Volley – Samsung Gear Volley Cup: l'Imoco stende Busto 3-0 e aggancia la vetta

Volley – Samsung Gear Volley Cup: l’Imoco stende Busto 3-0 e aggancia la vetta

iniscono con lo stesso punteggio le due partite domenicali della 9^ giornata della Samsung Gear Volley Cup di Serie A1 Femminile. L’Imoco Volley Conegliano, a 72 ore dal trionfo nella Supercoppa Samsung Gear S3, torna in campo e consegue un’altra vittoria, questa volta per 3-0 ai danni della Unet Yamamay Busto Arsizio (priva di Valentina Diouf). I tre punti consentono alle pantere di Davide Mazzanti di agganciare la Foppapedretti Bergamo in vetta alla classifica, in attesa del posticipo di giovedì 15 che vedrà le rossoblù di scena sul campo della Pomì Casalmaggiore. La Liu Jo Nordmeccanica Modena di Marco Gaspari ottiene il secondo successo consecutivo in trasferta imponendosi per 3-0 al Mandela Forum, casa de Il Bisonte Firenze. Con l’affermazione in Toscana, le bianconere operano il sorpasso sulle avversarie odierne, salendo in settima posizione.

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – UNET YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 3-0 (25-22, 25-19, 25-15)
A meno di settantadue ore dal trionfo in Supercoppa le pantere dell’Imoco tornano al Palaverde per la classicissima con la Unet Yamamay Busto Arsizio. Problemi fisici tengono fuori due delle protagoniste più attese, Kasia Skorupa (influenza) da una parte e Valentina Diouf dall’altra. Coach Mazzanti schiera dall’inizio Malinov al palleggio, Tomsia opposto, Costagrande e Bricio schiacciatrici, De Kruijf e Danesi al centro, libero De Gennaro. Risponde coach Mencarelli che deve fare a meno anche di Vasilantonaki (premiata dall’Imoco prima del match) e Spirito, con Signorile e l’accoppiata di under Negretti-Sartori che si dividono le incombenze dell’opposto, l’altra ex Fiorin e Martinez, Stufi-Pisani al centro, libero Witkowska.

Nel primo set l’Imoco ci mette un po’ per registrare il nuovo assetto, mentre le giovani di Busto si calano subito nell’atmosfera del match e provano a scappare sul 9-12, trovando anche muri vincenti con Pisani (3 nel set) e Sartori. Sull’11-17 coach Mazzanti è costretto a chiamare già il secondo time out per sistemare un attacco in difficoltà. Il pubblico prova a suonare la carica e le Pantere ritrovano smalto con la difesa che sale, le schiacciate di Bera Tomsia (6 punti nelset) e un muro di Bricio: arriva un minibreak di 5-0 che riavvicina le gialloblù fino al -1 (16-17). Ora il set è equilibrato, Malinov prende fiducia e fa girare la squadra anche con i primi tempi, ma dall’altra parte l’esperienza di Vale Fiorin e Martinez (6 punti) tengono Busto in careggiata. Il 19 pari lo sigla Costagrande, ma risponde Stufi e la Yamamay resta avanti. Sul 21-21 entra Cella per la battuta e Robin De Kruijf mura per il +1, poi proprio Elisa difende e Bricio (8 punti nel set) fa esplodere il Palaverde per il 23-21. Ancora De Kruijf grande protagonista del finale: la centrale olendese firma in fast sia il 24-21 che il decisivo 25-22 che consegna all’Imoco il primo set.

Nel secondo set ancora Fiorin e compagne provano a sorprendere le pantere di casa (6-8), ma la squadra di coach Mazzanti si riprende e pareggia subito. Arriva anche il sorpasso 12-10 con Bricio, coach Mencarelli chiede time out e rimescola le carte inserendo Cialfi e Moneta. In campo c’è un po’ di imprecisione da ambo le parti, fino al muro di Costagrande che permette alle pantere un deciso allungo sul 15-11. La Unet Yamamay con tante giovani in campo soffre un po’, sul 16-12 (diagonale di Tomsia) c’è un altro time out ospite per mettere un po’ d’ordine, entra anche Berti al centro e le “farfalle” riprendono coraggio sul -2 (19-17) firmato da Fiorin. C’è il time out di coach Mazzanti, poi Bricio mura Martinez in un duello tutto centroamericano per il 21-17. La strada è quindi spianata, le gialloblù spingono fino alla fine (bene Tomsia, 6 punti e il 67% nel set) e chiudono il set 25-19 con una Danesi poco appariscente, ma efficacissima al centro.

Nel terzo set l’Imoco a differenza dei parziali precedenti parte fortissimo con De Kruijf che mura e Danesi che sfonda il muro (4-1), mentre c’è Cella per Costagrande come schiacciatrice, in un turnover proiettato all’esordio in Champions di mercoledì, ancora al Palaverde, contro Baku. Ma Busto non molla, prima Signorile è attenta sotto rete, poi Berti colpisce al centro per il sorpasso 4-5. Martinez è in palla e trova due colpi importanti per il 6-8. Sale di giri la difesa di Moki De Gennaro, in attacco De Kruijf e Cella rispondono bene alle imbeccate di Malinov, ma Fiorin e compagne tengono un minimo vantaggio fino all’ace proprio della giovane regista ex Club Italia che pareggia a quota 13. Il sorpasso è merito di un bel diagonale di Tomsia (15-14). Le pantere ritrovano ritmo e volano via con Cella e la “solita” Bricio, ormai una certezza (17-14). Da lì è tutto abbastanza facile per Tomsia (MVP con 18 punti) e compagne che prendono il largo e chiudono 25-15 per un rotondo 3-0.

Continua la striscia vincente dell’Imoco Volley che con la quarta vittoria consecutiva in Campionato si issa nelle posizioni più nobili e si prepara per bene al debutto in Champions mercoledì alle 20.30 al Palaverde contro la Telekom Baku. Esordio europeo anche per la Unet Yamamay: giovedì al PalaYamamay arriveranno le belghe del Gent per l’andata dei 32esimi di finale di CEV Cup.

Ofelia Malinov, palleggiatrice Imoco: “È stata una bella emozione e una responsabilità giocare tutto il match da titolare, ma dopo un po’ di difficoltà all’inizio mi sono sciolta ed è andata bene. Abbiamo colto una bella vittoria, facile sulla carta e non di certo sul campo, continuiamo così con la nostra striscia di vittorie ed ora ci concentriamo sulla Champions. Stiamo lavorando molto in allenamento con tanta qualità e i risultati si vedono”.

Valentina Fiorin, ex Pantera oggi a Busto Arsizio: “Abbiamo le nostre due terminali offensive, Vasilantonaki e Diouf, fuori causa e per noi è difficile giocare un attacco efficace. Ma abbiamo combattuto con carattere e tenuto sulla corda una squadra fortissima, peccato perché abbiamo sbagliato molte cose facili, elementari, e questo in una situazione di emergenza come questa non possiamo permettercelo. Tutta esperienza per il futuro. Comunque speriamo di recuperare presto tutte le effettive per poter ripartire e ritrovare i risultati”.

IL BISONTE FIRENZE – LIU JO NORDMECCANICA MODENA 0-3 (23-25, 20-25, 20-25)
Il Bisonte Firenze non riesce a ripetere la grande prestazione mostrata contro Busto e cade al cospetto di una Liu Jo Nordmeccanica Modena che ha dimostrato di valere decisamente di più della sua classifica. Quando Ozsoy è in serate come questa, è difficile fermarla (19 punti col 45% in attacco), ma Ferretti ha messo in ritmo tutte le sue attaccanti, rendendo il gioco imprevedibile e evidenziando le qualità di campionesse come Brakocevic, Belien, Heyrman e Marcon. Firenze comunque ci ha provato, con Bonciani che ha sostituito l’infortunata Bechis e un piccolo rammarico per il primo set, condotto fino alle fasi finali e giocato decisamente alla pari, mentre nel secondo e nel terzo Modena ha creato subito dei gap importanti che poi hanno reso vani i tentativi di rimonta d’orgoglio delle ragazze di Bracci. Poco male, la classifica rimane positiva e all’orizzonte c’è un’altra partita importante, a Montichiari, per provare a rimanere fra le prime otto.

Marco Bracci deve fare a meno di Bechis (problemi a una spalla) e parte con Bonciani in palleggio, Sorokaite opposto, Enright e Bayramova in banda, Melandri e Calloni centrali e Parrocchiale libero. Gaspari risponde con Ferretti in palleggio, Brakocevic Canzian opposto, Marcon e Ozsoy schiacciatrici laterali, Heyrman e Belien al centro e Leonardi libero.

La prima fase è equilibrata, con un paio di muri consecutivi che danno il vantaggio a Il Bisonte (8-7), e Sorokaite che provoca il time out di Gaspari (9-7): sul 12-10 c’è il solito cambio in seconda linea con Norgini per Melandri e Parrocchiale che entra per Bayramova, e sul fallo modenese che costa il 14-10 Gaspari deve spendere un altro tempo. Brakocevic sale di livello e la Liu Jo si avvicina (16-14), Bracci ferma il gioco, sul 18-16 entra Pietrelli per Bayramova, ma un paio di errori valgono il pareggio (18-18) e il nuovo tempo per Firenze. Il break delle ospiti prosegue fino al 18-20, sul 21-23 Gaspari inserisce Bianchini in battuta per Belien, Bonciani accorcia di seconda ma Brakocevic procura due set point, e al secondo Ozsoy mette giù il 23-25.

Nel secondo set sono le ospiti a partire meglio, e un muro di Marcon vale il 3-6 e il time out per Bracci: Ozsoy è scatenata (3-8), entra Pietrelli per Bayramova ma la Liu Jo non si ferma (7-15), anche se poi un paio di muri di Melandri riavvicinano Il Bisonte (15-19), con Gaspari che ferma il gioco. Altri due muri di Melandri ed Enright valgono il 18-21, ma la rimonta non si concretizza e Modena chiude 20-25.

Nel terzo set c’è Brussa per Bayramova, con Sorokaite spostata in posto 4, ma dopo una fase iniziale di equilibrio è ancora Modena ad allungare con Marcon (5-9): Il Bisonte prova a reagire, ma le ospiti giocano bene e Ferretti riesce a organizzare bene per tutte le sue attaccanti tanto che il vantaggio si dilata fino al 9-16. Ancora una volta Firenze dimostra di non voler mollare (14-18), ma di nuovo Gaspari ferma il gioco e al rientro la sua squadra torna a macinare punti (14-20), per poi chiudere con Belien (20-25).

Il coach di Modena, Marco Gaspari: “E’ stata una partita difficile, ma non credo ci siano avversari facili in questo Campionato. Non è una frase retorica perché Firenze ha vinto con Busto, ha vinto a Novara e con Conegliano ha portato la gara al tiebreak, quindi sapevamo di affrontare un avversario che ha un punto più di noi in classifica. Sono molto contento del primo set perché ho chiamato due time out molto presto per il mio modus operandi, ma vedevo un’inerzia negativa e siamo stati bravi a ritrovarci in quel frangente, poi secondo e terzo credo che abbiamo giocato molto bene per il 60-70%, poi c’è stato un calo di spinta, di concentrazione e dobbiamo imparare ad essere un po’ più cinici. Resta il fatto che ho visto segnali positivi perché fare risultato pieno qui era la priorità e ripartiamo da questo. E’ stato molto positivo riprendersi il settimo posto, ma sappiamo non sarà semplice mantenerlo e al tempo stesso dobbiamo pensare che non ci deve bastare. Ora però bisogna chiudere subito la parentesi campionato perché ci aspetta un incontro di Champions e poi quando rientreremo dalla Polonia ripenseremo al percorso verso la Coppa Italia”.

“Mi spiace per la sconfitta per 3-0, ma rimango convinto che forse nel primo set avremmo potuto far di più – analizza Marco Bracci -: all’inizio siamo state molto brave e abbiamo giocato palla su palla, mettendo in difficoltà Modena, ma poi la differenza è stata su due punti in cui potevamo giocare una palla comoda ma non siamo riusciti a fare un buon contrattacco. Le occasioni le abbiamo avute, però in un set è normale sbagliare tre palloni, anche se contro squadre forti come queste bisogna giocare sempre al massimo e non è facile, altrimenti ti costa il set. Da lì abbiamo un po’ accusato, soprattutto all’inizio dei due parziali: nel terzo abbiamo provato anche una formazione diversa, che è una formazione che possiamo riproporre, ma non è bastato”.

I RISULTATI DELLA 9^ GIORNATA
Giovedì 8 dicembre, ore 15.00 (diretta LVF TV)
Club Italia Crai – Metalleghe Montichiari 3-1 (20-25, 25-23, 25-20, 25-20)
ARBITRI: Cappelletti-Carcione ADDETTO VIDEO CHECK: Manzoni
Venerdì 9 dicembre, ore 20.30 (diretta Rai Sport HD)
Igor Gorgonzola Novara – Savino Del Bene Scandicci 3-0 (25-20, 28-26, 25-16)
ARBITRI: Satanassi-Piperata ADDETTO VIDEO CHECK: Ugolotti
Sabato 10 dicembre, ore 20.30 (diretta Rai Sport HD)
Sudtirol Bolzano – Saugella Team Monza 3-1 (25-19, 25-23, 18-25, 25-19)
ARBITRI: Florian-Piubelli ADDETTO VIDEO CHECK: Cristoforetti
Domenica 11 dicembre, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Imoco Volley Conegliano – Unet Yamamay Busto Arsizio 3-0 (25-22, 25-19, 25-15)
ARBITRI: Rapisarda-Puecher ADDETTO VIDEO CHECK: Cardoville
Il Bisonte Firenze – Liu Jo Nordmeccanica Modena 0-3 (23-25, 20-25, 20-25)
ARBITRI: Brancati-Saltalippi ADDETTO VIDEO CHECK: Spitaletta
Giovedì 15 dicembre, ore 20.30 (diretta Rai Sport HD)
Pomì Casalmaggiore – Foppapedretti Bergamo
ARBITRI: Lot-Sobrero ADDETTO VIDEO CHECK: Spartà

LA CLASSIFICA
Foppapedretti Bergamo* 20, Imoco Volley Conegliano 20, Pomì Casalmaggiore* 19, Savino Del Bene Scandicci 17, Igor Gorgonzola Novara 17, Unet Yamamay Busto Arsizio 16, Liu Jo Nordmeccanica Modena 13, Il Bisonte Firenze 11, Sudtirol Bolzano 11, Saugella Team Monza 6, Club Italia Crai 6, Metalleghe Montichiari 3.
* una partita in meno

I TABELLINI
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – UNET YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 3-0 (25-22, 25-19, 25-15)
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Bricio 20, Malinov 2, Tomsia 18, Cella 1, De Gennaro (L), Danesi 7, Costagrande 5, De Kruijf 10. Non entrate Ortolani, Folie, Fiori, Barazza. All. Mazzanti.
UNET YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Stufi 5, Signorile 1, Cialfi, Fiorin 9, Witkowska (L), Martinez 14, Sartori Alice 2, Moneta, Berti 3, Negretti Beatrice, Pisani 4. Non entrate Spirito, Diouf. All. Mencarelli.
ARBITRI: Rapisarda, Puecher.
NOTE – Spettatori 4030, durata set: 27′, 26′, 26′; tot: 79′.

IL BISONTE FIRENZE – LIU JO NORDMECCANICA MODENA 0-3 (23-25, 20-25, 20-25)
IL BISONTE FIRENZE: Sorokaite 18, Brussa 3, Bayramova 7, Norgini, Enright 8, Bonciani 1, Melandri 4, Parrocchiale (L), Pietrelli, Calloni 5. Non entrate Bechis, Repice. All. Bracci.
LIU JO NORDMECCANICA MODENA: Brakocevic Canzian 10, Belien 9, Valeriano, Heyrman 7, Leonardi (L), Marcon 6, Ferretti 2, Ozsoy 19, Bianchini. Non entrate Bosetti, Petrucci, Garzaro. All. Gaspari.
ARBITRI: Brancati, Saltalippi.
NOTE – Spettatori 800, durata set: 27′, 26′, 27′; tot: 80′.

IL PROSSIMO TURNO
Sabato 17 dicembre, ore 17.30 (diretta LVF TV)
Club Italia Crai – Igor Gorgonzola Novara
Sabato 17 dicembre, ore 20.30 (diretta Rai Sport HD)
Unet Yamamay Busto Arsizio – Saugella Team Monza
Domenica 18 dicembre, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Savino Del Bene Scandicci – Pomì Casalmaggiore
Foppapedretti Bergamo – Sudtirol Bolzano
Metalleghe Montichiari – Il Bisonte Firenze
Lunedì 19 dicembre, ore 17.30 (diretta LVF TV)
Liu Jo Nordmeccanica Modena – Imoco Volley Conegliano




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *