VOLLEY – IL BISONTE SBATTE CONTRO UNA MONZA PIU’ FORTE

53

Il Bisonte – Al cospetto di una Saugella di altissima qualità (tutte le attaccanti sopra i 9 punti), si interrompe la striscia positiva de Il Bisonte, che comunque torna dall’Arena di Monza consapevole di aver giocato una buona partita: il secondo set è stato di straordinario livello, mentre negli altri, soprattutto nel primo e nel quarto, le bisontine hanno pagato pesantemente un paio di black out prolungati (16-8 nel primo e 17-9 dal 6-8 nel quarto), rendendo vani gli orgogliosi tentativi di rimonta. Probabilmente la squadra di Mencarelli ha risentito anche della fatica (era la quarta partita in dieci giorni), ma il gioco che fa vedere a fasi alterne fa sicuramente ben sperare.

Marco Mencarelli parte con Cambi in regia, la recuperata Nwakalor opposto, Van Gestel e Guerra in banda, Alberti e Beliën al centro e Venturi libero, mentre Gaspari risponde con Orro in palleggio, Van Hecke opposto, Meijners e Orthmann schiacciatrici laterali, Danesi e Heyrman al centro e Parrocchiale libero.

L’inizio di Monza è devastante, con il turno in servizio di Van Hecke (chiuso da un ace) che vale il 5-0 e l’immediato time out di Mencarelli: al rientro Van Gestel interrompe l’emorragia, ma la Saugella è veramente ingiocabile e il muro di Heyrman regala l’8-1. In questa fase Il Bisonte comincia quantomeno a tenere il cambio palla, Mencarelli inserisce Hashimoto e Enweonwu per Nwakalor e Cambi e dopo il time out del 16-8 la sua squadra ha un’ottima reazione con Belien e Guerra, che porta al 16-12 e al time out Gaspari: il turno al servizio di Van Gestel funziona, Guerra mette il lungolinea del 16-14, poi però Monza vince uno scambio lunghissimo che le dà la forza di ripartire e di salire sul 20-15, tenendo il gap fino all’errore di Belien (25-20).

Anche l’inizio del secondo set è problematico (4-1), ma stavolta Firenze reagisce subito e completa la rimonta con l’ace di Cambi (7-7): si va ad elastico, l’ace di Orthmann vale il 12-9 e poi la fast di Belien il 12-11, con Guerra che impatta di nuovo sul 13-13 e Nwakalor che sorpassa col mani-out del 13-14. Gaspari chiama time out e inserisce Davyskiba per Meijners, Guerra sfrutta una super difesa di Nwakalor e Venturi per il 13-15 e Il Bisonte tiene con pazienza e tenacia il cambio palla fino al 18-20, quando Nwakalor trova l’importantissimo ace del 18-21 e del conseguente time out Gaspari. Ancora Nwakalor è bravissima con la pipe, prima per il 20-23 e poi per il 21-24, Danesi annulla il primo set point ma è la solita Nwakalor a chiudere 22-25 con il nono punto personale nel set.

Per il terzo set di fila Il Bisonte accusa problemi in partenza (5-2), ma stavolta Monza non si fa rimontare e anzi allunga con l’ace del 9-4 che costringe Mencarelli al time out: la squadra di casa sale sul 13-7 sfruttando soprattutto il suo muro (sei totali nel parziale), entra Enweonwu per Nwakalor ma sul 18-11 Mencarelli deve fermare di nuovo il gioco, senza riuscire a cambiare il trend che porta Orthmann a firmare il 25-15.

Finalmente nel quarto set l’approccio è positivo (due attacchi di Nwakalor intervallati dall’ace di Alberti per l’1-4), ma Monza non ci sta e con un paio di difese assurde torna sotto sul 5-6, per poi impattare col pallonetto di Orthmann (8-8) e sorpassare con l’errore di Nwakalor (9-8): Mencarelli chiama time out, la Saugella torna ad essere ingiocabile (parziale di 8-0 per il 14-8) e allora torna il momento di Enweonwu per Nwakalor. Monza continua a spingere senza pietà (due ace di Van Hecke per il 17-9), poi si addormenta, costringendo Gaspari al time out (17-12), ma il black out delle locali continua e Alberti trova l’ace del 17-14: l’errore di Van Hecke e quello di Orro valgono il 19-18, ma qui Il Bisonte spreca un paio di occasioni per impattare clamorosamente e Danesi ne approfitta per allungare di nuovo (22-19). Mencarelli inserisce Kone per Alberti, la centrale mette il muro del 23-21 ma Van Hecke procura tre match point e sul secondo è Orthmann a chiudere 25-22.

LE PAROLE DI CARLOTTA CAMBI – “E stata una partita molto strana, con tanti alti e bassi. Non è un alibi, ma noi eravamo veramente cotte perché abbiamo fatto tante partite ravvicinate con lunghi viaggi, e oggi si è visto: in situazioni semplici eravamo scariche, e non abbiamo avuto il cinismo che serve contro squadre forti come Monza, che ti puniscono al minimo errore. Noi comunque stiamo lavorando molto bene e sono convinta che i risultati arriveranno: ora bisogna recuperare le forze e pensare alla partita di domenica contro Busto, nella quale potremo dire la nostra”.

SAUGELLA MONZA: Carraro ne, Squarcini, Heyrman 14, Van Hecke 18, Orro 3 Begić, Danesi 10, Orthmann 15, Meijners 9, Obossa ne, Davyskiba, Parrocchiale (L1), Negretti (L2) ne. All. Gaspari.

IL BISONTE FIRENZE: Enweonwu 3, Cambi 3, Lazic, Van Gestel 15, Alberti 2, Panetoni, Hashimoto, Beliën 8, Guerra 12, Kone 1, Nwakalor 18, Venturi (L). All. Mencarelli.

Arbitri: Venturi – Prati.

Parziali: 25-20, 22-25, 25-15, 25-22.

Note – durata set: 28’, 29’, 21’, 30’; muri punto: Monza 12, Il Bisonte 3; ace: Monza 5, Il Bisonte 4.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *