Volley – Il ritorno di Francesca Piccinini: giocherà per Busto Arsizio

Volley – Francesca Piccinini ci ripensa e, dopo avere annunciato il ritiro lo scorso settembre, annuncia il suo ritorno in campo.

La campionessa 41enne ha raggiunto l’accordo con Busto Arsizio. “Ho grandi obiettivi e stimoli, l’entusiasmo è quello della ragazzina che esordì in serie A a 14 anni. Sono pronta ad accogliere questa sfida insieme a un club che ho sempre stimato molto”, le parole della schiacciatrice toscana che sogna ora una convocazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Nella nota con cui è stato ufficializzato l’accordo il club varesino spiega che “l’atleta originaria di Massa Carrara avrà sulla maglia il 12, numero che da sempre porta sulla schiena, e andrà a rinforzare il roster a disposizione di coach Lavarini in vista di un finale di stagione che si preannuncia caldissimo. In carriera ha vinto sette Champions League, cinque scudetti, un Mondiale nel 2002 e un Europeo nel 2009: le manca solo la medaglia olimpica.

 

L’ufficialità è arrivata sul sito della formazione lombarda biancorossa che accoglie “con piacere ed orgoglio la giocatrice toscana, icona della pallavolo italiana, che sceglie proprio la Uyba per il suo clamoroso ritorno al volley giocato”. Originaria di Massa Carrara, la Piccinini vestirà la consueta maglia numero 12 e andrà a rinforzare il roster a disposizione di coach Lavarini.

 

Ventisei anni di carriera (con esordio in serie A1 a 14 anni con la Teodora Ravenna nel 1993), la Piccinini dopo la conquista della sua settima Champions League ottenuta nella scorsa stagione si è presa qualche mese di pausa, ma ora è di nuovo pronta a rimettersi in gioco, proprio con le farfalle.

 

A dare il benvenuto a Piccinini il presidente Giuseppe Pirola. “I colloqui avuti con Francesca mi hanno convinto della bontà della sua scelta di tornare a giocare: vedo nelle sue parole e nei suoi occhi la voglia di sorprendere ancora, attraverso un percorso di lavoro insieme a noi. Non solo: ho percepito da subito la volontà della giocatrice di entrare nel mondo Uyba quasi ‘in punta di piedi’, senza rompere gli equilibri della squadra, ma per trovare il prima possibile la migliore forma ed aiutare il team a raggiungere gli obiettivi stagionali”.

Il primo allenamento della Piccinini è fissato per venerdì pomeriggio alle 16.30 al Palayamamay e sarà a disposizione di coach Lavarini già domenica nella trasferta a Chieri.

 

Francesca Piccinini è nata il 10 Gennaio 1979 a Massa, in Toscana. La pallavolo è stata la sua passione fin da piccolissima: aveva solo 12 anni quando ha iniziato a giocare nella squadra giovanile del Robur Massa.

 

Francesca Piccinini viene ingaggiata in serie A1 tra il 1993 e il 1994, all’età di 15 anni circa. Nel 1993 esordisce nel campionato nazionale, e l’anno successivo inizia a giocare in serie A2.

 

Dal 1995 in poi la Piccinini ha iniziato ad essere convocata anche dalla squadra Nazionale Italiana.

 

Nel 1996, con la squadra Nazionale Junior, vince il campionato europeo di categoria. Nel 1997 ha vinto la medaglia d’oro ai XIII Giochi del Mediterraneo.

 

Nel 2004 ha vinto la Supercoppa Italiana e una Coppa CEV, e nel 2005 la Champions League.

Ha cominciato nel 1991 con la squadra di Serie D della Robur Massa, squadra della sua città, Massa Carrara. E’ un gruppo sperimentale, una sorta di Primavera della società toscana, tanto che l’anno dopo è inserita nella prima compagine, che affronta il campionato di Serie B1. Il passo non è semplice ma ha un certo fascino, per arrivare in Serie A1. La chiama nel 1993-94 la Carrarese e lei esordisce nella più importante vetrina italiana il 7 novembre del 93, a soli 14 anni. Nel 1994 la Piccinini è medaglia d’argento al Campionato d’Europa Under 19 e dodici mesi arriva, a sedici primavere, la chiamata della Nazionale maggiore. La sua prima gara in azzurro la gioca il 10 giugno contro gli Stati Uniti, con l’Italia superata per tre set a uno.

