Volley supervision – A tu per tu con Adelina Ugureanu

537

Volley – Oggi per Romanews riprendiamo il nostro giro di interviste, visto che la stagione 2022/2023 è ormai alle porte, e partiamo con il botto incontrando la schiacciatrice dell’Unionvolley Pinerolo Adelina Ugureanu. Posto 4 rumena nativa di Botosani ( Romania ) è nata il 29 luglio 2000, 187 centimetri di altezza, sì appresta a vivere la sua quarta stagione in serie A1 dopo le esperienze vissute con la Bosca San Bernardo Cuneo nella stagione 2019/2020 e  2020/2021 per l’annata 2021/2022 ha indossato la casacca della Unet e-work Busto Arsizio mentre la prossima stagione 2022/2023 invece ha deciso di abbracciare il progetto della neopromossa nella massima serie Wash4green Pinerolo ed accompagnare società e tifosi (i Pinerolo Boys capitanati dal super tifoso Antonio Parlangeli) in questa stagione storica per loro.

L’intervista di Marco Boldini

1) Adelina cosa ti aspetti da questa tua prima stagione con la maglia di Pinerolo dove può arrivare la squadra a fine campionato?
1) Innanzitutto l’obiettivo è divertirci a giocare, goderci la pallavolo dando sempre il meglio di noi stesse. Io credo che possiamo fare molto bene, sicuramente l’obbiettivo principale è la salvezza ma credo sia possibile arrivare anche più in alto.
2) In questi primi giorni di preparazione come ti trovi con le tue nuove compagne di squadra e con lo staff tecnico?
2) Devo dire che è un ambiente molto tranquillo dove si può lavorare con serenità, siamo un bel gruppo comprese le ragazze e lo staff tecnico, tutti trasmettono questa sensazione e si crea sempre un’atmosfera piacevole, sono contenta.
3) Avendo trascorso le passare stagioni nel campionato italiano come te la cavi con la lingua italiana?
3) Sicuramente se vivi in Italia devi parlare italiano 😂😂 così diventa tutto più facile. Ho imparato la vostra lingua quasi subito dopo essere arrivata a Cuneo, ho dovuto prendere anche la patente in Italia quell’anno e quindi mi sono impegnata a studiare bene l’italiano. 
4) Nella stagione 2019- 2020 hai esordito in Italia con la maglia di Cuneo tutto un altro campionato rispetto a quello rumeno ma ha che livello tecnico si trova attualmente il campionato rumeno?
4) Sicuramente c’è stato un grande passo avanti, il livello e molto più alto e c’è anche una mentalità diversa. Il campionato rumeno ora mi sembra essere in crescita, ci sono dei club importanti che hanno portato allenatori e giocatrici straniere di una certa esperienza e questo ha migliorato il livello. 
5) Giochi in nazionale e sei un punto fermo della nazionale Rumena cosa significa per te rappresentare il tuo paese cosa provi quando indossi quei colori?
5) Io gioco in nazionale sin da piccola, ho iniziato con le giovanili da quando avevo 12 anni quindi è una parte importante della mia vita sportiva ma anche personale perché quasi tutta l’estate sono lì. Mi piace giocare per la mia nazionale, e una bella sensazione. 
6) Spiegami come hai fatto ad iniziare a giocare a volley in un paese come la Romania dove le strutture e gli impianti sportivi non sono all’avanguardia?
6) Io sono stata fortunata perché entrambi i miei genitori hanno giocato a pallavolo quindi per la mia famiglia era un’abitudine parlare di pallavolo e anche giocare sin da piccolissima. Poi quando avevo 8 anni il mio primo allenatore (un amico dei miei) mi ha portata in allenamento e mi e subito piaciuto quindi ho continuato. Ho fatto tanti sacrifici, a 14 anni sono andata a giocare fuori casa, lontanissimo da dove abitavo però sono contenta delle scelte che ho fatto e per dove sono arrivata oggi. 
7) Vedo su Instagram che hai un amico a quattro zampe bellissimo ♥️ come fai a gestirlo visto che la vita da atleta professionista è molto frenetica?
7) Grazie! Si, Kubush è il mio cane che desideravo tantissimo da anni. Quando vado in trasferta lo porto dal dog sitter che in Italia e un servizio molto popolare. Lui e molto bravo e non mi crea mai dei problemi quindi devo dire che non e difficile gestirlo.
8) Ci racconti il rapporto con la tua famiglia? E’ complicato gestite la lontananza?
8) Sono molto fortunata ad avere una famiglia come la mia, loro sono sempre venuti a trovarmi, ovunque io sono andata a giocare non sono mai mancati nei momenti cruciali della stagione. 
9) Adelina fai una promessa a tutti i tifosi Pinerolesi: che cosa si devono aspettare da Adelina in questo campionato?
9) Non vedo l’ora che il campionato abbia inizio e di vedere tutti al palazzetto a fare il tifo per noi, io preferisco non parlare ora di quello che si devono aspettare da me, sarà il campo a parlare delle mie prestazioni. Sicuramente spero di vivere una bellissima stagione.