Volley femminile: Imoco e Igor non si fermano più……

Volley – Si perfeziona con una vittoria esterna il percorso di avvicinamento di Imoco Volley Conegliano e Igor Gorgonzola Novara verso la Supercoppa Italiana, trofeo che gialloblù e azzurre si contenderanno sabato 16 novembre all’Allianz Cloud di Milano. Negli anticipi della 7^ giornata del Campionato di Serie A1 Femminile – che si completerà proprio nel prossimo weekend – le pantere di Daniele Santarelli e le zanzare di Massimo Barbolini conquistano tre punti che in un caso rafforzano una leadership fin qui mai in discussione e nell’altro ribadiscono il ruolo di principale antagonista.

 

L’Imoco Volley ottiene l’ottavo successo su otto uscite, imponendosi per 3-0 sul campo della Bosca S.Bernardo Cuneo. A un primo parziale lottato, ne sono seguiti due in cui le bicampionesse d’Italia hanno alzato il ritmo e creato un divario netto rispetto alle avversarie (al quarto ko di fila). A riposo Paola Egonu e Raphaela Folie, le due top scorer della serata sono state proprio le rispettive sostitute: Indre Sorokaite, autrice di 14 punti con 3 ace, e Chiaka Ogbobu, che ha infilato 7 muri nei 12 punti complessivi.

 

Anche in virtù delle due gare giocate in più, le pantere proseguono la loro corsa solitaria in vetta alla classifica con 23 punti. Sale al secondo posto la Igor Gorgonzola Novara, che supera la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta al PalaVignola per 3-1. Le piemontesi ritrovano in campo Jovana Brakocevic Canzian, la quale fornisce una prova incoraggiante e si candida a un posto da titolare in Supercoppa. Continua a picchiare Vasileva (22 punti), supportata dalle prestazioni positive delle due centrali Chirichella e Veljkovic. Le rosanero non demeritano affatto, ma non ottengono punti.

 

La 7^ giornata proseguirà nel weekend. Sabato alle 18.00 il match tra Bartoccini Fortinfissi Perugia e Banca Valsabbina Millenium Brescia, domenica le restanti quattro gare.

 

Ma andiamo ad analizzare le due gare nello specifico.

 

Una ottima Volalto 2.0 Caserta strappa un set anche alle campionesse d’Europa ma deve arrendersi 3-1 al PalaVignola al termine di un match combattuto sin dal primo punto. Nonostante i 19 punti di Gray e i 18 di Simon le rosanero non riescono a conquistare un punto, ma dimostrano di essere ancora in crescita e di potersela giocare alla pari con tutte le altre squadre.

 

La Igor Volley torna al successo e conquista tre punti pesanti a Caserta, superando la matricola campana che nelle ultime settimane ha disputato prestazioni di spessore contro tutte le prime della classe. Nel successo per 1-3, segnato dall’esordio stagionale di Jovana Brakocevic Canzian (9 punti per lei in un set e mezzo) dopo il lungo stop, l’unico neo per le azzurre è l’infortunio patito nel corso del terzo set da Megan Courtney: per la schiacciatrice americana, caduta male da muro, una brutta distorsione alla caviglia destra, la cui entità e i cui tempi di recupero saranno valutati nei prossimi giorni.

 

Padrone di casa in campo con Castaneda Simon opposta a Bechis, Garzaro e Alhassan centrali, Gray e Cruz schiacciatrici e Ghilardi libero; Igor con Hancock in regia e Di Iulio in diagonale, Chirichella e Veljkovic al centro, Courtney e Vasileva in banda e Sansonna libero.

 

Partono forte le azzurre con Courtney (0-2, maniout) e Chirichella (3-6, primo tempo) che provano a scavare il solco mentre Cuccarini ferma il gioco. Chirichella, con due punti in successione, trascina le azzurre al 5-12, Vasileva mantiene le distanze (12-18) mentre Caserta prova a rientrare sul 16-20 e sul 18-22, mentre Barbolini inserisce Brakocevic Canzian in prima linea. L’opposto azzurro va subito a segno (19-23) e poco dopo Hancock, con un attacco di seconda, chiude il parziale sul 21-25.

 

Caserta reagisce e riparte forte con Cruz (6-2) mentre Novara rientra con l’ace di Veljkovic (6-5) e Vasileva trova il sorpasso in pipe (10-11), Cruz replica (13-11) ma poi viene murata da Di Iulio che fissa il punteggio sul 13-13; Novara commette qualche errore di troppo e perde contatto (19-15), Gray scava il solco in diagonale (22-16) e un’invasione azzurra chiude poco dopo il set sul 25-20 che vale l’1-1.

 

Sulle ali dell’entusiasmo, Caserta parte subito 4-0 con Gray (pipe) ma dopo il timeout di Barbolini, un muro di Chirichella (5-3) e un diagonale di Vasileva valgono il pareggio (5-5) con Novara che perde Courtney (7-8), sostituita da Gorecka. Hancock allunga in battuta (8-11, ace) e Veljkovic la imita (10-14), mentre Brakocevic Canzian entra e alza subito la voce (11-16, maniout, poi 18-21 in diagonale) con Caserta che non molla fino al 20-23 di Alhassan. Vasileva conquista il set ball (20-24) e poi chiude, al terzo tentativo, sul 22-25.

 

Novara riparte con Gorecka e Brakocevic Canzian in sestetto, la polacca parte bene (3-4, diagonale) e dopo l’ace di Chirichella (4-6) è un diagonale vincente di Vasileva a costringere al timeout Caserta sull’8-11. Chirichella allunga in fast (8-13), Sansonna tiene banco in difesa e Brakocevic firma il tocco morbido dell’11-17 con Cuccarini che ferma nuovamente il gioco. Novara scappa fino al 14-21 (Vasileva), Caserta rientra sul 19-21 sfruttando il turno in battuta di Dalia ma le azzurre riprendono la corsa con Hancock che mura Gray e conquista il match ball sul 20-24: chiude Veljkovic, in primo tempo, firmando il 21-25 che vale l’1-3 finale.

 

Cristina Chirichella (centrale Igor Gorgonzola Novara): “Per me è stata una serata speciale, è la mia prima partita in serie A nella mia Campania, da avversaria. Ho provato emozioni speciali, sugli spalti c’erano i miei e tante persone care e sono felice che la mia squadra abbia ottenuto una vittoria tanto combattuta quanto importante. Caserta è una squadra ostica, che vive un ottimo momento, e per noi aver fatto tre punti pesanti è il modo migliore di avvicinarci alla Supercoppa di sabato”.

 

Davanti ai 2.325 spettatori del Pala UBI Banca la Bosca San Bernardo Cuneo lotta soprattutto nel primo set ma deve arrendersi allo strapotere dell’Imoco Volley Conegliano, che conquista l’ottava consecutiva e consolida il primato in classifica. Per le biancorosse, al quarto stop di fila, segnali di ripresa nel primo parziale con la prospettiva di dieci giorni a disposizione per lavorare con l’obiettivo di tornare a esprimersi sui livelli di inizio campionato.

Le ‘gatte’ biancorosse scendono in campo con Cambi al palleggio, Van Hecke opposto, Candi e Zambelli centrali, Ungureanu e capitan Nizetich in banda, Zannoni libero. Dall’altra parte della rete coach Santarelli risponde con Wolosz in diagonale con Sorokaite, De Kruijf e Ogbogu al centro della rete, Sylla e Hill schiacciatrici, De Gennaro a difendere la seconda linea. Sotto la direzione dei signori Piperata e Santoro e con il servizio di campo a cura delle pallavoliste dell’Under 15 della Libertas Morozzo il match si apre con un ace di Wolosz, al quale risponde un attacco di Candi. L’attacco out di Sylla consegna alle cuneesi il punto del 3-3, poi è sorpasso grazie a un attacco di Van Hecke che arriva dopo una grande difesa di Zannoni. Ancora Van Hecke chiude un’azione combattuta: è 5-4 Cuneo, ma Conegliano impatta subito con un primo tempo monstre di De Kruijf e si porta avanti con un ace fortunoso di Sorokaite. Attacco di Hill, errore di Zambelli e poi Sylla: Imoco Volley allunga (6-11) e coach Pistola chiede il primo time out del match. Le biancorosse accorciano grazie a un mani out di Nizetich, un attacco di Van Hecke e uno di Cambi (9-11). Conegliano scappa (12-18) spingendo coach Pistola a fermare nuovamente il gioco. Il muro di Van Hecke porta le padrone di casa sul 14-18, ma Sorokaite è una sentenza: 14-19. Dentro Markovic per Ungureanu; il pallonetto di capitan Nizetich vale il 16-19, l’errore in attacco di Sorokaite il 17-19. Coach Santarelli cerca di interrompere la rimonta delle biancorosse con un time out. Hill sbaglia in attacco ma si fa subito perdonare: 18-20. Dentro Geerties per Hill al servizio. La pipe di Van Hecke porta le sue sul 19-20, poi l’errore in attacco di Sylla segna il 20-20. Zannoni vola in difesa ma Van Hecke sbaglia: 20-21. Sul 21-21 dentro Frigo per Zambelli in battuta. Ogbogu e Sylla permettono a Conegliano di allungare (21-23), poi l’errore al servizio di Cambi consegna alle ospiti il primo set ball, che viene annullato per il fallo di invasione delle pantere (23-24). Fase decisiva del parziale e coach Santarelli ferma il gioco. L’attacco out di Nizetich consegna all’Imoco Volley il primo set: 0-1 (23-25). 5 punti a testa per Sorokaite e Van Hecke, 3 per Candi che attacca con il 100%.

 

Nel secondo parziale Conegliano scappa subito (2-5), poi allunga ancora con un diagonale di Sorokaite e coach Pistola chiede time out sul 3-7. Il servizio di Sorokaite fa male con due ace consecutivi che portano le pantere sul 4-10. Dentro Markovic per Ungureanu; il muro di Nizetich vale il 5-11 e arriva al termine di un’azione con pallavolo spumeggiante da parte di Conegliano. Sul 6-12 fuori Hill per Geerties al servizio, poi Van Hecke mette a segno il punto del 7-12. Conegliano continua a condurre con un margine rassicurante fino all’8-15, quando le biancorosse provano a rientrare portandosi sul 10-15. Dentro Fersino per Sylla al servizio, poi il muro di Ogbogu vale il 10-17 e coach Pistola ferma il gioco. Sull’11-19 dentro Botezat per Ogbogu al servizio. Non cambia l’inerzia del set, che le ospiti conquistano con il punteggio di 14-25 grazie alla supremazia a muro (4 contro 1) e al servizio (3 ace contro 1): è 0-2 per Conegliano. Tra le pantere 5 punti per Ogbogu e Sylla, tra le ‘gatte’ 4 per Van Hecke.

 

Il terzo parziale inizia con Frigo e Markovic in campo dal primo scambio per Zambelli e Nizetich. Equilibrio fino al 5-5, poi Hill e Sylla portano le ospiti sul 5-7. Dentro Agrifoglio per Cambi, colpita in uno scontro di gioco. Le biancorosse non demordono, impattano e passano a condurre (9-8), poi Sylla e un muro di Ogbogu portano nuovamente avanti Conegliano. Sul 9-10 Cambi rientra in campo e serve Van Hecke per il 10-10. Due punti consecutivi di Hill e Conegliano vola sul 10-13: è time out Cuneo. Sul 14-11 dentro Botezat per Ogbogu al servizio. L’errore di Ungureanu consegna alle ospiti il punto dell’11-16 e coach Pistola ferma il gioco. Grazie a tre errori consecutivi dell’Imoco le biancorosse si portano sul 14-16. Van Hecke tiene a galla le sue: 16-18, poi De Kruijf chiude uno scambio spettacolare. Dentro Fersino per De Kruijf al servizio. Conegliano allunga con Geerties (17-21) e un attacco fortunoso di Sorokaite. Ancora Sorokaite consegna alle sue il primo match ball, che la stessa opposta vanifica con un errore in attacco. L’opposta azzurra rimedia immediatamente mettendo a segno il punto del 20-25: è 0-3 Conegliano.

FOTO FILIPPO RUBIN / LVF

 

Daniele Santarelli, coach Imoco Volley Conegliano: «Cercavamo una vittoria da tre punti e l’abbiamo trovata. Anche questa sera abbiamo alternato momenti ottimi a fasi meno brillanti. Per noi era importante capire a che punto siamo in vista della Supercoppa e per questo motivo ho schierato una formazione con tante novità ottenendo le risposte che cercavo. Sabato a Milano dovremo sicuramente fare qualcosa in più ma sappiamo che i nostri margini di miglioramento sono molto ampi».

Andrea Pistola, coach Bosca San Bernardo Cuneo: «Stiamo attraversando un momento non semplice e questa sera cercavamo delle risposte soprattutto dal punto di vista dell’atteggiamento. Malgrado la difficoltà del match le risposte sono arrivate anche se nel secondo set abbiamo avuto qualche difficoltà di troppo. Adesso abbiamo davanti dieci giorni per lavorare in cui speriamo di recuperare almeno una tra Rigdon e Markovic per ritrovare un assetto di squadra più credibile che ci consenta di ritrovare il gioco espresso a inizio campionato».




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *