Turismo europeo in ripresa: i dati

42

Turismo – Da Grecia e Spagna, regine di questa estate, alla sempre più green Polonia, fino alla dinamica Bruxelles: le destinazioni – insieme sotto il cappello di Adutei – offrono un assaggio di quello che sarà il 2023 in termini di promozione turistica.

Kyriaki Boulasidou

Kyriaki Boulasidou, Grecia

Entusiasmo e sorrisi contraddistinguono Kyriaki Boulasidou, direttrice dell’Ente del turismo greco, forte di una summer incredibilmente positiva. «Ancora non abbiamo i numeri, ma speriamo di aver superato il 2019, anche se il nostro obiettivo era il pareggio». Intanto, la Grecia apre la stagione invernale, interessante sul mercato italiano per le proposte outdoor e trekking in Peloponneso e nell’Epiro.

Al suo debutto Gonzalo Ceballosnuovo direttore dell’Ente del turismo spagnolo a Roma, fresco di nomina: «Sono al lavoro con i colleghi per la pianificazione e posso già dire che la cosa più importante, per ottenere un risultato, è il cuore: la Spagna è una destinazione particolare, solo chi sa cogliere l’emozione di vivere questo Paese può davvero comprenderlo. E gli italiani, si sa, sanno emozionarsi».

Gonzalo Ceballos Watling

Gonzalo Ceballos, Spagna

«Il turismo individuale è molto importante, per noi rappresenta l’88% degli arrivi – afferma – ma i viaggi venduti tramite agenzie di viaggi, seppur meno numerosi, contribuiscono in modo decisivo all’eccellenza e alla comunicazione del prodotto».

Tra le novità di quest’anno il nuovo programma attività ed eventi del Centro Multimediale Interattivo di Piazza di Spagna, a Roma, tra cui la formazione sulle destinazione. Ad esempio i martedì sono dedicati al Cammino di Santiago, il giovedì invece, è la volta di “Esperienza, Spagna, Via”, con percorsi, itinerari, libri, guide, interviste, film.

A questo si associano eventi enogastronomici e corsi di formazione per agenti, gli Spain Specialist Program (Ssp). C’è poi il programma di elearning Block Notes, realizzata in collaborazione con L’Agenzia di Viaggi Magazine, che mira ad approfondire i nuovi prodotti offerti in tre destinazioni specifiche: Isole Canarie, Baleari e Andalusia. Inoltre, attraverso la piattaforma di formazione per operatori Tourspain.it è possibile accedere agli itinerari virtuali per segmenti come enoturismo, turismo attivo, culturale e agriturismo.

Barbara MINCZEWA direttore Ente Nazionale Polacco Turismo

Barbara Minczewa, Polonia

Svariati chilometri a nord-est c’è, poi, la Polonia, che per il 2023 «punta su prodotti ecosostenibili, percorsi nelle città da scoprire per la rinascita del travel», dichiara Barbara Minczewa, direttrice dell’Ente del turismo polacco in Italia. Il turismo green è al centro degli obiettivi, assieme alla diversificazione dei tour. Proprio in questi giorni, peraltro, si è svolto un press trip legato a un workshop a Varsavia con tappe in località molto interessanti dal punto di vista naturalistico.

Tra le città su cui si accende un faro questo autunno troviamo Lodz, appena insignita del premio National Geographic per la sostenibilità e che vedrà un nuovo collegamento da Bergamo a partire dal 30 ottobre operato da Ryanair. Capitale polacca della moda e della cultura, è imperdibile per tutti coloro che amano lo stile Liberty. Nel frattempo, regala già soddisfazioni l’andamento delle prenotazioni per i mercatini di Natale, in particolare quello di Breslavia. Con oltre 70 voli diretti, l’Italia era il terzo mercato turistico per la Polonia fino al 2019 con 600.000 arrivi.

UrsulaJoneGandini

Ursula Jone Gandini, Visit Brussels

Altra amatissima meta invernale il Belgio, dove la capitale si distingue per dinamismo. Ursula Jone Gandini, direttore

Italia di Visit Brussels, annuncia una promozione incentrata su cultura, nuove tendenze e design. Tra i progetti nel nostro Paese, l’apertura di un punto informazioni a Milano, in Piazza Gae Aulenti.