 

I due anni a Carrara sono egualmente divisi tra la Serie A e l’A2: nel 1995-96 è una giocatrice della Pallavolo Reggio Emilia e l’anno successivo veste i colori della prestigiosa Volley Modena. E’ con la società emiliana che arrivano le prime soddisfazioni e gioie, da leggere nella conquista della Coppa delle Coppe e nella Supercoppa europea per club. Con la Nazionale Francesca Piccinini è campionessa d’Europa Under 19 e medaglia d’argento Under 20 al Campionato del Mondo del 1997. L’Italia, quell’anno, vince anche i Giochi del Mediterraneo.

 

Nel 1997-98 gioca nel Volley 2000 Spezzano, realtà di Fiorano Modenese, ed è una delle prime atlete a lasciare l’Italia per tentare la fortuna all’estero: va in Brasile, nella Superliga, la Serie A carioca, con il Paranà Volei Clube, che arriverà secondo, in campionato. Nel 1999 con la nazionale arriva terza all’Europeo, con una costante frequentazione del podio.

 

Nel 1999-2000 Francesca Piccinini è tra le giocatrici pià ricercate dalle grandi società: la prende il Volley Bergamo, con cui vince tutto quello che c’è da vincere, in Italia, e nel Vecchio Continente. Stiamo parlando di ben 4 scudetti e due Coppe Italia, ma anche di ter Supercoppe nel nostro paese. E in Europa? Trionfi tutti d’oro: 5 Coppe dei Campioni e una Coppa delle Coppe, che per lei è la seconda.

E’ uno stupendo fiore, la sua carriera, che sboccia come il suo cristallino talento. Nel 2002 è Campionessa del Mondo con l’Italia, che vince la Coppa del Mondo nel 2007. Quando l’Italia supera per 3 a 2 gli Stati Uniti d’America l’8 novembre 2002 Francesca è nominata Cavaliere d’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, e nel novembre di due anni dopo il Presidente del CONI le assegna la più alta onorificenza, il Collare d’Oro al Merito Sportivo.

 

Le azzurre con lei sono sul tetto d’Europa nel 2009. E tante sono le medaglie di bronzo e d’argento fino al 2005 e tanti piazzamenti arrivano anche dal World Grand Prix dal 2004 al 2010.

 

Negli 2012-2013 la Piccinini viene chiamata dal Chieri Torino Volley Club e poi per due anni gioca nella neonata LJ Volley Modena.

 

Le soddisfazioni non tardano ad arrivare anche a 36 anni passati. Infatti nel 2015-2016 è una giocatrice del Volleyball Casalmaggiore, che vince la SuperCoppa italiana e la Coppa dei Campioni, e Francesca è designata quale MVP, la miglior giocatrice di tutta Europa. Ed è la terza volta negli ultimi 6 anni. Applausi a scena aperta.

 

L’anno dopo passa alla Agil Volley Novara, naturalmente in Serie A1, e la formazione piemontese conquista lo scudetto e la SuperCoppa Italiana 2017.

 

Fin qui ha vinto 5 volte lo scudetto, 2 Coppe Italia, 5 Supercoppe italiane, 6 volte Campionessa d’Europa, tra il 1999-2000 e il 2016, 1 Coppa Confederale e 2 Coppe delle Coppe, e la SuperCoppa d’Europa nel 1996.

 

Francesca Piccinini ha pubblicato nel 2004 la sua biografia nel 2004, dal titolo La melagrana.

 

Ma oltre alla pallavolo, Francesca ha avuto anche altri interessi lavorativi: nel 2011 ha recitato nel film di Fausto Brizzi “Femmine contro Maschi”.

Nel 2004 ha posato per lo shooting di un calendario destinato alla rivista Men’s Health. Recentemente era diventata opinionista per il volley ma…. Non ha resistito al richiamo del Palazzetto ed ora è pronta ad una nuova avventura!




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *