Volley coppa Italia: aggiornamenti

Sono Igor Gorgonzola Novara, Imoco Volley Conegliano e Unet E-Work Busto Arsizio ad aggiudicarsi il primo round dei quarti di finale della Samsung Galaxy Coppa Italia di Serie A1 Femminile, completando il quadro delle gare di andata dopo il successo fatto registrare ieri dalla Savino Del Bene Scandicci contro Il Bisonte Firenze. Fattore campo rovesciato, dunque, in tutti gli incontri del mercoledì: la Igor Gorgonzola si impone per 3-0 in casa della Bosca San Bernardo Cuneo, che non riesce a ripetere l’impresa compiuta nel derby piemontese di campionato. 3-0 anche per l’Imoco, che in trasferta si aggiudica anche il terzo incontro stagionale con il Saugella Team Monza. A Novara e Conegliano basterà quindi vincere un set nel match di ritorno per assicurarsi il passaggio alle Finali di Verona. Più equilibrato l’ultimo quarto di finale: al PalaRadi di Cremona la Unet E-Work passa con il punteggio di 1-3 ai danni della èpiù Pomì Casalmaggiore, che proprio stasera ha presentato la nuova denominazione. Al ritorno, Busto Arsizio avrà quindi bisogno di vincere almeno due set per qualificarsi alle Finali, mentre a Casalmaggiore servirà una vittoria per 3-0. Nel caso di un successo per parte con il medesimo punteggio, si disputerà un Golden Set per determinare la squadra qualificata all’evento del 2 e 3 febbraio.

Sabato 19 gennaio alle 20.30 si disputerà il primo dei match di ritorno, quello tra Savino Del Bene Scandicci e Il Bisonte Firenze, in diretta su Rai Sport + HD; a seguire, domenica 20 gennaio, Igor Gorgonzola Novara – Bosca San Bernardo Cuneo e Imoco Volley Conegliano – Saugella Team Monza, e lunedì 21 gennaio Unet E-Work Busto Arsizio – èpiù Pomì Casalmaggiore, tutte trasmesse in live streaming su LVF TV.

BOSCA S.BERNARDO CUNEO – IGOR GORGONZOLA NOVARA 0-3 (12-25, 16-25, 22-25)
Dopo la splendida vittoria del 26 dicembre, che aveva inflitto alla capolista Novara la prima sconfitta stagionale, la Bosca S.Bernardo Cuneo non riesce a ripetersi e nell’andata dei quarti di finale della Samsung Galaxy A Coppa Italia cede 0-3 al Pala UBI Banca alla Igor Gorgonzola. Nella gara di ritorno, in programma domenica al Pala Igor di Novara, alle ragazze di coach Barbolini basterà quindi conquistare un set per accedere alle Final Four di Verona.

La Bosca S.Bernardo Cuneo di coach Pistola scende in campo con Bosio in regia, Van Hecke opposto, Menghi e Zambelli centrali, Cruz e Salas in banda, Ruzzini libero. Dall’altra parte della rete la Igor Gorgonzola Novara di coach Barbolini risponde con Carlini al palleggio in diagonale con Egonu, Chirichella e Veljkovic al centro, capitan Piccinini e Bartsch schiacciatrici, Sansonna a presidiare la seconda linea.
L’avvio di gara è convincente per la formazione ospite, che impone subito un ritmo alto alla gara con la sola Van Hecke a provare a tenere a galla le cuneesi. Novara sale 2-5 grazie a tre punti consecutivi di Bartsch e allunga fino al 7-12, costringendo la panchina biancorossa al primo time-out del match. La Igor continua a macinare gioco, sbagliando poco in attacco e disputando una buona gara sia a muro che in difesa, con coach Pistola che sul 10-18 tenta un doppio cambio inedito, inserendo Markovic e Baiocco per Salas e Cruz. L’inerzia della gara resta però tutta per le novaresi, che grazie ad un ottimo turno in battuta di Veljkovic (due ace in fila) chiudono il primo set 12-25 (0-1).

Ottima la partenza ospite anche nel secondo parziale: sul 3-6 coach Pistola richiama in panchina le sue ragazze, e sul 4-10 cambia il palleggio, inserendo Kaczmar per Bosio. Il gap resta invariato fino all’11-17, momento in cui torna in campo Salas per Markovic, con le ragazze di coach Barbolini che allugano ulteriormente fino a chiudere 16-25 (0-2).

I troppi errori cuneesi permettono alla Igor di partire bene anche nel terzo set (1-5), con Salas che prova a ridurre lo svantaggio e porta la Bosca S.Bernardo a -2 (5-7). Un ace di Egonu, seguito da un muro di Chirichella permette a Novara di tornare a +5 (6-11), momento in cui Mancini fa il suo ingresso in campo per Menghi. La Egonu continua però a dimostrarsi inarrestabile, con le ospiti che allungano ancora nonostante un nuovo cambio al palleggio cuneese, con Bosio che torna in campo sul 12-19. Una reazione di orgoglio delle biancorosse, con Salas, Markovic (ace) e Van Hecke sugli scudi, permette alla Bosca S.Bernardo Cuneo di riavvicinarsi e costringe coach Barbolini al primo time-out ospite della gara sul 16-21. Le gatte non si fermano e arrivano a 2 lunghezze di distanza (21-23) grazie ad un’ottima Salas, ma l’ingresso di Nizetich permette alla Igor di salire 21-24 e di chiudere grazie ad un primo tempo di Veljkovic 22-25 (0-3).

Andrea Pistola (allenatore Bosca S.Bernardo Cuneo): “Stasera avremmo dovuto tenere percentuali di attacco più alte per creare problemi a Novara, ma soprattutto nei primi due set abbiamo fatto molta fatica, complice la loro ottima correlazione muro-difesa. La Igor stasera ha giocato davvero molto bene, ricevendo benissimo, ed è una squadra che se può giocare con la palla in testa alla palleggiatrice ha delle attaccanti incredibili. Non siamo stati bravi a reagire nelle difficoltà, ci eravamo proposti di ‘goderci’ questa partita ma abbiamo fatto l’esatto opposto, subendo la pressione. Al ritorno cercheremo di onorare la gara, ben consapevoli che sarà difficilissimo vincere 3-0 in casa della prima in classifica”.

Massimo Barbolini (allenatore Igor Gorgonzola Novara): “Era una partita difficile perché un mese fa Cuneo aveva dimostrato di poterci mettere ampiamente in difficoltà,, ma devo fare i complimenti alle mie ragazze perché con questa formula di andata e ritorno riuscire a fare un buon punteggio oggi era importante. La squadra lo ha capito perché non ha mai mollato e non è mai calata, giocando due set e mezzo ad un’intensità altissima. Siamo contenti perché abbiamo giocato bene contro una buona squadra: un bel primo passo verso le Final Four di Verona”.

E’PIU’ POMI’ CASALMAGGIORE- UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 1-3 (25-18, 17-25, 23-25, 24-26)
Dopo l’annuncio della nuova denominazione èpiù Pomì Vbc Casalmaggiore, è la Unet E-Work Busto Arsizio a fare sua l’andata dei quarti di finale della Coppa Italia per 3-1 dopo che il primo set si era colorata di rosa, al PalaRadi di Cremona davanti a 1.543 spettatori.

Primo set. Apre le marcature la squadra ospite ma Carcaces sigla il punto del pareggio. Busto si porta avanti ma Carcaces con una staffilata e un errore delle ospiti porta tutto in parità, è Rahimova a mettere la freccia del sorpasso, 5-4. Cannonata millimetrica di Polina Rahimova che trova il vertice del campo e sigla il 7-6, ed è la stessa opposta azera ad allungare. Monster Block di Caterina Bosetti su attacco di Herbots, 9-6. Arrighetti sfrutta una cattiva ricezione ospite e mette a terra il pallone dell’11-7. Busto c’è, Samadan trova il varco giusto e fa 10-13 ma la successiva battuta di Grobelna è lunga. E’ efficace il primo tempo di Kakolewska che sigla il 16-12. Diagonale vincente di Firefox Bosetti che infila il 17-12 e Pincerato, con un muro, allunga, entra Meijners per Herbots. La E’ Più Pomì si porta sul 19-12 e coach Mencarelli chiama il primo time out della gara. Bella la diagonale strettissima di Meijners che trova il 14-19, ma Bosetti ristabilisce le distanze. E’ capitan Arrighetti a mettere a terra il pallone del 22-14. Meijners trova il primo ace della gara, 16-22. Rahimova stacca da ferma e il suo pallone è devastante, Leonardi non può nulla ed è 23-17. Un errore di Bonifacio manda le rosa sul 24-17, Grobelna però ferma la corsa delle rosa ma un fallo fischiato alla Uyba chiude la frazione 25-18.

Secondo set. Busto parte forte, ace di Orro e 4-2 Uyba. Rahimova tiene le sue attaccate alle ospiti, 3-5, e Bosetti accorcia nuovamente. Busto spinge forte, ma Bosetti accorcia le distanze con un mani-fuori, 6-9. Samadan stacca ad un piede e trova l’11-6, coach Gaspari chiama time out. Rahimova ci prova con un autentico “gancio cielo” di cestistica memoria, il pallone viene poi rispedito in campo VBC e stavolta l’azera non sbaglia, 7-11. E’ ancora Rahimova a mettere a terra il pallone, 8-11. Busto spinge ma Pincerato imbecca bene Rahimova che trova la diagonale che vale l’11-16. La Uyba si porta sul 19-11, coach Gaspari inserisce Radenkovic per Pincerato, Kakolewska mette a terra il pallone del 12-19. Salvataggio acrobatico di Lussana, Rahimova sigla il 15-20. Le ospiti però imprimono il loro gioco in questa seconda frazione, e un muro di Orro su Kakolewska chiude la frazione 25-17.

Terzo set. E’ Bosetti ad aprire le marcature, 1-0 Vbc. Ancora una volta è Bosetti a siglare il punto con una diagonale che fa 3-1. Qualche errore della Vbc e più concretezza dall’altra parte portano Busto avanti 5-4 e Grobelna allunga. Finisce out il tentativo di Rahimova, la Uyba si porta sull’8-4 e coach Gaspari preferisce chiamare time out. Al ritorno in campo Arrighetti trova un potente primo tempo e accorcia le distanze, un’infrazione fischiata alle farfalle poi accorcia nuovamente, 6-8. Mani-fuori di Rahimova e la èpiù Pomì Casalmaggiore si porta sul 7-9. Kakolewska blocca ad una mano la pipe di Meijners e porta le sue sul 9-10. Firefox Bosetti sfrutta il piano di rimbalzo del muro e trova il 12-14. Magia di Rahimova che trova il pallone perfetto e sigla il 14-16. Grobelna conclude un bellissimo e lunghissimo scambio con tanti capovolgimenti di fronte, ma Carcaces accorcia 15-18. La battuta successiva è il primo ace di Rahimova, 16-18. Kakolewska fa il classico buco nel pavimento col suo primo tempo, 17-19. Diagonale devastante di Bosetti che trova il 19-20, time out Busto. Busto continua la sua marcia ma Rahimova non ci sta, 20-22. Rahimova gioca d’astuzia così, dopo un super salvataggio di Carcaces, sfrutta le mani avversarie e fa 21-22, ma Bonifacio ristabilisce le distanze. L’opposta azera in maglia rosa ferma il primo set point della Uyba, ma è Samadan a chiudere 25-23.

Le rosa partono in vantaggio ma le bustocche riprendono le padrone di casa e passano in vantaggio 4-2, ma il servizio di Orro è fuori. Il mani fuori di Bosetti manda le rosa a meno uno, 4-5, e un errore di Gennari pareggia i conti. Cannonata di Rahimova che piega le braccia di Meijners e fa 6-7. Staffilata di Bosetti e intuizione di Gray, 8 pari. Samadan porta le sue avanti ma Gray accorcia 9-10. Kakolewska ferma l’attacco di Meijners e fa 11-12, ma Bonifacio ristabilisce le distanze, ma una botta di Rahimova dalla seconda linea accorcia ancora. Diagonale di Bosetti e attacco out di Grobelna e la VBC si riporta in parità ma è la stessa opposta belga a farsi perdonare, 15-14 Busto. E’ ancora Bosetti questa volta a pareggiare i conti, 15-15. Kakolewska sfrutta un’indecisione in ricezione delle farfalle e porta la Vbc avanti 17-16. La èpiù Pomì Casalmaggiore si porta sul 18-16, time out per coach Mencarelli, il PalaRadi di si infiamma. Busto però è squadra dura a mollare, ace di Samadan che pareggia i conti 18-18 ma la battuta successiva della centrale croata, nuovo acquisto Uyba, finisce a rete. Rahimova conclude uno scambio sofferto ma che si colora di rosa, 20-19. Gray sbaglia la difesa sull’attacco bustocco, la Uyba si porta avanti sul 21-20 e coach Gaspari chiama time out. Si torna in campo e il punto si marchia di azero, Rahimova fa 21-21. Monster block, assolutamente da manuale del volley, per Arrighetti su Gennari, 23-22 Pomì. Gennari però beffa Rahimova e manda le sue al match point 24-23, ma la battuta out di Herbots annulla. E’ un pallonetto delle farfalle a chiudere la frazione 26-24 e il match per 3-1. Servirà una prova di carattere per le ragazze della èpiù Pomì Vbc Casalmaggiore al PalaYamamay lunedì sera.

Alessia Gennari (schiacciatrice Unet E-Work Busto Arsizio): “Importante iniziare così la doppia sfida: ci siamo tenute un po’ di rabbia dentro dopo la sconfitta in campionato qui al PalaRadi. Abbiamo capito dove avevamo sbagliato e dopo il primo set perso ci siamo dette che non volevamo ripetere gli errori; abbiamo preso le misure, fatto bene con il muro difesa e forzato il servizio: queste le chiavi del successo”.

Giulia Pincerato (palleggiatrice èpiù Pomì Casalmaggiore): “Non so cosa sia successo dopo il primo set: siamo partite bene, forse poi abbiamo avuto un calo fisico. In ogni caso Busto se riceve bene poi esprime il suo gioco e non è una squadra da sottovalutare. Stavamo recuperando nel quarto ma è mancato qualcosa”.

SAUGELLA TEAM MONZA – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (23-25, 13-25, 19-25)
Serata da dimenticare per la Saugella Monza. Come successo nel girone di andata del campionato, anche nella gara quella valida per i quarti di finale della Samsung Galaxy A Coppa Italia le monzesi si fanno sorprendere davanti al pubblico di casa della Candy Arena da una cinica Imoco Conegliano. Le ospiti firmano un secco 3-0 a distanza di tre giorni dalla sfida vinta in Veneto in quattro set, mettendo una pesante ipoteca sul passaggio del turno nella coppa nazionale. Eppure, ancora una volta, era sembrata la Saugella ad essere più brillante nel prologo di primo set, comandato quasi sempre dalla squadra dI Falasca con Buijs, Begic e Hancock ad apparire in giornata. Con un bel colpo di coda alla metà del gioco, però, Conegliano brava a capovolgere l’andamento del gioco e della gara. Una precisa Wolosz in regia capace di imbeccare con costanza Fabris (MVP della gara con 21 punti, 1 ace, 1 muro ed il 63% in attacco) e Hill, e le sue attaccanti pronte a ripagarla quasi sempre con un punto. Monza ha tentato di risalire nel finale con un mini break guidato dai turni al servizio dell’entrata Bianchini, ma la rimonta non si è concretizzata. La partita si è chiusa virtualmente dopo il primo set. Nel secondo e terzo gioco, infatti, l’Imoco ha fatto registrare due partenze brucianti che hanno messo ko Monza a livello psicologico nonostante i buoni tentativi di reazione delle padrone di casa portati avanti da Orthmann e Melandri. Fra quattro giorni il ritorno: la Saugella avrà bisogno di una prestazione da circoletto rosso per riuscire a guadagnare prima il golden set e poi la qualificazione alla Final Four di Verona.

Primo set: Break Saugella Monza con Begic e Devetag, 4-2. Fast di De Kruijf ad accorciare le distanze per le ospiti, 5-4, ma Monza è sempre brava a mantenere due punti di vantaggio con le giocate di Adams e Begic, 7-5. E’ la giocata d’astuzia di Hancock, seguita dalla pipe out di Hill, a consentire le padrone di casa l’allungo 11-7. Dopo il punto di Hancock, ispirata anche in attacco (13-9), le venete si rifanno sotto con il buon turno in battuta di Fabris prima ed i punti di Hill poi, 14-13. L’Imoco commette qualche sbavatura al servizio ma le monzesi non ne approfittano, Sylla firma così il pari dopo l’attacco vincente di Fabris, 16-16. Punto a punto fino al 20-20, poi nuovo vantaggio di Conegliano con Fabris e grazie all’errore di Ortolani e Falasca chiama time-out sul 22-20 per la squadra di Santarelli. Ancora Fabris a segno: prima in attacco poi in battuta, 24-20 Imoco. Mani fuori di Ortolani, tetto di Hill e muro di Devetag: la Saugella ci crede (24-23) e Santarelli chiama time-out. Errore al servizio di Bianchini e primo gioco per le ospiti, 25-23.

Secondo set: Parte forte la squadra ospite con un filotto di sei punti agevolato dall’ottimo turno al servizio di Hill (anche due ace per lei), 6-0 e Falasca chiama time-out. Dentro Orthmann per Buijs ma le cose non cambiano: Begic spara out dopo l’ace di Wolosz e Conegliano scappa sul 10-2. Balboni prende il posto di Hancock in regia, Hill e Danesi vanno a segno e Monza appare disorientata (12-3). Ortolani a tenere in corsa le monzesi (13-6), ma Conegliano attacca con continuità grazie all’ottima regia di Wolosz e agli assoli di Hill, 15-8. I lampi di Orthmann e Ortolani, in aggiunta a qualche sbavatura delle ospiti, tiene aperta qualche chance di recupero della Saugella (19-11). Dopo i due punti consecutivi di Hill, l’entusiasmo di Monza si spegne e l’Imoco si aggiudica il parziale, 25-13.

Terzo set: Subito vantaggio Imoco Conegliano con Fabris ed il muro di Sylla su Orthmann, 3-1. Le venete continuano a spingere, toccando tanto a muro e martellando forte in attacco con Fabris e Hill, 7-2. Dentro Melandri per Devetag e Buijs per Begic: Ortolani e l’errore dal centro di Danesi spezzano il buon momento delle ospiti (7-4). Giocata vincente di Ortolani, out di Hill e Monza accorcia, 9-6. Buijs, Adams e Orthmann (muro su De Kruijf) guidano la Saugella alla rimonta, 10-9. Ancora fuga di Conegliano con il buon turno in battuta di Hill, 12-9, ma due ottimi attacchi di Ortolani, intervallati dall’errore di Fabris e dal muro di Melandri su Danesi, consentono a Monza prima di pareggiare e poi di sorpassare, 14-13 e Santarelli chiama la pausa. Nuovo break ospite con una scatenata Fabris (attacco vincente e muro su Adams), 18-15. Hill e Fersino (ace) fortificano il vantaggio di Conegliano, che si porta sul 21-16. Finale tutto dell’Imoco, che si aggiudica il set, 25-19 e la gara 3-0.

Hanna Orthmann (schiacciatrice Saugella Monza): “Stasera Conegliano ha fatto una grande gara, soprattutto al servizio e in attacco e noi ci siamo fatte trovare impreparate, sia in difesa che in ricezione. Al ritorno dovremo trovare delle contromisure efficaci, risultando più pronti nel leggere le loro inziative. Quante possibilità abbiamo? Nello sport tutto è possibile, sempre. Potevamo vincere 3-0 stasera e poi perdere lì con lo stesso risultato. Dovremo approcciare la gara con il massimo della determinazione per provare a guadagnare la qualificazione.

Samanta Fabris (schiacciatrice Imoco Volley Conegliano): “Abbiamo iniziato subito con il giusto approccio. Nel secondo set abbiamo fatto la differenza con la battuta, mettendole in difficoltà. Sono stati tre set molto importanti per noi. Final Four? Non ci siamo. Prima dobbiamo vincere in casa e poi possiamo pensarci. Non ci dobbiamo rilassare perché loro non mollano e vorranno dare il tutto per tutto. Se ci aspettavamo una vittoria così? No, ma l’abbiamo preparata bene questa sfida. Ora testa al ritorno, dove dovremo fare bene come stasera”:

LVF TV
I quarti di finale della Samsung Galaxy A Coppa Italia di Serie A1 Femminile sono un’esclusiva di LVF TV, la web-tv ufficiale della Lega Pallavolo Serie A Femminile che propone ai suoi abbonati ogni singolo match nella corsa allo Scudetto e il meglio degli Eventi della stagione 2018-19, in diretta e on demand. Ma non solo: highlights, interviste e format originali dedicati agli abbonati. Dal 15 al 23 gennaio, in occasione dei quarti di finale della Coppa Italia di Serie A1 e delle semifinali della Coppa Italia di Serie A2, non perdere la straordinaria promozione: inserendo in fase di iscrizione il codice “coppaitalia” potrai abbonarti al pacchetto Half Season a soli 19,95 €! Tutte le informazioni su www.lvftv.com.

FINALI SAMSUNG GALAXY A COPPA ITALIA
Sono in vendita i biglietti per le Finali Samsung Galaxy A Coppa Italia, che si svolgeranno il 2-3 febbraio all’AGSM Forum di Verona. I tagliandi per l’imperdibile spettacolo sono disponibili online sul circuito Vivaticket.it e in tutte le ricevitorie Vivaticket: un regalo perfetto per tutti gli appassionati di volley rosa! Tutte le informazioni relative alle Finali Samsung Galaxy A Coppa Italia sono contenute nel sito ufficiale della manifestazione.

I TABELLINI
BOSCA SAN BERNARDO CUNEO – IGOR GORGONZOLA NOVARA 0-3 (12-25 16-25 22-25) – BOSCA SAN BERNARDO CUNEO: Cruz 2, Menghi 3, Van Hecke 13, Salas 11, Zambelli 2, Bosio, Ruzzini (L), Markovic 1, Kaczmar 1, Mancini, Baiocco. Non entrate: Kavalenka. All. Pistola. IGOR GORGONZOLA NOVARA: Piccinini 3, Chirichella 10, Carlini 1, Bartsch 14, Veljkovic 10, Egonu 20, Sansonna (L), Nizetich 1, Zannoni. Non entrate: Camera, Bici, Stufi, Plak. All. Barbolini. ARBITRI: Boris, Rossi. NOTE – Spettatori: 2213, Durata set: 19′, 20′, 26′; Tot: 65′.

E’PIU’ POMI’ CASALMAGGIORE – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 1-3 (25-18 17-25 23-25 24-26) – E’PIU’ POMI’ CASALMAGGIORE: Bosetti 18, Arrighetti 6, Rahimova 23, Carcaces 5, Kakolewska 9, Pincerato 1, Spirito (L), Gray 3, Lussana, Radenkovic, Marcon. Non entrate: Cuttino, Mio Bertolo. All. Gaspari. UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Herbots 4, Bonifacio 9, Grobelna 17, Gennari 15, Samadan 12, Orro 4, Leonardi (L), Meijners 13, Botezat, Cumino. Non entrate: Peruzzo, Berti, Piani. All. Mencarelli. ARBITRI: Spinnicchia, Giardini. NOTE – Spettatori: 1543, Durata set: 22′, 22′, 29′, 28′ ; Tot: 101′.

SAUGELLA TEAM MONZA – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (23-25 13-25 19-25) – SAUGELLA TEAM MONZA: Devetag 4, Ortolani 10, Begic 3, Adams 5, Hancock 6, Buijs 4, Arcangeli (L), Orthmann 6, Melandri 3, Balboni, Bianchini. Non entrate: Partenio, Facchinetti. All. Falasca. IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: De Kruijf 6, Wolosz 1, Sylla 5, Danesi 6, Fabris 21, Hill 15, De Gennaro (L), Tirozzi 1, Fersino 1, Bechis, Lowe. Non entrate: Moretto, Folie. All. Santarelli. ARBITRI: Guarneri, Vagni. NOTE – Spettatori: 809, Durata set: 28′, 21′, 25′; Tot: 74′.

41^ SAMSUNG GALAXY A COPPA ITALIA
IL TABELLONE DEI QUARTI DI FINALE
(1) Igor Gorgonzola Novara – (8) Bosca S.Bernardo Cuneo
(4) Unet E-Work Busto Arsizio – (5) èpiù Pomì Casalmaggiore
(2) Savino Del Bene Scandicci – (7) Il Bisonte Firenze
(3) Imoco Volley Conegliano – (6) Saugella Team Monza

I RISULTATI DELLE GARE DI ANDATA
Martedì 15 gennaio, ore 20.30 (diretta LVF TV)
Il Bisonte Firenze – Savino Del Bene Scandicci 1-3 (18-25 25-18 16-25 22-25)
Mercoledì 16 gennaio, ore 20.30 (diretta LVF TV)
Bosca S.Bernardo Cuneo – Igor Gorgonzola Novara 0-3 (12-25 16-25 22-25)
èpiù Pomì Casalmaggiore – Unet E-Work Busto Arsizio 1-3 (25-18 17-25 23-25 24-26)
Saugella Team Monza – Imoco Volley Conegliano 0-3 (23-25 13-25 19-25)

IL PROGRAMMA DELLE GARE DI RITORNO
Sabato 19 gennaio, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Savino Del Bene Scandicci – Il Bisonte Firenze ARBITRI: Rolla-Bartolini ADDETTO VIDEO CHECK: Guacci
Domenica 20 gennaio, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Igor Gorgonzola Novara – Bosca S.Bernardo Cuneo ARBITRI: Bassan-Venturi ADDETTO VIDEO CHECK: Celotti
Imoco Volley Conegliano – Saugella Team Monza ARBITRI: Frapiccini-Mattei ADDETTO VIDEO CHECK: Fascina
Lunedì 21 gennaio, ore 20.30 (diretta LVF TV)
Unet E-Work Busto Arsizio – èpiù Pomì Casalmaggiore ARBITRI: Carcione-Cesare ADDETTO VIDEO CHECK: Salvemini

LA FORMULA
La formula della Coppa Italia di Serie A1 è confermata rispetto a quella della stagione 2017-18. Le prime 8 classificate al termine del girone di andata di Regular Season si qualificano ai quarti di finale, da disputarsi con accoppiamenti 1^ vs 8^, 4^ vs 5^, 2^ vs 7^ e 3^ vs 6^ su gare di andata e ritorno ed eventuale Golden Set in caso di pari quoziente set (con la gara di ritorno sul campo della migliore classificata). Le quattro vincenti si qualificano alla Final Four, che si disputerà a Verona il 2-3 febbraio.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *