili: Italia d’argento

Volley – Nella finale dei Campionati Europei under 16, le azzurrine non sono riuscite a fermare la Turchia, uscendo sconfitte dal PalaChiarbola 0-3 (20-25, 20-25, 20-25).
Non è riuscita l’impresa, alle ragazze di Pasquale D’Aniello, di portare a casa il secondo titolo consecutivo in questa categoria, dovendosi arrendere ad una Turchia in grado di perdere un solo set nell’arco di tutta la competizione. Una sconfitta che comunque non può cancellare totalmente il cammino dell’Italia a Trieste, dove dopo aver chiuso la pool al secondo posto è riuscita a superare la Russia al termine di una splendida vittoria in semifinale, raggiunta con le unghie e con i denti e meritandosi di fatto una comunque ottima medaglia d’argento. Un secondo posto che se sommato anche al primato raggiunto in Bulgaria nel 2017, non può che certificare il buon lavoro svolto in questa categoria da parte di Pasquale D’Aniello ed il suo staff.

CRONACA – Per l’atto conclusivo, il Ct Pasquale D’Aniello si è affidato al sestetto composto da Orlandi in palleggio, Giacomello opposto, Bellia e Ribechi schiacciatrici, Catania e Polesello in mezzo e Salviato libero.
Nel primo set la Turchia è partita subito forte e con grande determinazione è riuscita ad assicurarsi fin da subito un buon margine (5-9). Le azzurrine hanno provato a farsi di nuovo sotto (18-20) ma le ragazze di Inanc ne hanno contenuto il ritorno con una buona ricezione, chiudendo (20-25).
Anche nel secondo set, dopo un avvio a trazione turca (2-7), le azzurrine non sono riuscite a mettere in piedi una rimonta, commettendo qualche errore di troppo proprio nei momenti nei quali davano l’impressione di poter raggiungere le proprie avversarie (19-22). La Turchia è stata brava ad approfittarne, chiudendo con lo stesso risultato del set precedente (20-25).
Terzo set nel quale le azzurrine hanno provato a rientrare in partita soprattutto in avvio (10-7). Anche qui, però, la Turchia ha saputo rimanere più lucida nei momenti chiave, recuperando l’inziale svantaggio e chiudendo avanti (25-20).

Tabellino: ITALIA-TURCHIA 0-3 (20-25, 20-25, 20-25)
Italia: Ribechi 3, Polesello 1, Giacomello 9, Bellia 10, Catania 2, Orlandi 3, libero: Salviato, Marinoni, Giuliani 8, Passaro 1, Ituma 2, Munarini. All. D’Aniello.
Turchia: Arlanalp 4, Gocmen 13, Zengin 7, Eroktay 13, Sahin 8, Wilson 5, libero: Narlioglu, Bukmen 3, Guvener. Ne: Yesilimark, Hitayca, Dakak. All. Inanc.
Durata: 25′, 24′, 25′
Italia: 8 a, 17 bs, 5 mv, 22 et
Turchia: 11 a, 9 bs, 8 mv, 21 et

Queste le dichiarazioni delle protagoniste al termine della finale dei Campionati Europei under 16 femminili Italia-Turchia 0-3 (20-25, 20-25, 20-25).

PASQUALE D’ANIELLO: “Credo che sia giusto così; bisogna riconoscere il merito di una squadra più forte e con una generazione molto buona che ha giustamente vinto la medaglia d’oro. Si si sono dimostrate più forti nei due confronti (ai gironi ed in finale, n.d.r.) e bisogna dare il giusto onore al merito. Noi comunque siamo contenti della conferma del podio, stiamo dando continuità al progetto e queste generazioni ci danno grandissime soddisfazioni. Diverse nazionali giovanili sono in giro per il mondo a giocarsi titoli importante come il Mondiale under 20, cosa che certifica quanto di buono stiamo facendo. Da domani penseremo alle 2006 e vedremo cosa succederà tra due anni. Questa del 2004 è sicuramente una generazione che continuando a lavorare potrà regalarci delle belle sorprese”.

MANUELA RIBECHI: “Sono fermamente convinta che la squadra non abbia dato il massimo. Ovviamente devo fare i miei complimenti alla Turchia: ci hanno surclassate sia dal punto tecnico che dal punto di vista emotivo e si sono meritate la vittoria. Guadagnarsi la medaglia d’oro sarebbe stato un sogno, ma ci accontenteremo di un argento che certifica comunque l’ottimo cammino della nazionale azzurra. E’ ovvio che ora siamo molto amareggiate, probabilmente avremmo potuto dare qualcosa in più per ottenere un risultato diverso”.

GRETA CATANIA: “Siamo un po’ amareggiate, è ovvio, anche se siamo consapevoli che la Turchia è davvero un’ottima squadra che si è meritata il titolo europeo. Noi abbiamo conquistato un argento che certifica la qualità del nostro cammino qui a Trieste. A livello individuale, il premio che ho ricevuto significa molto per me. Mi dà la conferma che la correttezza è un valore che nello sport premia sempre”.

BENEDETTA SALVIATO: “Peccato, perché eravamo arrivate a questa finale davvero convinte di potercela fare ma la Turchia ha dimostrato qualcosa in più in tutti i fondamentali e credo che alla fine si meriti il titolo europeo. Essere stata premiata come miglior libero è ovviamente una gratificazione a livello personale, ma non c’è alcun dubbio che baratterei all’istante questo premio individuale con quello collettivo”.

Premi individuali

FAIR PLAY: Greta Catania (ITA)
MIGLIORI SCHICCIATRICI: Naja Salamun (SLO); Ariina Fedorovtseva (RUS)
MIGLIORI CENTRALI: Natalia Suvurova (RUS); Neja Cizman (SLO)
MIGLIOR OPPOSTO: Taja Gradisnik Klanjscek (SLO)
MIGLIOR PALLEGGIATRICE: Ozge Arslanap (TUR)
MIGLIOR LIBERO: Benedetta Salviato (ITA)
MVP: Ozge Arslanap (TUR)

Risultati fase a eliminazione diretta

20 luglio: Turchia-Slovenia 3-1 (23-25, 25-18, 25-17, 25-8), Italia-Russia 3-2 (21-25, 25-16, 13-25, 26-24, 15-12)
21 luglio: ore 17.30 Russia-Slovenia 3-1 (25-19, 18-25, 25-18, 25-14), ore 20 Italia-Turchia 0-3 (20-25, 20-25, 20-25)

Le 12 azzurrine

N.1 Sara Bellia. Nata a Treviso, il 9 marzo 2004. Altezza 190 cm. Schiacciatrice. Gioca nel Volleyrò Casal de Pazzi
N.2 Benedetta Salviato. Nata a Varese, il 9 gennaio 2004. Altezza 170 cm. Libero. Gioca nella Amatori Atleti Caurago.
N.3 Giulia Polesello. Nata a Roma, l’8 aprile 2004. Altezza 185 cm. Centrale. Gioca nel Volleyrò Casal de Pazzi.
N.4 Elisa Marinoni. Nata a Brescia, il 23 dicembre 2004. Altezza 185 cm. Schiacciatrice. Gioca nella Promoball Voleyball Flero.
N.6 Marina Giacomello. Nata a Dolo (VE), il 1 aprile 2004. Altezza 190 cm. Opposto. Gioca nella San Donà Piave Volley Srl.
N.7 Greta Catania. Nata a Catania, il 9 marzo 2004. Altezza 184 cm. Centrale. Gioca nel Volleyrò Casal de Pazzi.
N.8 Dominika Giuliani. Nata a Vimercate (MB), il 26 novembre 2004. Altezza 191 cm. Schiacciatrice. Gioca nella Pro Victoria Pallavolo Monza.
N.9 Viola Passaro. Nata a Milano, il 30 novembre 2004. Altezza 180 cm. Alzatrice. Gioca nel Fusion Team Volley.
N.10 Julia Ituma. Nata a Milano, l’8 ottobre 2004. Altezza 191 cm. Opposto. Gioca nella Polisportiva San Filippo Neri.
N.11 Manuela Ribechi. Nata a Melzo (MI) il 15 febbraio 2004. Altezza 170 cm. Schiacciatrice. Gioca nel Volleyrò Casal de Pazzi.
N.14 Giulia Orlandi. Nata a Roma, il 29 gennaio 2004. Altezza 182 cm, Alzatrice. Gioca nel Volleyrò Casal del Pazzi.
N.16 Matilde Munarini. Nata a Vicenza, il 3 giugno 2004. Altezza 187 cm. Centrale. Gioca nella Volley S. Paolo Vicenza.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *