Volley femminile – Seconda giornata di ritorno: risultati, classifica e protagoniste

31

Volley – E’ della Bosca S.Bernardo Cuneo l’impresa della 2^ giornata di ritorno del Campionato di Serie A1 Femminile. Impegnate in casa contro la Savino Del Bene Scandicci, le gatte di Andrea Pistola riescono nell’impresa di recuperare da 18-24 nel quarto set (già sotto 1-2 nel conto set), annullare 8 match point complessivi e poi vincere al tie-break, confermandosi bestia nera delle toscane, sempre sconfitte nei quattro scontri diretti. Decisivi i 23 punti di Van Hecke e l’ingresso al servizio di Ungureanu nel finale di quarto set.

La tribuna stampa del Pala UBI Banca incorona MVP dell’incontro Adelina Ungurenau, premiata da Polina Bosca della casa spumantiera Bosca. Le biancorosse torneranno in campo domenica 26 gennaio alla Candy Arena (ore 17) per l’insidiosa sfida con le padrone di casa della Saugella Monza; prossimo impegno casalingo domenica 9 febbraio con la Banca Valsabbina Millenium Brescia.

Luca Cristofani, coach Savino Del Bene Scandicci: “Dispiace tantissimo per quel quarto set; avevamo un’ottima linea di ricezione, la migliore possibile in questo momento. Avevamo gli attaccanti giusti nel momento giusto. Cuneo è stata molto brava nel tenere tutte le soluzioni d’attacco. Questa è la pallavolo: è la prima volta che subisco una rimonta così e la accetto; la prossima volta starà a noi farla a qualcun altro”.

Adelina Ungureanu, schiacciatrice Bosca San Bernardo Cuneo: “Siamo partite molto bene e poi siamo calate nel secondo e nel terzo parziale, ma a differenza di altre volte siamo riuscite a gestire i momenti di difficoltà. La rimonta nel quarto set? È stata come una magia; sono contenta di aver dato il mio apporto alla squadra in quel frangente. Credo che si sia sbloccato qualcosa, e nelle prossime partite dobbiamo confermarlo”.

Di fronte ai 4.600 del PalaVerde, l’Imoco Volley Conegliano batte con qualche difficoltà la Lardini Filottrano delle ex Moretto, Nicoletti e Papafotiou per 3-1, mantenendo la vetta della classifica. Davide Santarelli dà inizialmente spazio a Sorokaite, Gennari, Botezat e Geerties, salvo poi progressivamente inserire le titolari: 17 i punti di Sylla, 16 quelli di Egonu.

Anima e cuore per vincere il primo set in A1 contro l’Imoco Conegliano e farlo dove nessuno quest’anno c’era riuscito e forse nemmeno andato vicino. La Lardini Filottrano esce sconfitta 3-1 dal PalaVerde, ma a testa altissima, meritandosi l’applauso sincero del pubblico di casa. Per tre set la formazione di Filippo Schiavo gioca da grande squadra, interpretando con intensità e abnegazione la miglior prova della stagione e obbligando Santarelli a mettere in campo Egonu, Wolosz e Hilll per venire a capo di una partita che sull’1-1 e 21-22 poteva riservare a Filottrano anche un risultato positivo, che per quanto visto in campo sarebbe stato meritato

Insegue a sei punti di distacco la Unet E-Work Busto Arsizio, che per la quarta volta in quattro incontri batte per 3-0 la Reale Mutua Fenera Chieri: in Piemonte non c’è l’esordio di Francesca Piccinini, ma le farfalle registrano le grandi prestazioni di Lowe e Herbots.

Orro (UYBA): “Secondo tre a zero consecutivo in questo inizio di girone di ritorno, abbiamo cancellato il trend negativo delle ultime stagioni che ha sempre visto una ripartenza difficile a gennaio. Siamo partite forti nel primo set con un ottimo servizio, poi dal secondo loro hanno ricevuto meglio e trovato buone soluzioni. E’ diventata più complicata ma siamo state brave a rimanere sempre punto a punto e anche a recuperare in alcune situazioni”.

Lavarini (tecnico UYBA): “Una partita che ha un po’ ricalcato, come andamento, quella con Firenze. Dopo un primo set approcciato molto bene e giocato su ottimi livelli, siamo calati: non è qualcosa che ci possiamo permettere. In ogni caso vincere 3-0 in questo palazzetto, contro una squadra che può esprimere un gioco ben organizzato,  non è assolutamente una cosa da poco”.

Il tecnico della Fenera Chieri Giulio Cesare Bregoli: “Ci vuole un pizzico di determinazione e sicurezza in più contro una squadra come Busto Arsizio. Loro in difesa hanno fatto cose egregie e sono sicuramente una squadra forte: contro avversari di questo livello bisogna ancora fare qualcosina in più per portare via qualcosa”.

Avvicina la quarta posizione la èpiù Pomì Casalmaggiore, che al PalaRadi torna alla vittoria superando per 3-1 la Bartoccini Fortinfissi Perugia. Le rosa comandano la contesa ma allentano la presa nel terzo consentendo il rientro delle umbre. Nel quarto le centrali Stufi e Popovic, rispettivamente 13 e 12 punti, scrivono la parola fine sull’incontro.

FOTO FILIPPO RUBIN / LVF

Giada Cecchetto (Perugia): “Sapevamo che Casalmaggiore è un’ottima squadra, molto fisica che tocca tanti palloni a muro. Nel primo set dovevamo capire come metterci, nel secondo siamo cresciute e nel terzo abbiamo dimostrato che se battiamo bene possiamo mettere in difficoltà tutti. Loro sono forti e hanno vinto con merito, noi dobbiamo lavorare e crescere ancora. Da qui alla fine del campionato spero di vedere una Perugia aggressiva e agguerrita che non molla mai anche nelle difficoltà. Con l’arrivo di Aleksandra Crncević ci siamo rinforzate: ha disputato un’ottima prestazione, anche se dobbiamo ancora affinare l’intesa. Mi aspetto di dare del filo da torcere a tutti”.

 

Mina Popovic, centrale di Casalmaggiore: “Difficile da spiegare il calo del terzo set, dopo i primi due parziali vinti in maniera agevole, grazie anche ai tanti errori di Perugia. Il terzo set è stato difficile, abbiamo mancato di concentrazione, ma sono felice che nel quarto siamo tornate sui livelli dei primi due. Ci dobbiamo preparare anche per la coppa: nelle partite contro squadre come la Bartoccini Fortinfissi bisogna prendere punti e poi fare del nostro meglio contro le squadre più forti del campionato”.

In grande spolvero la Zanetti Bergamo, capace di sconfiggere al Pala Agnelli la Saugella Monza al tie-break, dopo essere stata sotto 1-2 e in rincorsa anche a metà del quarto set. Nella seconda vittoria consecutiva del 2020 delle rossoblù c’è lo zampino di capitan Loda, autrice di 24 punti con il 51% di realizzazione in attacco.

 

Malwina Smarzek  (Zanetti Bergamo): “Perfetto questo 3-2. Siamo state tutte brave, chi partiva titolare chi è entrato dalla panchina. C’era bisogno di tutte e tutte hanno fatto bene”.

Federica Squarcini (centrale Saugella Monza): “Peccato per la sconfitta. Dobbiamo comunque essere soddisfatte per la prestazione di squadra, visto che siamo sempre riuscite a recuperare quando eravamo sotto tornando avanti con carattere e coesione. E’ sempre un dispiacere non riuscire a chiudere i set quando sei punto a punto, ma penso che piano piano ce la faremo a farlo. Dobbiamo pensare a crescere, gara dopo gara, a partire dalla sfida contro Kazan in Russia e poi contro Cuneo in casa. Siamo una squadra molto forte, l’abbiamo dimostrato fino ad adesso. Le vittorie portano vittorie e noi siamo fiduciose di poter far vedere cosa sappiamo fare. Stiamo lavorando tanto e bene: testa alla prossima sfida per tornare a vincere”.

Ottavo posto per Bergamo, settimo per Il Bisonte Firenze, che ritrova il successo dopo quasi due mesi nel 3-0 interno sulla Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta. Le ragazze di Gianni Caprara soffrono nel secondo set contro le rosanero, che si presentano al Mandela Forum in formazione ulteriormente rimaneggiata causa assenza di Castaneda Simon e presentano in campo le giovanissime Misceo e Chianese. Quattro i set point annullati dalle padrone di casa, che hanno in Foecke e Santana le due migliori realizzatrici.

Giovanni Caprara (tecnico Il Bisonte) – “Questa era una partita da vincere, guardiamo avanti e non vorrei commentare nient’altro. Voglio invece tornare sui due set di qualità giocati con Busto, dove ho visto buoni segnali di ripresa: oggi molto bene il primo set, e da qui dobbiamo ripartire per il 2020. Questa settimana sarà molto importante, potremo lavorare sempre insieme e sistemare qualcosa con l’attacco, poi saremo pronti per la parte finale della stagione. Dopo il primo set abbiamo fatto entrare alcune delle giocatrici che hanno meno spazio: qualcuna è un po’ indietro, ma meritano di giocare per trovare il ritmo giusto”.

Vittoria da tre punti, quinta consecutiva in campionato, per la Igor Volley di Massimo Barbolini, che espugna Montichiari in tre set e rinsalda la terza posizione in classifica. Premio MVP per Stefana Veljkovic, mentre oltre alla top scorer Jovana Brakocevic, 17 punti, decisiva è anche la prova di Cristina Chirichella (15 punti e il 62% in attacco).

Zuzanna Gorecka (schiacciatrice Igor Gorgonzola Novara): “Sono molto contenta di essere riuscita a dare il mio contributo in un momento importante e delicato della partita, per noi è una vittoria di livello contro un avversario che ha giocato bene mettendoci anche in difficoltà. Credo che siamo state più lucide nei momenti decisivi e questo ci ha consentito di ottenere tre punti che per il nostro campionato sono importanti”.

Jovana Brakocevic (opposto Igor Gorgonzola Novara): “Sono orgogliosa della squadra, abbiamo giocato bene e non abbiamo mai mollato. Dobbiamo difendere, difendere e ancora difendere e ritrovarci nei momenti di difficoltà. Nel secondo set Brescia ha fatto bene e noi siamo state brave a non mollare”.

Massimo Barbolini (allenatore Igor Gorgonzola Novara): “Siamo riusciti a limitare la battuta di Brescia, fondamentale su cui puntano molto, e da parte nostra siamo state sempre in partita, anche nel secondo set, quando eravamo sotto di 4-5 punti fino a pochi scambi dal traguardo. Sono contento per la squadra e per le ragazze che sono subentrate, sono riuscite a fare bene e a incidere sul secondo set e questo è importante per loro e per tutti”.

 

CAMPIONATO SERIE A1 FEMMINILE

I RISULTATI DELLA 15^ GIORNATA

Sabato 18 gennaio, ore 20.30 (diretta Rai Sport HD)

Banca Valsabbina Millenium Brescia – Igor Gorgonzola Novara 0-3 (19-25, 22-25, 21-25)

Domenica 19 gennaio, ore 17.00 (diretta PMG Sport)

Bosca S.Bernardo Cuneo – Savino Del Bene Scandicci 3-2 (25-17, 15-25, 20-25, 28-26, 15-13)

Zanetti Bergamo – Saugella Monza 3-2 (25-23, 23-25, 19-25, 25-23, 15-11)

Reale Mutua Fenera Chieri – Unet E-Work Busto Arsizio 0-3 (11-25, 23-25, 21-25)

Imoco Volley Conegliano – Lardini Filottrano 3-1 (25-23, 23-25, 25-22, 25-11)

èpiù Pomì Casalmaggiore – Bartoccini Fortinfissi Perugia 3-1 (25-17, 25-20, 17-25, 25-12)

Il Bisonte Firenze – Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta 3-0 (25-9, 30-28, 25-17)

 

LA CLASSIFICA

Imoco Volley Conegliano 42; Unet E-Work Busto Arsizio 36; Igor Gorgonzola Novara 32; Savino Del Bene Scandicci 29; èpiù Pomì Casalmaggiore 28; Saugella Monza 25; Il Bisonte Firenze 21; Zanetti Bergamo 20; Reale Mutua Fenera Chieri 18; Bosca S.Bernardo Cuneo 17; Banca Valsabbina Millenium Brescia 16; Lardini Filottrano 14; Bartoccini Fortinfissi Perugia 9; Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta 8.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *