Volley – Coppa Italia – L’Imoco Conegliano è di un altro pianeta: la Uyba si arrende in finale

178

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-0 (25-20 25-18 25-16) – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Wolosz 3, Sylla 9, Folie 13, Egonu 18, Hill 9, De Kruijf 10, De Gennaro (L), Botezat, Sorokaite, Gennari, Geerties. Non entrate: Fersino, Enweonwu, Ogbogu. All. Santarelli. UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Lowe 8, Orro 3, Bonifacio 7, Herbots 8, Washington 5, Gennari 4, Leonardi (L), Villani 3, Piccinini 2, Bici 1, Berti, Cumino. Non entrate: Cucco, Simin. All. Lavarini. ARBITRI: Simbari, Vagni. NOTE – Spettatori: 4397, Durata set: 26′, 24′, 25′; Tot: 75′.

La 42^ Coppa Italia di Serie A1 Femminile è dell’Imoco Volley Conegliano. Le Finali di Busto Arsizio, evento organizzato da Lega Pallavolo Serie A Femminile e Master Group Sport, si concludono con il PalaYamamay ‘sold out’ (oltre 4400 le presenze sugli spalti) e il successo delle pantere, che superano 3-0 la Unet E-Work Busto Arsizio e scrivono per la seconda volta il proprio nome nell’albo d’oro della competizione (dopo il successo a Firenze nel 2017 e le due sconfitte in finale a Bologna e Verona nelle ultime due stagioni). Dopo la Supercoppa Italiana di novembre e il Mondiale per Club di dicembre, le gialloblù di Daniele Santarelli firmano un meraviglioso tris di trofei e si confermano squadra formidabile: le farfalle di Stefano Lavarini oppongono tutta la resistenza possibile – c’è anche l’esordio di Francesca Piccinini in maglia biancorossa – ma non riescono a contenere la potenza di Paola Egonu (18 punti) e delle altre attaccanti venete, orchestrate magistralmente dall’MVP Joanna Wolosz..

 

Dopo l’emozionante interpretazione dell’Inno di Mameli da parte del coro delle voci bianche ‘Sintonia’ di Olgiate Olona, comincia lo show. Starting six invariati rispetto a 24 ore fa. L’Imoco schiera Egonu opposta a Wolosz, Hill e Sylla in banda, Folie e De Kruijf al centro, De Gennaro libero. La Unet E-Work propone Lowe-Orro, Gennari-Herbots, Bonifacio-Washington e Leonardi. Washington e l’ace di Lowe portano avanti la UYBA 5-8. Egonu alza il ritmo, Wolosz tocca di seconda e Hill in pipe pareggia a quota 8. Egonu poi sbaglia, il muro gialloblù commette invasione e Busto Arsizio scatta di nuovo 9-12. Rientra l’Imoco, affidandosi al suo opposto. Pallonetto di De Kruijf e prodigio di Leonardi in recupero, Lowe firma il 15-16 e il palazzetto alza i decibel. Il servizio di Lowe propizia il colpo di Washington, prima che Sylla ed Egonu riportino il vantaggio nella tana delle pantere (18-17). Lavarini inserisce Villani per Gennari, ma l’urlo è di Sylla che mura la fast di Washington: 19-17 e time out bustocco. Prende il largo l’Imoco con la slash di De Kruijf, tra le lombarde dentro Cumino e Bici. L’errore al servizio di Gennari frena la rimonta (22-19). Primo tempo e muro vincente di Folie e 25-20.

 

Sulla scia del finale di set precedente, l’Imoco scatta veloce nel secondo parziale con Sylla ed Egonu. Prima Washington – con tocco del muro ravvisato dal video check – e poi Herbots aggiustano le cose (7-6). Muro di Sylla, contrattacco di Hill e +4 pantere (10-6). Diagonale strettissimo di Egonu, Bonifacio sbaglia il servizio e l’Imoco allarga il margine fino al 14-9, costringendo coach Lavarini al time out. Il servizio di Hill è indigesto per la ricezione bustocca, così Piccinini fa il suo esordio assoluto con la maglia biancorossa. Il punto successivo, chiuso dalla pipe di Hill, riflette la forza dell’Imoco in tutti i fondamentali: De Gennaro difende, Wolosz smista e l’attacco produce punti (17-9). Dentro anche Botezat, mentre Orro e Herbots recuperano parte del distacco (19-13). Appoggio errato di De Kruijf, Busto è a -5 (21-16). Piccinini prima va fuori di un soffio, poi indovina il mani out e firma il suo primo punto in maglia UYBA: 23-18. Egonu sovrasta il muro avversario, Herbots va lunga e 25-18.

Lavarini conferma Piccinini e Botezat nel terzo set e la UYBA tiene fino al 5-5 firmato dalla Regina, che poi lascia il posto a Gennari. Sylla conclude un’azione da manuale delle pantere, 7-5. Herbots subisce il muro di Sylla e lascia spazio a Villani. Egonu ravvisa un problema al ginocchio sul 9-7 e chiede il cambio (c’è Sorokaite). L’apprensione in panchina dura lo spazio di qualche punto. Dopo il mani out di Gennari, l’opposto rientra (13-10). Fast e ace di De Kruijf, 16-11 e time out UYBA. Egonu, Folie, tutte le attaccanti gialloblù a segno e il tabellone segna 18-12. Spaventoso primo tempo di Folie, 20-13. Le farfalle vogliono lasciare un bel ricordo ai propri tifosi e si lanciano su tutti i palloni. La potenza di Egonu però è incontenibile: due bordate e 24-16. Un ace dell’opposta della Nazionale scrive i titoli di coda. Supercoppa, Mondiale per Club e ora Coppa Italia: l’Imoco fa tris.

Orro: “Siamo entrate con un atteggiamento molto diverso da quello del 26 dicembre a Treviso e nel primo set c’è stata partita perchè siamo riuscite a tenere il punto a punto quasi fino alla fine. Loro sono state brave a essere più ciniche nel momento decisivo. Credo che stasera non abbia funzionato a dovere il muro difesa: di solito tocchiamo molto di più e difendiamo meglio, ma c’è da dire che le attaccanti dell’Imoco sono formidabili”.

Lavarini: “Il percorso che ci ha portato fin qui è stato ottimo, ci siamo meritati di giocare questa finale di Coppa Italia, in maniera per niente scontata. E’ chiaro che non sono soddisfatto di aver perso stasera, ma bisogna saper accettare quelle che sono le qualità dell’avversario, che in questo momento sono superiori alle nostre, e prendere con il giusto equilibrio l’insegnamento che arriva da questa gara. L’insegnamento è che ci sono degli aspetti del gioco in cui dobbiamo applaudire l’avversario, ce ne sono altrettanti in cui dobbiamo preoccuparci di fornire una prestazione migliore. Ho cercato, con i cambi, di trovare qualche giocatrice che potesse dare qualcosa in più, accendere una scintilla che potesse diminuire il gap con l’Imoco. Non è stato sufficiente per essere al livello della Conegliano di oggi”.

FOTO FILIPPO RUBIN / LVF

I RISULTATI DELLA FINAL FOUR

Sabato 1 febbraio, ore 18.00 (diretta Rai Sport HD)

Imoco Volley Conegliano – Savino Del Bene Scandicci 3-0 (25-15 25-19 25-23)

Sabato 1 febbraio, ore 20.30 (diretta Rai Sport HD)

Unet E-Work Busto Arsizio – Saugella Monza 3-0 (25-16 25-21 25-22)

Domenica 2 febbraio, ore 18.00 (diretta Rai Sport HD)

Imoco Volley Conegliano – Unet E-Work Busto Arsizio 3-0 (25-20 25-18 25-16)

DE KRUIJF ROBIN
FOTO FILIPPO RUBIN / LVF

 

L’ALBO D’ORO RECENTE

2005/06    Radio 105 Foppapedretti BERGAMO

2006/07    Colussi PERUGIA

2007/08    Foppapedretti BERGAMO

2008/09    Scavolini PESARO

2009/10    MC-Carnaghi VILLA CORTESE

2010/11    MC-Carnaghi VILLA CORTESE

2011/12    Unendo Yamamay BUSTO ARS.

2012/13    Rebecchi Nordmeccanica PC

2013/14    Rebecchi Nordmeccanica PC

2014/15    Igor Gorgonzola NOVARA

2015/16    Foppapedretti BERGAMO

2016/17    Imoco Volley CONEGLIANO

2017/18    Igor Gorgonzola NOVARA

2018/19    Igor Gorgonzola NOVARA

2019/20    Imoco Volley CONEGLIANO




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.